Cina e Stati Uniti stanno lavorando duramente per trovare una soluzione alla disputa di audit – media statali

Le bandiere della Cina e degli Stati Uniti sono stampate su carta in questa illustrazione scattata il 27 gennaio 2022. REUTERS / Dado Ruvic / Illustrazione

Registrati ora per un accesso illimitato GRATUITO a Reuters.com

SHANGHAI, 27 marzo (Reuters) – Le autorità di regolamentazione cinesi e le loro controparti statunitensi stanno lavorando duramente per risolvere una controversia di audit che interessa le società cinesi quotate negli Stati Uniti e vogliono ottenere una cooperazione efficace e sostenibile il prima possibile, ha riportato domenica un quotidiano statale.

Citando una fonte vicina alle autorità di regolamentazione cinesi, il China Securities Journal ufficiale ha riferito che la China Securities Regulatory Commission (CSRC) ha ascoltato le opinioni di alcune società cinesi quotate negli Stati Uniti durante un incontro online domenica.

“Sia le autorità di regolamentazione cinesi che quelle statunitensi sono pienamente consapevoli delle reciproche preoccupazioni, si stanno muovendo l’una verso l’altra e stanno lavorando duramente per trovare soluzioni al problema al fine di ottenere una cooperazione efficace e sostenibile il prima possibile”, ha affermato la fonte . .

Registrati ora per un accesso illimitato GRATUITO a Reuters.com

“Questo è nel migliore interesse dei mercati dei capitali di entrambi i paesi e degli investitori globali”.

CSRC ha affermato che i recenti colloqui con le autorità di regolamentazione statunitensi sono stati efficienti, sinceri e professionali, ha affermato il quotidiano.

I commenti arrivano pochi giorni dopo che il regolatore della contabilità delle società pubbliche statunitensi ha affermato che le recenti speculazioni dei media su un accordo imminente con la Cina erano “prematuro” e non era chiaro se il governo cinese avrebbe concesso l’accesso richiesto da una nuova legge sulla quotazione degli Stati Uniti. Per saperne di più

Washington chiede l’accesso completo ai libri contabili delle società cinesi quotate negli Stati Uniti, ma Pechino vieta l’ispezione all’estero dei documenti di lavoro delle società di contabilità locali, una lunga disputa di revisione contabile che mette in gioco centinaia di miliardi di dollari di investimenti statunitensi. Per saperne di più

L’Hang Seng Tech Index (.HSTECH), che replica alcune delle più grandi società tecnologiche cinesi, tra cui Alibaba Group Holding Ltd (9988.HK) e Baidu Inc (9888.HK), è balzato del 3,6% lunedì mattina, rispetto a un aumento dell’1,3%. nell’indice di riferimento Hang Seng.

DIFFERENZE SIGNIFICATIVE

Ma alcuni analisti e investitori rimangono scettici sul fatto che si troverà una soluzione.

“Esistono differenze significative tra i regolatori statunitensi e cinesi”, ha scritto lunedì Hao Hong, capo della ricerca presso BOCOM International. “Molte società cinesi quotate negli Stati Uniti alla fine dovranno affrontare il delisting”.

Le autorità di regolamentazione statunitensi richiedono la divulgazione degli interessi del governo nelle società quotate, nonché di informazioni e dati sensibili, mentre il governo cinese “ha rafforzato il controllo su molte delle società più grandi e importanti della Cina”, ha aggiunto.

Per evitare il rischio di delisting, il gestore patrimoniale con sede a New York Krane Funds Advisors ha dichiarato all’inizio di questo mese che il suo ETF KraneShare CSI China Internet da 4,9 miliardi di dollari mira a convertire tutti i certificati di deposito cinesi americani (ADR) nel suo portafoglio nelle loro prossime azioni di Hong Kong. mesi.

Le autorità di regolamentazione cinesi hanno chiesto ad alcune delle società quotate negli Stati Uniti del paese, tra cui Alibaba, Baidu e JD.com, di prepararsi per ulteriori rivelazioni di audit mentre Pechino intensifica gli sforzi per garantire che rimangano quotate a New York, ha riferito Reuters la scorsa settimana. Per saperne di più

Il Financial Times e Bloomberg News hanno anche riferito questo mese che l’organismo di vigilanza sui titoli cinese sta valutando una proposta che consentirebbe alle autorità di regolamentazione degli Stati Uniti di ispezionare i documenti di lavoro dei revisori dei conti per alcune società già quest’anno.

Il CSRC ha avvertito i partecipanti al mercato di non credere ciecamente alle speculazioni di alcuni media con poca conoscenza dei dettagli e della direzione dei colloqui, poiché tali rapporti hanno causato inutili turbamenti alle aspettative del mercato, ha riportato domenica il China Securities Journal.

Registrati ora per un accesso illimitato GRATUITO a Reuters.com

Reporting di Shanghai Newsroom Montaggio di Raissa Kasolowsky e Simon Cameron-Moore

I nostri standard: i principi di fiducia di Thomson Reuters.

.

Leave a Comment