Amazon è la migliore azienda statunitense per cui lavorare se desideri una crescita professionale

Il centro logistico Amazon a Eastvale, in California, martedì 10 agosto 31, 2021.

Gruppo MediaNews | The Riverside Press-Enterprise tramite Getty Images

LinkedIn mercoledì ha nominato Amazon la migliore azienda statunitense per cui lavorare se stai cercando una crescita professionale. È il secondo anno in cui Amazon è in cima alla lista.

L’elenco delle migliori aziende 2022 di LinkedIn tiene traccia di sette pilastri incentrati sull’avanzamento di carriera: capacità di avanzare, crescita delle competenze, stabilità aziendale, opportunità esterne, affinità aziendale, diversità di genere e diffusione del background educativo. La società ha affermato che le classifiche si basano sui dati dei suoi 810 milioni di membri e sugli investimenti che le società fanno nei dipendenti.

Ma il partner della CNBC JUST Capital, una piattaforma dedicata alla misurazione e al miglioramento delle prestazioni aziendali, ha scoperto che il gigante dell’e-commerce è molto più basso con i lavoratori.

JUST classifica Amazon all’11° posto su 53 nella vendita al dettaglio e al 569° in assoluto tra le società che JUST segue nel Russell 1000. Le classifiche di JUST Capital sono determinate da un sondaggio di americani su quali questioni ritengono che le società statunitensi dovrebbero dare la priorità maggiore. Per i lavoratori, questi includono: pagamento di un salario dignitoso, salute e sicurezza dei lavoratori, benefici ed equilibrio tra lavoro e vita privata, diversità, equità e inclusione, nonché investimenti e formazione della forza lavoro.

Amazon supera la media del settore nelle classifiche di JUST in tutte le categorie tranne una: salute e sicurezza dei lavoratori, che misura le tutele del benessere dell’azienda per i lavoratori oltre quanto richiesto dalla legge.

JUST classifica Amazon anche al di sotto della media del settore in termini di salute e sicurezza in base al numero di controversie e al minor numero di polizze in azienda.

Questa categoria è in particolare assente dalla valutazione che entra nell’elenco di LinkedIn.

Amazon, il secondo più grande datore di lavoro privato del paese, ha dovuto affrontare un ampio controllo da parte di legislatori, attivisti e alcuni dei suoi stessi dipendenti sulla sua situazione lavorativa.

I magazzinieri e gli addetti alle consegne di Amazon si sono regolarmente espressi contro l’azienda, sostenendo che la sua “ossessione per i clienti” e l’attenzione alla consegna rapida hanno creato un ambiente di lavoro non sicuro per i dipendenti. Hanno affermato che il ritmo vertiginoso del lavoro non consente pause e tempo per il bagno adeguati. I dipendenti hanno anche esortato Amazon ad aumentare i salari e ad offrire più ferie pagate.

L’attivismo tra i dipendenti Amazon è aumentato dall’inizio della pandemia di coronavirus. I lavoratori di Amazon hanno organizzato proteste e parlato della sicurezza sul lavoro. I dipendenti hanno anche accusato Amazon di ritorsioni sia contro i colletti bianchi che contro i colletti blu della sua forza lavoro che hanno pubblicamente criticato l’azienda.

Il CEO di Amazon Andy Jassy ha riconosciuto durante il GeekWire Summit di ottobre che l’azienda potrebbe fare di più per trattare meglio i dipendenti. “Penso che se hai un grande gruppo di persone come noi – abbiamo 1,2 milioni di dipendenti – è quasi come un piccolo paese”, ha detto. “Ci sono molte cose che potresti fare meglio.”

I lavoratori di Amazon nella Staten Island di New York hanno votato per aderire a un sindacato, forse il segnale più forte di attivismo in azienda. Il risultato rappresenta un grande sconvolgimento per Amazon, che si è fermamente opposta ai sindacati sin dalla sua fondazione oltre due decenni fa.

Le elezioni sindacali hanno posto una rinnovata attenzione su come Amazon tratta i suoi dipendenti. All’inizio di questo mese, il comitato di sorveglianza della Camera ha avviato un’indagine sulle pratiche di lavoro di Amazon, chiedendole di fornire informazioni relative al crollo mortale di un magazzino in Illinois l’anno scorso.

Tra i crescenti disordini sindacali, l’anno scorso Amazon si è impegnata a lavorare per migliorare il benessere dei dipendenti. L’azienda ha aggiunto “Sforzarsi di essere il miglior datore di lavoro della Terra” alla sua lista di principi di leadership, che servono come base della sua cultura aziendale.

L’azienda ha anche aggiunto vantaggi più solidi per i dipendenti, come la copertura del costo delle tasse universitarie, inclusi libri e tasse, per i suoi circa 750.000 dipendenti orari a livello nazionale. Ha promesso 1,2 miliardi di dollari per aiutare a migliorare le competenze di oltre 300.000 dipendenti entro il 2025.

Lo scorso autunno, Amazon ha aumentato la sua paga iniziale media per i magazzinieri statunitensi a $ 18 l’ora, dopo aver fissato un salario minimo di $ 15 l’ora nel 2018.

GUARDA: Vince l’Amazon Labour Union: il presidente analizza le decisioni future

.

Leave a Comment