Elliot Page mette in mostra un elegante spettacolo agli Oscar in un classico smoking nero

Elliot Page è tornato sul palco degli Oscar domenica sera per celebrare il 15° anniversario del suo amato film Juno, per il quale ha ottenuto una nomination come migliore attrice alla cerimonia di premiazione del 2008.

L’attore 35enne è stato raggiunto sul palco della 94a edizione degli Academy Awards dai suoi co-protagonisti di Juno Jennifer Garner e JK Simmons, e tutti e tre hanno reso omaggio al film indipendente, che ha portato Elliot alla celebrità mondiale.

Elliot, che si è dichiarato transgender nel dicembre 2020, si è affrettato a elogiare l’impatto duraturo del film sugli spettatori, ricordando la sua stessa eccitazione iniziale nel leggere la sceneggiatura, che ha detto “lo ha catturato fin dalla prima pagina” e celebrando il lavoro dello sceneggiatore Diablo Cody.

‘Juno mi ha catturato fin dalla prima pagina ed è stato completamente infuso dalla voce distintiva di Diablo Cody. Era diverso da qualsiasi cosa avessi mai letto prima”, ha detto al pubblico costellato di star.

Elliot Page ha sfoggiato un'elegante esibizione alla 94a edizione degli Academy Awards domenica sera, sfoggiando un classico smoking nero per la sua apparizione sul tappeto rosso

Elliot Page ha sfoggiato un’elegante esibizione alla 94a edizione degli Academy Awards domenica sera, sfoggiando un classico smoking nero per la sua apparizione sul tappeto rosso

L'attore 35enne ha allegramente mostrato un ampio sorriso alle telecamere mentre si faceva strada lungo il tappeto alla cerimonia di premiazione, che arriva 14 anni dopo essere stato nominato per un Oscar

L’attore 35enne ha allegramente mostrato un ampio sorriso alle telecamere mentre si faceva strada lungo il tappeto alla cerimonia di premiazione, che arriva 14 anni dopo essere stato nominato per un Oscar

Elliot ha condiviso un momento toccante sul palco quando si è riunito con i suoi co-protagonisti di Juno, Jennifer Garner e JK Simmons, e tutti e tre hanno reso omaggio al 15° anniversario del film

Elliot ha condiviso un momento toccante sul palco quando si è riunito con i suoi co-protagonisti di Juno, Jennifer Garner e JK Simmons, e tutti e tre hanno reso omaggio al 15° anniversario del film

Jennifer, 49 anni, ha concordato, intervenendo: “15 anni fa, abbiamo provato tutti la sensazione esaltante di leggere una sceneggiatura completamente originale che sembrava nuova ed eccitante”.

Nel frattempo JK, che è apparso come il padre di Giunone nel film, ha scherzato sul dialogo spiritoso del film, osservando: “C’erano sicuramente un paio di frasi che non avevo mai letto prima, come “Il tuo Eggo è preggo” e “spade di maiale” viene in mente. ‘

L'attore è diventato famoso mentre recita nel ruolo del protagonista di Juno MacGuff, un'adolescente incinta che vuole dare il suo bambino in adozione al personaggio di Jennifer, Vanessa Loring

L’attore è diventato famoso mentre recita nel ruolo del protagonista di Juno MacGuff, un’adolescente incinta che vuole dare il suo bambino in adozione al personaggio di Jennifer, Vanessa Loring

La toccante riunione arriva quasi 15 anni dopo la premiere di Juno; il film, uscito nel dicembre 2007, ha catapultato Elliot alla celebrità globale.

Nel film, l’attore ha interpretato la parte di Juno MacGuff, un’adolescente incinta che si offre di dare il suo bambino in adozione a una coppia locale, Mark e Vanessa Loring, interpretata da Jason Bateman e Jennifer.

JK ha interpretato la parte del padre di Giunone, Mac, mentre la sua matrigna, Bren, è stata interpretata da Allison Janney.

Il ruolo è valso a Elliot una nomination all’Oscar come migliore attrice e lo ha visto salutato come una delle giovani star più brillanti di Hollywood. Sono seguiti importanti ruoli cinematografici in X-Men: Days of Future Past e Inception – in cui recitava al fianco di Leonardo DiCaprio.

Tuttavia, dopo essere uscito come uomo transgender nel dicembre 2020, Elliot ha parlato delle lotte private che ha dovuto affrontare durante la sua ascesa alla celebrità di Hollywood, dicendo a Oprah in un’intervista del maggio 2021 che la pubertà era un “inferno totale” per lui, mentre indossava una varietà di abiti per eventi sul tappeto rosso dopo che il rilascio di Giunone lo ha lasciato in “dolore”.

