La fusione nucleare ha appena compiuto un enorme balzo verso la produzione di energia

Gli scienziati di un laboratorio in Inghilterra hanno infranto il record per la quantità di energia prodotta durante una reazione di fusione controllata e sostenuta. La produzione di 59 megajoule di energia in cinque secondi durante l’esperimento Joint European Torus – o JET – in Inghilterra è stata definita “una svolta” da alcune testate giornalistiche e ha suscitato parecchia eccitazione tra i fisici. Ma una linea comune per quanto riguarda la produzione di elettricità da fusione è che è “sempre a 20 anni di distanza”.

Siamo un fisico nucleare e un ingegnere nucleare che studiamo come sviluppare la fusione nucleare controllata allo scopo di generare elettricità.

Il risultato JET dimostra notevoli progressi nella comprensione della fisica della fusione. Ma altrettanto importante, mostra che i nuovi materiali utilizzati per costruire le pareti interne del reattore a fusione hanno funzionato come previsto. Il fatto che la nuova costruzione del muro abbia funzionato così come ha fatto è ciò che separa questi risultati dalle pietre miliari precedenti ed eleva la fusione magnetica da un sogno a una realtà.