La natura del New England fa parte della mia identità. Come faccio ad allontanarmi?

“]”,” renderIntial “: true”,” wordCount “: 350}”>

Benvenuto in Amore duro. Stiamo rispondendo alle tue domande su appuntamenti, rotture e tutto il resto. Il nostro consulente è Blair Braverman, corridore di slitte trainate da cani e autore di Benvenuti nel dannato cubetto di ghiaccio. Hai una tua domanda? Scrivici a hardlove@outsideinc.com.


Mi sto trasferendo per perseguire il lavoro dei miei sogni in un’altra parte del mondo. Emozionante, vero? Ne sono entusiasta. Ma c’è una cosa per cui sono preoccupato. Ho sempre vissuto nel New England e qui sono molto legato alla natura. Quando non lavoro o non dormo, di solito mi avventuro all’aperto tutto l’anno. Ora sto andando da qualche parte che ha un tipo di ambiente completamente diverso, e temo che sembrerà di lasciarmi la natura alle spalle, perché non è la “mia” natura. Come posso connettermi a un nuovo ambiente quando non l’ho mai dovuto fare prima? Sento che i boschi sono miei amici e senza di loro mi sentirò come se mi stessi perdendo un po’.

Congratulazioni per il lavoro dei tuoi sogni! Penso che scoprirai che se ti sei connesso alla natura in un posto, ti connetterai bene anche da qualche altra parte. Ci saranno differenze tra i paesaggi, ovviamente, e forse enormi. Ma le abilità che hai sviluppato nei boschi del New England – e il tuo acuto senso di osservazione e meraviglia – si applicheranno praticamente ovunque ti trovi.

In effetti, potresti ritrovarti a scoprire parallelismi che non avevi mai previsto. Ad esempio, mi sento più a mio agio nel gelido nord, ma quando ho viaggiato nel deserto della Namibia, sono rimasto scioccato nello scoprire che in qualche modo il paesaggio sembrava familiare. Non la temperatura, o la specie vegetale e animale, ma la sua scala: il fatto che fossi minuscolo di fronte a un vasto terreno aperto. E con il passare delle settimane, ho notato altre somiglianze, compreso il fatto semplice ma sorprendente che entrambi i paesaggi erano definiti in parte dall’adattamento a un’unica risorsa scarsa. Nell’inverno settentrionale, quella risorsa era il calore; nel deserto era acqua. Ogni creatura, me compreso, ha trovato il modo di preservare e fare tesoro di quell’unica cosa preziosa. E quando sono partito per dirigermi di nuovo a nord, ho portato con me una comprensione più profonda del paesaggio ghiacciato che credevo di conoscere.

È utile ricordare che la natura è interconnessa e gli stessi modelli emergono negli ecosistemi di tutto il mondo. Ma ecco anche alcuni suggerimenti pratici, man mano che trovi la tua posizione:

1. Assicurati di avere abbigliamento e attrezzatura adeguati

Non vuoi andare nel deserto senza acqua in abbondanza o nelle terre selvagge dell’Alaska senza protezione dagli orsi. Se non sei sicuro, vai al negozio di attrezzatura locale e chiedi consigli, oppure presta attenzione alle persone intorno a te che sembrano sapere cosa stanno facendo. Indossano maniche lunghe e chiare per proteggere dal sole? Un certo tipo di stivali o parka? Ghette da serpente? Abbigliamento da pioggia serio? Qualunque cosa indossino la gente del posto, è probabile che tu sia più felice e più a tuo agio se lo indossi anche tu.

2. Più impari su un paesaggio, meglio ti connetterai con esso

Puoi imparare da solo, semplicemente trascorrendo del tempo all’aria aperta e osservando la natura che ti circonda, oppure puoi iscriverti a un corso di ecologia o a una visita guidata. La conoscenza profonda è una specie di amore e più conosci le piante, gli animali, il tempo e la geografia del tuo nuovo ambiente, più ti sentirai a casa.

3. Permetti al tuo corpo e alla tua mente di stabilirsi nel tuo nuovo ambiente

Dovresti prenderti del tempo per adattarti prima di provare qualcosa di troppo intenso, soprattutto se hai intenzione di uscire da solo. Quindi, anche se ti senti a tuo agio con viaggi di sci di fondo di sei ore nel New Hampshire, dovresti iniziare con gite molto più brevi, ad esempio, alle Hawaii o in Arizona. Non si tratta solo della tua forma fisica e delle tue conoscenze; è anche fisiologico. Può volerci un po’ di tempo per adattarsi a diverse temperature, altitudini e livelli di umidità e non sai ancora come risponderà il tuo corpo.

4. Concediti il ​​permesso di cambiare

Cerca di rimanere aperto a nuove avventure, anche a cose che non avresti mai immaginato di piacerti. Fare surf? Pesca? Motoslitta? Se sei anche un po’ curioso di un’attività locale, ora è un ottimo momento per provarla. Sapere che adattarsi a un nuovo paesaggio – anche arrivando ad amarlo – non significa che stai abbandonando i tuoi amati boschi; significa che stai tenendo entrambi i posti nel tuo cuore.

5. Trova un modo per portare con te un pezzo di natura da casa

Coltiva una pianta familiare in un vaso o decora con fiori secchi. Incornicia una foto o una mappa dei tuoi percorsi preferiti. Acquista opere d’arte da un artista regionale da appendere alle pareti o, se ti senti ispirato, realizza tu stesso quell’arte.

Hai molti aggiustamenti davanti a te. Ti stai spostando in tutto il mondo e ti stai adattando a un nuovo lavoro, cultura, comunità e forse anche lingua. Ma penso che scoprirai che la natura stessa sarà un balsamo per il tuo adattamento, non una difficoltà aggiuntiva. Quando le cose diventano travolgenti, sarai in grado di uscire nel mondo naturale, dove le sfide umane si riducono e abbracciare un tipo diverso della stessa bellezza che ami nel New England. Potresti dire addio, temporaneamente, a un caro amico, ma confido che anche tu farai un grande nuovo amico.

Leave a Comment