Quindi hai giocato al gioco perfetto. E adesso?

Sai che: sensazione, quando un gioco tanto atteso cade e il tuo corpo è solo: pronto:. Potresti anche aver bloccato il tempo sul tuo calendario e aver tolto il lavoro il giorno del rilascio. Tutto ciò a cui puoi pensare è giocare e vuoi solo essere appollaiato, controller in mano, schiacciare quei pulsanti con i palmi sudati e macinare.

È un luogo familiare ed eccitante, da cui molti giocatori sono tornati di recente. Conosci quelli, le persone che stavano aspettando: Orizzonte Ovest Proibito: da: Alba di Orizzonte Zero: uscito cinque anni fa. Non erano delusi, se si deve credere alla scrittura sgargiante del gioco. Molti, sicuramente, sono stati risucchiati nel suo futuro post-apocalittico e hanno attraversato ogni livello, prendendo a malapena il tempo per respirare, per non parlare di assaporare ogni singolo momento.

Qui sta il pericolo di abbuffarsi di videogiochi. È divertente durante il viaggio, ma tutto passa in una tale foschia che è impossibile apprezzare la complessità e le sfumature di qualsiasi cosa, soprattutto in un titolo così ampio come Orizzonte Ovest Proibito:. È vero, ci sono momenti in cui è terapeutico, un’opportunità per spegnere la tua mente ed essere portato via. Ma c’è un momento in cui il binge-playing è semplicemente troppo, ed è allora che iniziano i problemi.

Forse il “problema” non rende giustizia a questo sentimento. Forse è “ansia”. La gioia di: Orizzonte Ovest Proibito: sta nella sua storia, nello scoprire dove sta portando Guerrilla la narrazione. Il nervosismo colpisce quando ci si rende conto che a un certo punto la storia deve finire. Non importa quanto tu possa voler vivere in questo mondo per sempre, non puoi.

Quando ho raggiunto 75 ore in: Ovest proibito:, ho smesso di giocare. Ci sono ancora piccole cose da scoprire sulla mappa, ma per ora ho finito con questo playthrough. Francamente, mi ha lasciato un po’ di vuoto. Cosa succede dopo, dopo aver giocato al gioco perfetto, uno che in qualche modo ha superato le tue aspettative selvaggiamente alte?

Per me la risposta è niente. Ho spento il controller, perché sapevo che nessun videogioco mi avrebbe soddisfatto dopo quell’esperienza. Non è giusto per nessun gioco che segue: Orizzonte Ovest Proibito:. Posso iniziare e interrompere un sacco di giochi, insoddisfatto perché non sono esattamente quello che voglio che siano, oppure posso accettare che dopo una sessione di abbuffata come quella, ho solo bisogno di fare una pausa. Mi sento come se fossi appena uscito da una foschia oscura (letteralmente, gioco ai videogiochi nel seminterrato) e voglio apprezzare il mondo esterno per un po’.

Alla fine, rigiocarò il gioco. Ma quando lo farò, manterrò la promessa a me stesso che ho infranto la prima volta: per prendersela con calma. Conosco la storia, quindi non ho bisogno di andare avanti il ​​più velocemente possibile per inserirla nel mio cervello. Sarà una relazione più sana questa volta, con più dare e avere. Ma per ora andrò piano, magari leggerò un libro o mi aggiornerò su tutti quei programmi televisivi che ho trascurato. O forse, riprodurò semplicemente: Alba di Orizzonte Zero:.


Altre fantastiche storie di WIRED:

.

Leave a Comment