Webb ha ora acquisito l’immagine più nitida delle leggi della fisica consentite

Ingegneri e scienziati del James Webb Space Telescope hanno completato altri due passaggi nel processo di allineamento dello specchio primario del telescopio e, in un briefing di oggi, i funzionari hanno affermato che le prestazioni ottiche di JWST sembrano essere migliori anche delle previsioni più ottimistiche.

Il team ha rilasciato una nuova immagine ingegneristica, che mostra la stella 2MASS J17554042 + 6551277 con una nitidezza nitida. Questa immagine dimostra che tutti i 18 segmenti dello specchio sono stati allineati con precisione per agire come un gigantesco specchio primario del telescopio da 6,5 ​​metri (21,3 piedi).

“Ora abbiamo raggiunto quello che viene chiamato ‘allineamento limitato di diffrazione’ del telescopio”, ha affermato Marshall Perrin, vice scienziato del progetto per il Webb presso lo Space Telescope Science Institute. “Gli specchi sono messi a fuoco insieme con la massima precisione consentita dalle leggi della fisica, e questa è l’immagine più nitida che puoi ottenere da un telescopio di queste dimensioni”.

A riprova del buon funzionamento del telescopio, se si osserva da vicino l’immagine, sono visibili le galassie sullo sfondo, proprio come le immagini del “campo profondo” scattate dal telescopio spaziale Hubble.

“Fondamentalmente, ovunque guardiamo, è un campo profondo”, ha affermato Jane Rigby, scienziata del progetto operativo Webb. “Queste immagini ingegneristiche sono nitide e nitide come le immagini che Hubble può scattare, ma a una lunghezza d’onda della luce che Hubble non può vedere”.

Un’immagine ingegneristica JWST della stella 2MASS J17554042 + 6551277, utilizza un filtro rosso per ottimizzare il contrasto visivo. Crediti: NASA / STScI

Perrin ha affermato che il team deve ancora “comporre piccolissime regolazioni per portare il telescopio a una nitidezza ancora più squisita” e ha aggiunto: “È un’assoluta emozione dire che tutto ha funzionato. In nessun momento del processo abbiamo riscontrato problemi con nessuno degli schieramenti e, sebbene ci siano state alcune sorprese nei dati, i risultati sono molto più vicini alle nostre previsioni sperate di quanto ci saremmo potuti aspettare. ”

Webb ha ora completato quattro passaggi e cinque dei sette passaggi del processo di allineamento della durata di tre mesi.

“Tutti i 18 segmenti dello specchio sono ora allineati in un unico specchio”, ha affermato Lee Feinberg, responsabile degli elementi del telescopio ottico di Webb. “Le immagini sono arrivate durante il fine settimana, è stato un momento molto emozionante. Possiamo vedere che le prestazioni ottiche del telescopio sono assolutamente fenomenali. ”

Feinberg ha affermato che l’immagine è un’esposizione di 2.100 secondi e che scattare un’immagine per quel periodo di tempo consente al team di valutare diversi aspetti delle prestazioni del telescopio. Non solo l’ottica funziona perfettamente, ma anche altri sistemi funzionano bene. Ciò include i sensori di guida fine e le ruote di reazione che consentono al telescopio di puntare con precisione e rimanere sul bersaglio.

“Sappiamo che sta funzionando perché abbiamo una foto di una stella che sembra una stella”, ha detto Feinberg. “Ci stiamo avvicinando al punto in cui possiamo consegnare questo osservatorio alla comunità scientifica”.

Ecco un ottimo confronto di questa stella all’incirca nello stesso campo visivo visto da un altro telescopio a infrarossi, Spitzer e poi Webb:

La stella 2MASS J17554042 + 6551277, è una “stella generica, anonima, media” scelta per la sua luminosità – o per la sua mancanza.

“Abbiamo strappato questa stella alla sicurezza”, ha riflettuto Rigby, “è 100 volte più debole di quello che l’occhio umano può vedere, ma qui sembra accecante”.

Il processo di allineamento dello specchio, chiamato phasing, è iniziato all’inizio di febbraio e i sette diversi passaggi prendono le posizioni iniziali degli specchi dopo che sono stati schierati per eseguire un allineamento “grossolano” e poi “fine”, e quindi assicurarsi che lo specchio funzioni con tutti e quattro degli strumenti di Webb e dei loro vari campi visivi.

“Finora, ci siamo riusciti”, ha detto Rigby. “Webb sta guardando indietro nel tempo senza davvero sudare. Stiamo ancora commissionando e dobbiamo allineare il telescopio ai quattro strumenti scientifici e preparare quegli strumenti per la prima serata. Abbiamo già selezionato un anno di scienza avvincente e impegnativa con questo telescopio e siamo tutti entusiasti di iniziare”.

Gli scienziati prevedono che Webb sarà completamente commissionato entro la fine di giugno. Uno strumento, il MIRI o lo strumento del medio infrarosso, deve ancora continuare a raffreddarsi fino a 7 K, o 7 gradi sopra lo zero assoluto. Attualmente è a circa 90K.

Leave a Comment