David Oyelowo descrive l’incontro “brutto” e “codificato” dal punto di vista razziale dopo l’incidente agli Oscar di Will Smith

Le ripercussioni del vincitore del premio come miglior attore Will Smith che ha attaccato il presentatore Chris Rock agli Oscar del 2022 sono ancora sentite da Hollywood, in particolare dalle star nere.

Il candidato all’Emmy David Oyelowo ha pubblicato una rubrica per l’Hollywood Reporter descrivendo in dettaglio l’effetto a catena dell’ormai famigerato schiaffo degli Oscar. Oyelowo è stato uno spettatore di una serie di episodi drammatici agli Oscar, da “Selma” snobbato come miglior attore e miglior regista che ha dato il via a #OscarsSoWhite nel 2015 alla sua reazione virale al fatto che “La La Land” sia stato erroneamente annunciato come miglior film.

Altro da IndieWire

“Ma come la maggior parte di noi, niente avrebbe potuto prepararmi per quello che sarebbe successo”, ha scritto Oyelowo della 94a edizione degli Oscar. “Come uomo di colore agli occhi del pubblico, sei costantemente consapevole del fatto che la tua stessa esistenza è politica. Sei costantemente in uno stato di essere usato come esempio per perpetuare o sfatare uno stereotipo. Questi stereotipi sono legati alla criminalità, alla civiltà, all’istruzione, all’abilità sessuale, alla povertà, alla responsabilità sociale e molto altro ancora. È un peso che devo accettare nonostante sia di natura estenuante”.

Oyelowo ha aggiunto: “Nel momento in cui mi sono reso conto lentamente della natura di ciò che era appena accaduto sul palco del Dolby Theatre, mi sono trovato di fronte alla stessa crescente ansia che provano tutti i neri quando la faccia che appare al telegiornale dopo che viene segnalato un crimine , è nero. Ti ritrovi a pensare: ‘Cosa significa questo per noi?’ ‘Che cosa significa questo per me?’ “

Dopo gli Oscar, Oyelowo è stato affrontato a un after-party da un anziano gentiluomo bianco che aveva “gustato il suo comportamento” mentre diceva che Smith “avrebbe dovuto essere trascinato fuori di lì”.

Oyelowo ha commentato: “Puoi anche essere d’accordo con quel sentimento, ma non è quello che ha detto, è il strada l’ha detto. Conosco quel gusto. Conosco quel comportamento ed è brutto fino in fondo in tutti i suoi messaggi in codice. ”

L’attore di “Midnight Sky” ha aggiunto che l’Academy ha ottenuto “grandi guadagni” dai tempi degli #OscarsSoWhite, in particolare per “migliorare i suoi dati demografici di razza e genere vergognosamente irregolari”.

Eppure Oyelowo ha avvertito di come l’alterco di Smith potrebbe avere un impatto su quel progresso.

“Sarebbe ingenuo presumere che l’incidente tra Will Smith e Chris Rock non sarà spinto, da alcuni professionisti del settore, attraverso la lente della gara”, ha continuato Oyelowo. “Alcuni di loro saranno le stesse persone che hanno resistito alle misure di inclusione che Cheryl Boone Isaacs e i suoi sostenitori dell’Accademia sono riusciti a portare avanti e che hanno portato a un’Accademia più diversificata… Sulla scia dell’omicidio di George Floyd, l’industria dell’intrattenimento ha fatto molto di impegni per aumentare la diversità della nostra attività. Alcuni intenzionali. Qualche cerimoniale. Il mio timore è che questo sfortunato incidente, che ci sta elaborando tutti, abbia un effetto negativo sulla continua spinta all’inclusione. ”

Ha aggiunto: “Ci sono quelli che, nel tentativo di assicurarsi che qualcosa di simile non accada mai più, opereranno attraverso un pregiudizio inconscio – o cosciente. Un pregiudizio che governa ancora gran parte del processo decisionale a Hollywood. Sarebbe tragico se un tentativo di impedire che un simile incidente si ripetesse diventasse una scusa per far fallire le idee sull’inclusione e la diversità. Ciò non fa che confermare la natura falsa di alcuni di questi impegni in primo luogo. Questo incidente non dovrebbe essere un trampolino di lancio per discussioni per procura nei circoli di Hollywood su razza, rispettabilità e appartenenza. ”

Oyelowo ha concluso che mentre l’attacco “ingiusto” a Rock e l’ombra della notte degli Oscar nel suo insieme “non possono essere sopravvalutati”, ci deve essere un riconoscimento dell’altra metà di questa discussione.

“Non dimentichiamo che c’è una disposizione esemplificata dall’uomo che mi ha avvicinato a quell’after-party”, ha concluso Oyelowo. “La sua magra pettegola e il mezzo sorriso sul suo volto sono indicativi di ciò che non deve insinuarsi all’indomani di questo incidente. Dobbiamo essere vigili contro il processo decisionale che influenzerebbe negativamente i guadagni realizzati da artisti del calibro di The Academy, Cheryl Boone Isaacs e tutti coloro che lottano per un’industria e un mondo dell’intrattenimento più diversificati, inclusivi ed equi. “

Leggi l’editoriale completo qui.

Il meglio di IndieWire

Iscriviti alla Newsletter di Indiewire. Per le ultime notizie, seguici su Facebook, Twitter e Instagram.

Clicca qui per leggere l’articolo completo.

Leave a Comment