L’agenzia spaziale russa Roscosmos interrompe gli esperimenti congiunti sulla Stazione Spaziale Internazionale, Science News

L’agenzia spaziale russa Roscosmos ha interrotto gli esperimenti congiunti con la Germania sulla Stazione Spaziale Internazionale.

“Il programma spaziale russo sarà adeguato sullo sfondo delle sanzioni, la priorità sarà la creazione di satelliti nell’interesse della difesa”, ha affermato Roscosmos nel tweet.

×

Il massiccio contraccolpo globale all’invasione di Mosca una settimana fa ha già colpito una serie di iniziative scientifiche, inclusa una prevista missione russo-europea per far atterrare un rover su Marte.

“Disattivare i satelliti di qualsiasi paese è in realtà un casus belli, una causa di guerra”, ha affermato il capo di Roscosmos Dmitry Rogozin.

Leggi anche | Gli astronomi mappano 1 milione di oggetti spaziali che non sono mai stati avvistati prima

Rogozin ha anche affermato che la sua agenzia voleva che la società tecnologica britannica OneWeb fornisse garanzie che i suoi satelliti non verranno utilizzati contro la Russia.

Senza questi, Rogozin ha affermato che la Russia annullerà il lancio previsto per il 4 marzo di 36 satelliti OneWeb dal cosmodromo di Baikonur, che la Russia noleggia dal Kazakistan, senza compensare OneWeb

Le sanzioni occidentali hanno tagliato fuori la Russia da molte iniziative globali nell’ultima settimana. La NASA sta esplorando modi per mantenere in orbita la Stazione Spaziale Internazionale, da tempo dimora di astronauti e cosmonauti, senza l’aiuto russo.

Vedi anche | Stazione Spaziale Internazionale: la presenza duratura dell’umanità nello spazio

L’Agenzia spaziale europea nel frattempo ha affermato che una missione congiunta che utilizza un lanciatore russo per far atterrare un rover europeo su Marte è “molto improbabile” che decolli quest’anno come previsto.

La stessa ISS è nata in parte da un’iniziativa di politica estera per migliorare le relazioni USA-Russia in seguito al crollo dell’Unione Sovietica e alla fine della rivalità della Guerra Fredda che ha stimolato la corsa spaziale originale USA-URSS.

Ma i legami tra Stati Uniti e Russia si sono logorati dall’annessione della regione della Crimea all’Ucraina da parte della Russia nel 2014, spingendo il Congresso a vietare i nuovi contratti governativi con le società statunitensi che utilizzano ingegneri missilistici russi per i lanci di sicurezza nazionale dopo il 2022.

Dopo aver terminato il suo programma di navetta spaziale nel 2011, gli Stati Uniti hanno iniziato a pagare Roscosmos per traghettare gli astronauti della NASA da e verso la stazione spaziale a bordo delle capsule Soyuz. La NASA ha ripreso a lanciare i propri membri dell’equipaggio dal suolo statunitense nel 2020, anche se ha continuato a fare l’autostop su Soyuz.

Anche prima dell’escalation della crisi ucraina nelle ultime settimane, la cooperazione spaziale tra Stati Uniti e Russia è stata scossa a metà novembre quando la Russia ha fatto esplodere uno dei suoi satelliti di sorveglianza defunti in un test missilistico senza preavviso che ha generato un campo di detriti nell’orbita terrestre bassa, minacciando la stazione spaziale .

(Con input da agenzie)

.

Leave a Comment