I titoli tecnologici in Asia scivolano; I rendimenti dei Treasury USA a 10 anni aumentano

SINGAPORE – I titoli tecnologici dell’Asia-Pacifico sono scesi negli scambi di mercoledì, rispecchiando le perdite osservate tra i loro pari a Wall Street a seguito di un aumento durante la notte del rendimento dei Treasury USA a 10 anni.

I titoli tecnologici cinesi a Hong Kong sono scesi negli scambi di mercoledì, con Alibaba in calo del 4,05% e Meituan in calo del 2,81% mentre Tencent ha perso l’1,85%. L’indice Hang Seng Tech è sceso del 3,17%.

In Giappone, le azioni del Gruppo SoftBank hanno perso il 2,49%. In Corea del Sud, le azioni Kakao sono scese del 2,79% e Naver del 3,21% mentre SK Hynix è sceso del 2,58%.

Quelle perdite in Asia sono arrivate dopo che il Nasdaq Composite, pesantemente tecnologico, è rimasto in ritardo rispetto a Wall Street, scendendo del 2,26% a 14.204,17.

Anche i mercati più ampi dell’Asia-Pacifico sono stati scambiati in territorio negativo mercoledì.

L’indice Hang Seng di Hong Kong è sceso dell’1,42%. Le azioni della Cina continentale sono diminuite quando sono tornate in borsa dopo le festività all’inizio della settimana. Il Composite di Shanghai è sceso dello 0,22% mentre la componente di Shenzhen ha perso lo 0,611%.

La politica del Covid-zero è probabilmente l’incertezza più importante che stiamo osservando a Eastspring in questo momento, ma in generale pensiamo che ci sia una buona opportunità per gli investitori che vogliono tornare in Cina.

Sara Lien

gestore di portafoglio clienti, Eastspring Investments

L’attività del settore dei servizi cinese ha visto una forte contrazione a marzo, secondo un sondaggio privato mostrato mercoledì. L’indice dei gestori degli acquisti dei servizi Caixin è sceso a 42,0 a marzo, ben al di sotto della lettura di febbraio di 50,2 e del segno di 50 che separa la crescita dalla contrazione su base mensile. La lettura di mercoledì è stata anche la più bassa da febbraio 2020.

Quel rilascio di dati arriva mentre la Cina continua a combattere la sua peggiore epidemia di Covid dall’inizio della pandemia all’inizio del 2020.

“La politica Covid-zero è probabilmente l’incertezza più importante che stiamo osservando a Eastspring in questo momento, ma in generale pensiamo che ci sia una buona opportunità per gli investitori che vogliono tornare in Cina”, Sarah Lien, gestore di portafoglio clienti a Eastspring Investments (Singapore), ha detto mercoledì a “Street Signs Asia” della CNBC.

“Anche se… c’è molta preoccupazione nei mercati, pensiamo che abbia un prezzo, pensiamo che ci siano opportunità… e pensiamo che la Cina sia solo un grande diversificatore… nei portafogli globali”, ha detto Lien.

Scelte di titoli e tendenze di investimento da CNBC Pro:

In Giappone, il Nikkei 225 è scivolato dell’1,62% mentre l’indice Topix è sceso dell’1,17%. Kospi della Corea del Sud è sceso dello 0,9%.

Altrove, l’S&P / ASX 200 in Australia è sceso dello 0,52%.

L’indice MSCI delle azioni dell’Asia-Pacifico al di fuori del Giappone è stato scambiato in ribasso dell’1,17%.

Orologio del Tesoro degli Stati Uniti

Gli investitori continueranno a monitorare i movimenti dei Treasury statunitensi mercoledì. Martedì il Tesoro decennale è salito al livello più alto da maggio 2019, toccando un massimo del 2,562% prima di attestarsi al 2,55%.

Il rendimento della nota del Tesoro a 10 anni di riferimento si è attestato l’ultima volta al 2,6181%, ben al di sopra del rendimento della nota del Tesoro a 2 anni del 2,5878%. I rendimenti si muovono inversamente ai prezzi.

Storicamente, prima delle recessioni, è stato osservato un rialzo del rendimento dei Treasury a 2 anni rispetto al tasso a 10 anni, avvenuto la scorsa settimana prima della recente inversione di tendenza.

Il rendimento del Tesoro a 10 anni è balzato durante la notte dopo che i commenti del governatore della Federal Reserve statunitense Lael Brainard hanno suggerito un approccio aggressivo alla contrazione del bilancio della banca centrale.

“Brainard ha arricchito i suoi commenti sulla riduzione del bilancio con avverbi che si sono aggiunti alla percezione da falco. Inoltre, tale riduzione potrebbe iniziare a maggio è prima del previsto”, hanno scritto in una nota Frances Cheung e Terence Wu dell’OCBC Treasury Research di Singapore.

“Probabilmente non siamo ancora al picco della Fed. Questa dinamica potrebbe ancora estendersi”, hanno detto.

Valute e petrolio

L’indice del dollaro USA, che replica il biglietto verde contro un paniere dei suoi pari, era a 99.545 dopo un recente balzo da sotto 99.

Lo yen giapponese è stato scambiato a 123,83 per dollaro, più debole rispetto ai livelli inferiori a 123,3 visti ieri contro il biglietto verde. Il dollaro australiano è passato di mano a $ 0,7575 dopo un recente calo da sopra $ 0,762.

I prezzi del petrolio sono stati più alti nel pomeriggio delle ore di negoziazione in Asia, con i future sul greggio Brent, benchmark internazionale, che sono saliti dello 0,24% a $ 106,90 al barile. I future sul greggio statunitense sono stati leggermente superiori a 101,98 dollari al barile.

.

Leave a Comment