I tanti segreti della Jamaica Bay in “Greywater”

Willie Sutton ha notoriamente scherzato dicendo che il motivo per cui ha rapinato le banche era “è lì che sono i soldi”. I bracconieri, seguendo una logica simile, hanno fatto irruzione a lungo nel grande estuario della Jamaica Bay, all’estremità sud-orientale di Brooklyn e del Queens, nell’area metropolitana, è lì che si trova la fauna selvatica. Le sue coste sono caratterizzate da impianti di depurazione, ex discariche e dall’aeroporto internazionale John F. Kennedy. Eppure a nidificare c’è un rifugio per la fauna selvatica federale, brulicante di alcune delle più grandi biodiversità di New York City. Alla fine del 1800 garzette grandi e nevose furono uccise per fornire piume bianche ai cappelli delle donne; una generazione dopo, le tartarughe tartarughe diamondback furono raccolte per una tendenza da zuppa gourmet e ricevettero una tregua solo nel 1920, quando il proibizionismo rese scarso un ingrediente chiave: lo sherry.

Nel giugno 2021 ho condiviso con Il newyorkese un allarme bracconaggio lanciato dal residente di Broad Channel Don Riepe, un naturalista in carriera con il National Park Service e ora l’American Littoral Society. Lo conosco dal 2008 e l’organizzazione no profit che ho fondato, HarbourLAB, lo ha aiutato a piantare erba palustre autoctona su un isolotto della Jamaica Bay nel 2014. Aveva pubblicato su Facebook un video di luci sulla baia che si è rivelato essere, come sospettava, bracconieri che raccoglievano tartarughe diamondback. Per il cortometraggio documentario “Greywater”, il Newyorkese il regista Daniel Lombroso ha deciso di perseguitare questi bracconieri moderni.

Il bracconaggio è comune nella regione di New York. Oggi, le tartarughe autoctone del nord-est e del medio Atlantico protette a livello federale sono travolte in una rete commerciale globale di animali domestici esotici. Nel 2019, un uomo della Pennsylvania, David Sommers, è stato incarcerato per il traffico di tartarughe diamondback dal New Jersey. Le autorità hanno trovato più di tremilaquattrocento piccoli nella sua casa. A Jamaica Bay, sono più vulnerabili durante l’estate, quando scendono a terra per deporre le uova, e di nuovo quando i piccoli tornano in mare. I granchi a ferro di cavallo depongono le uova in punti simili alcune settimane prima. Nel 2013, Robert Wolter e Joseph Knauer sono stati arrestati con una barca carica di granchi a ferro di cavallo prelevati dalla Jamaica Bay, dopo essere stati inseguiti dai piloti di elicotteri della polizia di New York utilizzando occhiali per la visione notturna. Gli antichi artropodi hanno sangue azzurro usato come agente di rilevamento dei batteri, che costa quindicimila dollari al quarto. Anche le umili anguille che nuotano dentro e attraverso New York City non sono al sicuro, ha affermato Merry Camhi, direttore del New York Seascape della Wildlife Conservation Society. Decine di arresti negli ultimi anni lungo la costa orientale attestano il boom del mercato delle anguille cieche giovani, non ancora pigmentate, che costano più di mille dollari per libbra come prelibatezza di mare.

[Support The New Yorker’s award-winning journalism. Subscribe today »]

Lombroso sperava che potessimo scoprire il funzionamento di un sindacato internazionale di bracconaggio dietro quelle luci oscillanti sulla baia. Ad agosto, è andato a indagare – e filmare – ciò che stava accadendo sulla spiaggia vicino al piccolo Joseph P. Addabbo Memorial Bridge, che collega Broad Channel a Howard Beach. Le luci sulle secche erano ancora lì: i fari delle persone che guadavano nell’oscurità. Ma gli uomini e le donne incontrati da Lombroso non provenivano da un bracconaggio; stavano cercando cave più comuni, come vongole e granchi blu. Una persona diventa un bracconiere di granchi nello Stato di New York solo catturandone troppi, o troppo piccoli o portatori di uova. Nessuna autorità sospetta che questi raccolti stiano viaggiando lontano; la maggior parte raccoglieva cibo per il consumo domestico.

