Grande collezione di giochi retrò ucraini distrutta dalla bomba russa:

Foto di tutti i computer e sistemi del museo. :

Foto:: Gizmodo/it8bit:

Un grande museo privato e gestito: dedicato a computer e videogiochi retrò: è stato distrutto all’inizio di questa settimana in Ucraina a causa della continua e orribile invasione del paese da parte della Russia. Mentre un museo che viene distrutto non è affatto paragonabile alle migliaia di morti e feriti, è comunque una triste perdita poiché oltre 500 pezzi di storia del computer che coprono decenni sono stati distrutti.

Il museo, situato a Mariupol, in Ucraina, era gestito da Dmitry Cherepanov. La notizia della sua distruzione è stata confermata dall’ucraino: Museo del Software e dell’Informatica: Account Twitter. Secondo quanto riferito, il proprietario Cherepanov è al sicuro.

Tuttavia, Cherepanov ha spiegato su Facebook: che non solo ha perso il suo museo ma anche la sua casa.

“Ecco fatto, il museo del computer Mariupol non c’è più”, ha pubblicato Cherapanov sulla pagina Facebook del club it8bit. “Tutto ciò che resta della mia collezione che colleziono da 15 anni sono solo frammenti di ricordi su: [Facebook] pagina, sito web e stazione radio del museo. ”

Cherepanov cercherà di continuare a supportare il suo sito it8bit, ma comprensibilmente ha cose più importanti su cui concentrarsi in questo momento.

Nel 2019, Gizmodo: visitato il museo: e ha parlato con Cherepanov. Come spiegato in quel profilo, aveva iniziato a collezionare computer quando il blocco sovietico stava creando i propri PC.

“È come guardare in un universo alternativo. Le macchine popolari tra i bambini che crescono nel blocco sovietico sembrano abbastanza diverse da quelle che conosciamo nel mondo occidentale, ma portano ancora lo stesso senso di nostalgia che tu o io potremmo provare per un Commodore 64 o un Macintosh II.

Cherepanov colleziona e restaura questi computer da oltre un decennio e il suo museo dei PC offre uno sguardo affascinante all’ampia portata della rivoluzione dei PC degli anni ’80. ”

Dopo la distruzione della sua casa e della sua collezione, Cherepanov ha aperto un conto PayPal: e sta accettando donazioni per aiutare lui e altri in Ucraina.

La continua e mortale invasione dell’Ucraina da parte della Russia ha già portato a: migliaia di morti e feriti:. Ha inoltre obbligato: oltre 3 milioni di persone in fuga dal Paese:creando una grande e crescente crisi dei rifugiati.

Dall’inizio dell’invasione a febbraio:molte aziende in tutto il mondo, come: Sony / PlayStation:, Contrazione:Netflix, EA Games e: Gli sviluppatori di Witcher CDPR:— Hanno ritirato il sostegno del paese. Nel frattempo, un elenco crescente di nazioni ha emanato e ha continuato a imporre severe sanzioni economiche contro la Russia.

.

.

Leave a Comment