Borsa di rinnovo ammissibile titolare di UC per continuare lo studio dei fattori genetici del cancro al seno

Un rinnovo della sovvenzione per un ricercatore dell’Università di Cincinnati aiuterà a continuare lo studio dei fattori genetici del cancro al seno e dei potenziali bersagli terapeutici.

Xiaoting Zhang, PhD, ha ricevuto il 1° aprile una sovvenzione R01 per il rinnovo concorrente di 1.923.750 dollari dal National Institutes of Health’s National Cancer Institute (NCI) per continuare la sua ricerca.

Nel precedente periodo di finanziamento della sovvenzione, Zhang e il suo team hanno scoperto che un gene chiamato MED1 funziona come co-driver del cancro di un altro gene chiamato HER2 nel promuovere la crescita, la diffusione e la resistenza al trattamento del tumore al seno. Zhang e i suoi colleghi hanno anche sviluppato una nanoparticella di RNA multifunzionale che spegne MED1 in modo specifico nelle cellule tumorali, impedendogli di funzionare per promuovere la crescita del tumore e la resistenza alla terapia.

“È come se MED1 fosse a valle e HER2 a monte”, ha affermato Zhang, professore e Thomas Boat Endowed Chair presso il Dipartimento di Biologia del Cancro della UC, direttore del programma di ricerca sul cancro al seno e membro dell’Università di Cincinnati Cancer Center. “Quindi, se si elimina questa cosa a valle, l’HER2 e altre chinasi spesso attivate in modo anomalo nei tumori al seno non possono scendere per guidare la crescita e la diffusione del tumore”.

La nuova terapia con nanoparticelle di RNA è stata brevettata lo scorso anno ed è attualmente in fase di sviluppo della commercializzazione attraverso il supporto del 1819 Innovation Hub e dei fondi Ohio Third Frontier.

Con questo nuovo round di finanziamento, Zhang ha affermato che cercherà ulteriormente un altro gene “a valle”, chiamato Jab1, che ha recentemente dimostrato di lavorare a stretto contatto con MED1 per accelerare la diffusione delle cellule del cancro al seno e sviluppare resistenza ai trattamenti. I ricercatori cercheranno di definire meglio il ruolo di Jab1, come regola il turnover e le attività di MED1 per le metastasi del cancro al seno e la resistenza alla terapia e come può essere interrotto.

La ricerca includerà anche un ulteriore studio dell’efficacia delle nanoterapie dell’RNA attraverso approcci basati sulla nanotecnologia dell’RNA che prendono di mira Jab1 e ​​MED1 per prevenire la crescita del tumore e la resistenza al trattamento. Con il recente aumento delle approvazioni della FDA e l’ampio uso di vaccini e medicinali a RNA, questi nanoterapici multifunzionali a RNA potrebbero rappresentare una terapia di prossima generazione molto promettente a beneficio della cura del paziente attraverso una migliore efficacia, minori effetti collaterali indesiderati e una migliore qualità della vita del paziente e conformità al trattamento .

Apprezziamo molto il riconoscimento dei nostri risultati nel ciclo di finanziamento precedente e il nostro lavoro nuovo e innovativo proposto dall’NCI. Siamo molto fortunati a continuare a essere supportati da più sovvenzioni simultanee NCI R01, che ci consentono di concentrare maggiormente i nostri sforzi sulla scoperta molecolare fondamentale delle metastasi del cancro al seno e sulla resistenza alla terapia e sull’ulteriore traduzione dei nostri risultati in cliniche”.


Xiaoting Zhang, PhD, ricercatore, Università di Cincinnati

.

Leave a Comment