Gli adolescenti spendono per Nike e Lululemon nonostante le preoccupazioni per l’economia statunitense

L’abbigliamento sportivo è esposto all’interno di un negozio Lululemon Athletica.

Xaume Olleros | Bloomberg | Getty Images

Secondo un nuovo sondaggio, gli adolescenti spendono di più e cambiano le loro abitudini di acquisto, anche se sono preoccupati per la crescente incertezza economica.

Marchi di abbigliamento sportivo come Lululemon e Nike che combinano comfort e moda stanno vincendo sulle etichette di abbigliamento tradizionali, ha rivelato il rapporto semestrale “Taking Stock With Teens” di Piper Sandler pubblicato mercoledì.

Molti adolescenti affermano di non essere sicuri o di non essere interessati al cosiddetto metaverso, l’idea di acquistare beni attraverso un’esperienza di realtà virtuale. I rivenditori tra cui Nike, PacSun, Forever 21 e Ralph Lauren si sono tutti immersi nella tecnologia in erba.

Un numero crescente di adolescenti afferma inoltre di avere molta più familiarità con gli NFT, o token non fungibili, rispetto allo scorso autunno, mentre solo una piccola percentuale ne ha effettivamente acquistato uno.

Ma sono anche sempre più preoccupati per la guerra russa in Ucraina, ha rivelato il sondaggio, e sono meno preoccupati per la pandemia di Covid-19.

I risultati del sondaggio semestrale hanno implicazioni per le aziende che competono per conquistare i dollari di questa generazione. Ciò è particolarmente vero ora con il contesto economico pieno di incertezza.

Gli adolescenti hanno in programma di spendere circa $ 2.367 quest’anno per qualsiasi cosa, da pasti da fast food e videogiochi a borse e scarpe da ginnastica, ha scoperto Piper Sandler, o un totale complessivo stimato di circa $ 66 miliardi. Si tratta di un aumento del 9% rispetto ai livelli di spesa riportati nel rapporto della primavera 2021 e del 4% dal sondaggio autunnale di Piper Sandler. La spesa annuale dichiarata degli adolescenti ha raggiunto il picco di circa $ 3.023, nella primavera del 2006.

Piper Sandler ha intervistato 7.100 adolescenti dal 12 febbraio 16 al 22 marzo. L’età media degli intervistati era di 16,2 anni e il reddito familiare medio era di $ 69.298. Il 39% degli adolescenti intervistati era impiegato a tempo parziale, rispetto al 38% dello scorso autunno e al 33% della scorsa primavera.

Cresce la preoccupazione per l’economia

Sebbene i livelli di spesa degli adolescenti siano costantemente migliorati da un minimo nell’autunno del 2020, le aziende sono ancora alle prese con la domanda su cosa potrebbe far deragliare la crescita e se i consumatori ritireranno le loro spese.

Un enorme 71% di adolescenti ha riferito a Piper Sandler di ritenere che l’economia statunitense stia peggiorando, dal 56% che si sentiva così lo scorso autunno e dal 46% la scorsa primavera.

Alla domanda su quali questioni politiche o sociali contavano di più per loro, la risposta principale degli adolescenti è stata l’invasione dell’Ucraina da parte della Russia, al 13%. Segue l’ambiente, all’11%; uguaglianza razziale, al 10%; prezzi del gas, al 10%; e inflazione, al 4%.

Il coronavirus è caduto in particolare dalla lista delle prime 10 preoccupazioni degli adolescenti, dopo essersi classificato quarto nel sondaggio di Piper Sandler lo scorso autunno e la scorsa primavera.

L’analista dei consumatori di Piper Sandler, Matt Egger, ha osservato che la continua preoccupazione dei consumatori della Generazione Z per l’ambiente fa ben sperare per piattaforme di noleggio come Rent the Runway e attività di rivendita come ThredUp e The RealReal.

Nike, Amazon mantengono le prime posizioni

Nel frattempo, Nike è rimasta la n. 1 marchio di abbigliamento preferito tra gli adolescenti, un posto che ha mantenuto per ben 11 anni consecutivi. Ha anche ampliato il suo margine come marchio di calzature preferito tra gli acquirenti della Gen Z, afferma il sondaggio, davanti a Converse, Adidas, Vans, New Balance e Crocs, in quest’ordine.

American Eagle ha mantenuto il suo posto come secondo marchio di abbigliamento preferito dagli adolescenti, seguito da Lululemon, che è salito di una posizione nell’elenco rispetto all’anno precedente. Il rivenditore di fast fashion H&M è salito al quarto posto dal nono dell’anno precedente. Adidas è rimasta al quinto posto.

Complessivamente, i marchi sportivi citati nel sondaggio pubblicato mercoledì rappresentavano il 44% delle etichette di abbigliamento preferite dagli adolescenti, i livelli più alti che Piper Sandler ha visto per la categoria. Ciò è in linea con un cambiamento più ampio tra i consumatori durante la pandemia, verso abiti elastici e più larghi da indossare in casa. E molti adolescenti stanno ancora incorporando marchi sportivi nei loro guardaroba anche mentre tornano a scuola e in ufficio.

Shein, un colosso cinese della moda e-commerce che secondo quanto riferito sta pesando un round di finanziamento con una valutazione di circa $ 100 miliardi, si è classificato settimo per il posto preferito dagli adolescenti per comprare vestiti, in calo rispetto al sesto nell’autunno del 2021 ma in aumento rispetto all’ottavo la scorsa primavera .

Le femmine continuano a spendere ampiamente più dei maschi per l’abbigliamento, secondo il sondaggio Piper Sandler, mentre i maschi spendono, in media, circa $ 51 in più rispetto alle femmine per le scarpe ogni anno.

Amazon è rimasto di gran lunga il sito Web preferito per fare acquisti in generale, conquistando una quota del 53%, rispetto al 52% dello scorso autunno. Shein è rimasto al secondo posto, ma la sua quota di preferenza degli adolescenti è scesa all’8% dal 9%. Altri rivenditori nell’elenco erano Nike, PacSun, Lululemon e Princess Polly, in quest’ordine.

Quando si tratta del metaverso e di piattaforme come Roblox o Decentraland, il 26% degli adolescenti ha riferito di possedere una sorta di dispositivo di realtà virtuale, con solo il 5% che lo utilizza quotidianamente. Il 48% ha dichiarato di non essere sicuro o di non essere interessato al metaverso.

.

Leave a Comment