I democratici accusano le compagnie petrolifere di “fregare” i prezzi del gas

“In un momento di profitti record, Big Oil si rifiuta di aumentare la produzione per fornire al popolo americano il sollievo tanto necessario alla pompa di benzina”, ha affermato il rappresentante Frank Pallone, DNJ, presidente della Commissione per l’energia e il commercio della Camera.

I dirigenti petroliferi, testimoniando davanti al Congresso per la seconda volta in sei mesi, hanno risposto che il petrolio è un mercato globale e che le compagnie petrolifere non dettano i prezzi.

“Non controlliamo il prezzo di mercato del petrolio greggio o del gas naturale, né di prodotti raffinati come benzina e gasolio, e non abbiamo alcuna tolleranza per le truffe sui prezzi”, ha affermato Michael Wirth, CEO di Chevron.

L’udienza arriva quando il presidente Joe Biden ha ordinato il rilascio di 1 milione di barili di petrolio al giorno dalla riserva petrolifera strategica della nazione per sei mesi nel tentativo di controllare i prezzi dell’energia che sono aumentati mentre gli Stati Uniti e gli alleati hanno imposto pesanti sanzioni alla Russia sulla sua invasione dell’Ucraina. Il prezzo medio nazionale del gas è stato di $ 4,16 al gallone per il normale mercoledì, rispetto a $ 2,87 di un anno fa, secondo AAA.

Biden e altri democratici hanno incolpato il presidente russo Vladimir Putin e l’industria petrolifera statunitense per l’aumento, citando i rapporti secondo cui le compagnie petrolifere hanno realizzato profitti record negli ultimi mesi poiché i prezzi sono aumentati in seguito all’invasione russa dell’Ucraina.

“Questo è l’aumento dei prezzi di Biden”, ha ribattuto la rappresentante Cathy McMorris Rodgers dello stato di Washington, il principale repubblicano del comitato.

Notando che i prezzi stavano aumentando prima che la Russia invadesse l’Ucraina alla fine di febbraio, McMorris Rodgers ha affermato che gli americani “sono troppo intelligenti e non si sono innamorati di questo”, affermano Biden e altri democratici. Ha definito l’udienza “puramente politica”.

Il CEO di ExxonMobil, Darren Woods, ha affermato che Exxon ha interrotto gli investimenti in Russia e si sta ritirando dalle operazioni lì. La società sta aumentando la produzione negli Stati Uniti, ha affermato Woods, anche nel bacino del Permiano ricco di petrolio nel New Mexico e in Texas. Exxon sta anche aumentando la produzione al di fuori degli Stati Uniti, incluso “uno sviluppo di livello mondiale in Guyana”, ha affermato Woods.

Interrogati da Pallone, Woods e altri amministratori delegati hanno affermato che le compagnie petrolifere non hanno in programma di interrompere il pagamento dei dividendi agli azionisti o di limitare i riacquisti di azioni che hanno arricchito azionisti e dirigenti della società. Le sei società all’udienza hanno registrato profitti per 77 miliardi di dollari l’anno scorso, hanno detto a Pallone.

Rappresentante. Kim Schrier, D-Wash., Ha detto che i prezzi del gas sono vicini a $ 5 per gallone nel suo distretto di Seattle. I suoi elettori “sono pazzi, e dovrebbero esserlo”, ha detto, citando i profitti record che le compagnie petrolifere stanno raccogliendo.

“Sembra un abuso. Sembra anche un profitto”, ha detto Schrier. I prezzi alla pompa non sono scesi nelle ultime settimane insieme ai prezzi del greggio, hanno notato lei e altri democratici.

In un periodo di guerra e prezzi elevati, “le compagnie petrolifere non dovrebbero restituire profitti agli azionisti”, ha affermato, esortando i dirigenti petroliferi a riportare la produzione ai livelli pre-pandemia.

Wirth, il CEO di Chevron, ha affermato che la sua azienda ha prodotto una quantità record di petrolio nel 2021, assicurandosi anche di “restituire valore agli azionisti” attraverso dividendi più elevati e riacquisti di azioni.

“Non si escludono a vicenda. Possiamo fare entrambe le cose”, ha detto.

Biden ha chiesto al Congresso di imporre sanzioni pecuniarie alle società che affittano terreni pubblici ma non producono petrolio, una richiesta che finora è stata ignorata. Biden ha anche invocato il Defense Production Act per incoraggiare l’estrazione di minerali critici per le batterie nei veicoli elettrici, parte di una più ampia spinta a ridurre l’uso di combustibili fossili e affrontare il cambiamento climatico.

“La linea di fondo è che se vogliamo prezzi del gas più bassi, dobbiamo avere più fornitura di petrolio in questo momento”, ha detto Biden la scorsa settimana nell’annunciare il rilascio di petrolio dalla riserva strategica di petrolio. “Questo è un momento di conseguenze e pericolo per il mondo e dolore alla pompa per le famiglie americane”.

L’aumento dei prezzi ha danneggiato l’approvazione di Biden a livello nazionale e ha aggiunto miliardi di dollari per l’esportazione di petrolio al governo russo mentre dichiara guerra all’Ucraina.

Il rilascio di petrolio dalle scorte statunitensi potrebbe ridurre i prezzi del petrolio, sebbene Biden abbia ordinato due volte il rilascio dalle riserve senza causare un cambiamento significativo nei mercati petroliferi. Biden ha detto la scorsa settimana che si aspetta che i prezzi della benzina possano scendere “abbastanza in modo significativo”.

Le compagnie petrolifere si sono impegnate ad aumentare la produzione interna, ma sta crescendo lentamente. I dirigenti sottolineano i vincoli della catena di approvvigionamento e del lavoro a seguito della pandemia di COVID-19, nonché le richieste di rendimento degli investitori. Hanno chiesto più permessi federali per consentire locazioni aggiuntive.

Oltre a Exxon e Chevron, altre società rappresentate all’audizione erano Shell, BP, Pioneer Natural Resources e Devon Energy.

.

Leave a Comment