Elliot, Jennifer e JK hanno ricordato le loro reazioni leggendo la sceneggiatura di Giunone per la prima volta, descrivendola come

Elliot, Jennifer e JK hanno ricordato le loro reazioni leggendo la sceneggiatura di Giunone per la prima volta, descrivendola come “del tutto originale, nuova” ed “emozionante”

Juno, uscito nel dicembre 2007, ha portato Elliot (visto nel film con Jennifer e Jason Bateman) alla fama mondiale e gli è persino valso una nomination all'Oscar come migliore attrice

Juno, uscito nel dicembre 2007, ha portato Elliot (visto nel film con Jennifer e Jason Bateman) alla fama mondiale e gli è persino valso una nomination all’Oscar come migliore attrice

L'apparizione di Elliot alla cerimonia ha guadagnato una serie di elogi online, con diversi utenti di Twitter che hanno sottolineato quanto fosse

L'apparizione di Elliot alla cerimonia ha guadagnato una serie di elogi online, con diversi utenti di Twitter che hanno sottolineato quanto fosse

L’apparizione di Elliot alla cerimonia ha guadagnato una serie di elogi online, con diversi utenti di Twitter che hanno sottolineato quanto fosse “felice”

In un'intervista del maggio 2021 con Oprah, Elliot ha ammesso di non poter nemmeno guardare le immagini di se stesso agli Oscar del 2008 (visto), spiegando che è stato lasciato nel

In un’intervista del maggio 2021 con Oprah, Elliot ha ammesso di non poter nemmeno guardare le immagini di se stesso agli Oscar del 2008 (visto), spiegando che è stato lasciato nel “dolore” dopo essere stato costretto a indossare abiti durante la sua promozione del film Juno

In effetti, “non è stato in grado di esprimere solo il grado di dolore in cui mi trovavo” mentre promuoveva Giunone e non può nemmeno guardare le foto di se stesso nell’abito vintage di Jean-Louis Scherrer che ha indossato sul tappeto rosso degli Oscar l’anno successivo, quando è stato nominato come migliore attrice.

Da quando è passato e si è dichiarato transgender, la star di Juno ha affermato che, per la prima volta nella sua vita, è stato in grado di sentirsi felice nel proprio corpo.

Prima di salire sul tappeto rosso, Elliot ha condiviso uno scatto dietro le quinte del suo processo di preparazione per l’evento scintillante, ripubblicando uno scatto di se stesso e del suo parrucchiere di lunga data, John D.

Ha anche scattato un rapido selfie una volta all’interno del Dolby Theatre, che sembra essere stato portato nel backstage prima che si unisse ai suoi ex co-protagonisti di Giunone per presentare un premio.

La toccante riunione ha ricevuto una serie di elogi online, in cui diversi spettatori hanno celebrato quanto Elliot abbia guardato “felice” la cerimonia.

“Nient’altro che amore per Elliot Page”, ha scritto una persona, aggiungendo: “È bello vederlo felice”.

“Elliot Page che vive nella verità e nella felicità”, ha scritto un’altra persona.

“Questo è un momento così meraviglioso”, si legge su un tweet. ‘Jennifer Garner e JK Simmons al fianco di Elliot Page vivendo la loro autentica verità. Bellissimo. ‘

Prima di salire sul palco, Elliot ha scattato un veloce selfie nel backstage, che ha pubblicato sulle sue Storie di Instagram

Prima di salire sul palco, Elliot ha scattato un veloce selfie nel backstage, che ha pubblicato sulle sue Storie di Instagram

Ha anche ricondiviso un selfie pubblicato dal suo parrucchiere di lunga data John D

Ha anche ricondiviso un selfie pubblicato dal suo parrucchiere di lunga data John D

Prima di arrivare agli Oscar, Elliot si è preso un momento per difendere i diritti dei transgender sul suo account Instagram, condividendo una serie di post sulla Trans Week of Visibility + Action, una campagna digitale per combattere la legislazione anti-trans negli Stati Uniti

Nei due anni e mezzo da quando lui stesso si è dichiarato trans, Elliot è diventato un schietto sostenitore dei diritti dei transgender, usando le proprie esperienze per sottolineare l’importanza del sostegno per i giovani trans di tutto il mondo.

Durante la sua intervista con Oprah l’anno scorso, ha parlato del suo intervento chirurgico “che cambia la vita”, spiegando che il risultato della procedura – che viene tipicamente eseguita su uomini transgender che hanno iniziato a sottoporsi a terapia ormonale – “ha completamente trasformato la sua vita”.

‘Esci dalla doccia e l’asciugamano è intorno alla vita e ti guardi allo specchio e sei come, ‘Eccomi’,’ disse, soffocando. «E non sto vivendo il momento in cui sono nel panico. Non sto vivendo tutti questi piccoli momenti che erano una volta, solo essere in una maglietta. È essere in grado di toccarmi il petto.’

Ha anche sottolineato la necessità di dimostrare agli altri quanto possa essere importante questo intervento chirurgico, in particolare perché c’è un tale attacco all’assistenza sanitaria trans in questo momento, quando già c’è una tale mancanza di accesso o le persone trans che non vogliono nemmeno vai dal dottore. ‘

.

Leave a Comment