Preoccupazioni per il futuro dei germani reali

ADDISON, Vt. (WCAX) – Vermont Fish and Wildlife sta partecipando a un nuovo studio su un uccello comune nel nord-est, il germano reale. Ci sono preoccupazioni per l’anatra e il suo futuro.

I germani reali possono essere avvistati mentre si nutrono in acque poco profonde in tutto lo stato e i funzionari affermano che sono l’anatra più comune che si vede oggi, ma non è sempre stato così.

David Sausville / Vt. Pesce e fauna selvatica: storicamente, non erano molto comuni nella zona, ma si sono accumulati dagli anni ’30 e negli ultimi anni sono diventati l’anatra più comune e popolare nella rotta atlantica.

Reporter Ike Bendavid: Sono uccelli nativi del Vermont?

David Sausville: Tradizionalmente, non erano qui. Erano più di un uccello del Midwest. E con i cambiamenti del terreno e l’apertura dell’agricoltura, l’ha resa più simile a una prateria, quindi gli uccelli si sono adattati all’utilizzo di quest’area. E anche gli uccelli, all’inizio del 1900, le persone avevano greggi in cattività. Alcuni sono stati usati come richiami vivi, altri sono stati allevati per il cibo. E quando non lo facevano più, liberarono quelli e quelli erano uccelli che venivano dall’Europa.

Ike Bendavid: Com’è la popolazione oggi?

David Sausville: La popolazione è ancora stabile, sotto molti aspetti, in buona forma. Ma abbiamo assistito a un lento declino negli ultimi 20 anni … Ogni primavera facciamo sondaggi per le coppie riproduttive per avere un’idea di come stanno ed è passato da circa 1,5 milioni a circa 1 milione negli ultimi 20-25 anni.

Ike Bendavid: E perché c’è quel declino?

David Sausville: Quello che cercavamo nello studio è che non eravamo sicuri. Ci sono molte ipotesi: il cambiamento nell’habitat mentre la sopravvivenza è cambiata, c’è una differenza tra gli uccelli nativi e la genetica e i germani reali del vecchio mondo, e forse c’è qualche mescolanza– ed è qualcosa che stanno esaminando. Non ne siamo sicuri ed è per questo che lo studio sta procedendo attraverso la passerella.

Ike Bendavid: Spiega lo studio. Chi è coinvolto e quando è iniziato?

David Sausville: Lo studio è iniziato proprio quest’inverno. Abbiamo iniziato a catturare uccelli a gennaio ed è coinvolto dal Maine fino alla Virginia, un progetto di cooperazione per l’intera rotta atlantica. E abbiamo anche partner in Canada. Abbiamo studenti laureati e persone di Ducks Unlimited.

Ike Bendavid: E cosa stai facendo?

David Sausville: Proprio lo scorso febbraio abbiamo intrappolato otto germani reali. Stiamo catturando solo galline e stiamo installando trasmettitori satellitari che hanno un’unità solare, quindi questi uccelli saranno in grado di trasportare questi almeno due anni. Raccoglie dati ogni sei ore su questi uccelli e segna la posizione, qual è la loro attività, che indica se sono sopravvissuti o meno, un segnale di mortalità. Possiamo andare a prendere l’uccello e cercare di capire da cosa è morto. E lo studio generale sta esaminando quale habitat usano. Quali sono i tassi di sopravvivenza, dove li stanno spostando, ed è molto interessante. Prende la posizione GPS su questi uccelli e quando entrano in stretto contatto con un ripetitore cellulare, scaricherà quelle informazioni, possiamo controllarle e gli studenti laureati possono monitorare la situazione.

Ike Bendavid: Queste informazioni forniranno una sorta di intuizione o risposte sul perché quella popolazione sta diminuendo?

David Sausville: Stiamo esaminando qualsiasi fattore sul motivo per cui la popolazione – stiamo osservando il ciclo di vita di un anno dell’uccello, quindi la primavera sul nido, i voli in autunno – sopravvivono a un rigido inverno? E stiamo cercando di uscire in quei siti di nidificazione e guardarli e seguire le nidiate e vedere come sopravvivono le nidiate … Se lo guardi da una base a lungo termine, qualsiasi specie in declino, devi sapere perché stanno diminuendo. È qualcosa che abbiamo fatto? Possiamo correggerlo con i cambiamenti dell’habitat regionale o locale o forse è qualcosa con un regolamento sulla caccia? O è qualcosa che non sappiamo? Se pensi ad altre specie comuni che avevamo, i nostri pipistrelli erano molto comuni e poi una malattia si diffonde e siamo a livelli di specie in via di estinzione. Ciò può accadere alle popolazioni se non le monitori e non ti prendi cura di loro a lungo termine.

Il piano a lungo termine dello stato è di continuare lo studio per altri quattro anni e ottenere risultati attuabili entro il 2028.

Copyright 2022 WCAX. Tutti i diritti riservati.

.

Leave a Comment