“L’intero progetto è stata una sorpresa. Siamo entrati con l’aspettativa piuttosto forte che si trattasse di un’attività di bracconaggio illegale, che ci fossero molti soldi coinvolti “, ha spiegato Lombroso. “La maggior parte dei bracconieri che abbiamo incontrato lo facevano perché non avevano altra scelta. Avevano fame. Questa era un’opzione alimentare più economica di quella che avrebbero trovato al supermercato e, a causa della pandemia, sono stati schiacciati economicamente in un modo che non si aspettavano”.

Ma, secchio dopo secchio, è meno probabile che i granchi illegali danneggino l’ecosistema di Jamaica Bay di quanto non facciano male a se stessi. Mangiare gli abitanti del fondo raccolti dalla baia, anche in quantità legali, rappresenta un rischio per la salute. Le sostanze inquinanti che si accumulano nelle creature marine possono renderle pericolose da consumare. “Il film è diventato meno su quanto sia dannoso per l’ambiente e più sui rischi per la salute pubblica”, ha detto Lombroso.

“Chiamo il fiume Hudson fino alla Baia della Giamaica un bellissimo sito di rifiuti pericolosi”, osserva David O. Carpenter in “Greywater”. Carpenter è professore di scienze della salute ambientale presso SUNY Albany, dove dirige l’Istituto per la Salute e l’Ambiente. Nel 1972, il Clean Water Act ha modificato i cambiamenti forzati che hanno migliorato la qualità dell’acqua nel porto di New York e nei suoi dintorni; prima di allora, l’area era una sorta di fogna a cielo aperto (sebbene la pioggia causi ancora straripamenti combinati delle fognature). Ma il limo di fondo – che il biologo John Waldman ha chiamato “materiale flocculante” che assomiglia a “maionese nera” nel suo libro “Heartbeats in the Muck” – era saturo di tossine provenienti da due piante GE, un modello trentennale di rilasci negligenti cinquanta miglia a nord di Albany. GE stava eliminando le fuoriuscite di routine di PCB, bifenili policlorurati, una classe di sostanze chimiche artificiali che non si decompongono facilmente in natura e che erano state bandite nel 1979, ritenute causare danni al cervello e cancro e aumentare il rischio di diabete e altre malattie croniche.

Lombroso stava affrontando due tipi di invisibilità. I PCB sono invisibili nell’acqua e insipidi nelle creature in cui si accumulano. E le persone che li ingeriscono sono immigrati privi di potere che escono nell’oscurità in un luogo visitato di rado. Il giornalista e produttore Yifan Yu e un gruppo di traduttori si sono uniti allo sforzo di “Greywater” per condividere le esperienze dei granchi, trasmesse in mandarino, cantonese e fuzhounese, ma nessuno dei granchi ha voluto essere intervistato. Sono stati presi in un doppio legame: l’insicurezza alimentare li ha portati a fare la raccolta fuori dalla vista e al limite della legge; e, quando gli attivisti locali si sono avvicinati ai crabber, non era chiaro se la loro intenzione fosse quella di fornire informazioni sui rischi per la salute o di metterli nei guai.

In “Greywater”, l’epidemiologa della NYU Stella Yi offre un contesto non solo per la sua esperienza accademica, ma anche per parlare del dolore provato da molti newyorkesi con origini asiatiche la cui povertà e privazione dei diritti civili sono trascurate. “Ci sono enormi sezioni della comunità che vivono ai margini. Il problema dell’insicurezza alimentare nella comunità cinese a basso reddito è un problema “, afferma. E non è un caso che sempre più persone abbiano raccolto cibo dalla baia contaminata durante la pandemia. La caccia è aumentata e questa strategia di sopravvivenza si è trasformata in bracconaggio in luoghi in tutto il mondo. “Questo è quello che succede quando ci sono tutti questi buchi nel sistema di supporto sociale in questo paese, dove alla gente piace vivere fuori e andare ai margini, per sopravvivere”.

Le luci oscillanti nell’acqua si sono rivelate non essere un segno di qualche operazione di bracconaggio su larga scala. Invece, hanno rivelato che diversi problemi spesso invisibili – difficoltà economiche e insicurezza alimentare, degrado ecologico e inquinamento a lungo termine – avevano raggiunto una confluenza nella baia.

Una versione precedente di questo articolo ha erroneamente indicato il prezzo del sangue di granchio a ferro di cavallo.

.

Leave a Comment