Il NSW traccia una nuova zona di energia rinnovabile mentre il passaggio dal carbone accelera

Il governo del NSW ha pubblicato una bozza di dichiarazione della zona per l’energia rinnovabile sud-occidentale, mentre la preparazione per il massiccio passaggio dal carbone alle energie rinnovabili accelera.

Il governo statale ha pubblicato venerdì una bozza della dichiarazione, che descrive in dettaglio i potenziali confini, l’infrastruttura di rete richiesta e nominando un pianificatore per facilitare la creazione della zona.

La dichiarazione istituirebbe una REZ formale nel sud-ovest dello stato, comprendendo le città di Hay, Balranald e Buronga, e nominerebbe EnergyCo NSW come pianificatore delle infrastrutture per la zona, facilitando gli investimenti in nuove infrastrutture di rete e fonti rinnovabili aggiuntive energia e capacità di accumulo.

È uno degli almeno cinque REZ pianificati dal governo del NSW poiché lavora per costruire infrastrutture sufficienti per sostituire almeno quattro, o forse anche tutti e cinque, dei generatori di carbone dello stato che potrebbero andare in pensione nel prossimo decennio.

La chiusura del più grande generatore di carbone in Australia Eraring è stata anticipata al 2025, dal 2032, mentre Bayswater è stata anticipata al 2033 e potrebbe essere anticipata al 2030 se saranno disponibili nuove infrastrutture sufficienti.

Il governo è già stato sopraffatto dall’enorme scala di progetti eolici, solari e di stoccaggio proposti dagli sviluppatori, anche se molto lavoro deve ancora essere fatto per formalizzare i processi per le aste che decideranno chi avrà il diritto di costruire.

“La Energy Corporation del NSW (EnergyCo) ha collaborato con una serie di parti interessate per preparare la bozza di dichiarazione in un modo che tenga conto delle priorità e dei valori locali, della pianificazione dell’uso del territorio, dell’interesse degli investitori e dei requisiti legislativi”, ha affermato venerdì il governo del NSW.

Il governo del NSW è già stato sommerso dall’interesse di potenziali sviluppatori di progetti interessati a partecipare alla REZ sud-occidentale.

A febbraio, il governo statale ha rivelato di aver ricevuto interessi da oltre 34 GW di progetti eolici, solari e di stoccaggio che volevano costruire nella regione, circa 10 volte più di quanto è probabile che la REZ ospiterà.

La partecipazione alla zona fornirebbe un percorso di sviluppo significativamente più semplice per potenziali progetti – così come la sua progettazione – con l’offerta di investimenti di rete coordinati e accordi di servizi energetici a lungo termine (LTESA) che aiuterebbero efficacemente a sottoscrivere investimenti in nuovi progetti fornendo certezza delle entrate .

La dichiarazione sosterrebbe anche la costruzione fino a 2,5 GW di capacità di rete, sufficienti a sostenere nuovi investimenti in progetti eolici, solari e di stoccaggio.

La bozza di dichiarazione indica che ciò dovrebbe includere una nuova infrastruttura di rete progettata per fornire connessioni di rete per nuovi progetti e aumentare la quantità di elettricità che può essere prodotta all’interno della zona e quindi inviata al resto della rete tramite collegamenti di trasmissione ad alta tensione.

La regione sud-occidentale ospita risorse eoliche e solari di buona qualità e beneficerà anche di una maggiore capacità di rete fornita dallo sviluppo del progetto di interconnessione EnergyConnect che collegherà le reti del New South Wales e dell’Australia meridionale.

Il governo del NSW sta portando avanti la creazione di un massimo di cinque zone di energia rinnovabile, che fanno parte della sua strategia per garantire che una capacità di nuova generazione sufficiente sia costruita in tempo per sostituire adeguatamente la vecchia flotta statale di centrali elettriche a carbone, la cui chiusura è prevista nel prossimo futuro decennio.

Nel complesso, la strategia dovrebbe supportare fino a 12 GW di nuova capacità di generazione di energia rinnovabile e 2 GW di accumulo di energia, insieme a $ 32 miliardi di investimenti.

Il governo del NSW sta cercando un feedback sulla bozza di dichiarazione fino al 22 aprile 2022, con la dichiarazione formale che dovrebbe avvenire più tardi nel 2022.

Leave a Comment