Ho testato l’Hummer completamente elettrico. Può conquistare gli scettici americani sui veicoli elettrici? | Auto elettriche, ibride e a basse emissioni

ioÈ il peso di un elefante, può muoversi come un granchio e in una vita precedente è stato insultato dagli ambientalisti. L’Hummer, quell’incarnazione del machismo che beve benzina, è tornato come veicolo elettrico con un’improbabile fatturazione come alleato nel tentativo di scongiurare l’aggravarsi della crisi climatica.

La reincarnazione dell’enorme camioncino, testato dal Guardian nel caldo torrido dell’Arizona, è stata lodata dal produttore General Motors (GM) come prova che i veicoli elettrici (EV) possono ora raggiungere anche i devoti più ostinati dell’America centrale di grandi dimensioni. cultura automobilistica.

GM spera di schiacciare, sotto un robusto volante Hummer, l’idea che le auto verdi assomiglino solo a una Prius. “Vogliamo trasformare gli scettici dei veicoli elettrici in credenti dei veicoli elettrici”, ha affermato Mikhael Farah, un portavoce di GM. Questo Hummer è stato persino approvato come un vantaggio per il clima dalla Casa Bianca: a novembre, Joe Biden ha strillato intorno allo stabilimento GM di Detroit a bordo di un Hummer EV. “Questa ventosa è qualcos’altro!” esclamò il presidente, un “ragazzo dell’auto” confessato.

È una sorprendente riformulazione di un marchio che è stato generato da uno spartano Humvee di livello militare ed è diventato una sorta di forza d’invasione muscolare sulle strade nei primi anni 2000. Arnold Schwarzenegger, prima di iniziare a lanciare seri avvertimenti sul cambiamento climatico, lo ha sostenuto. Boxy e non raffinato, l’Hummer incarnava un’estetica stravagantemente maschile che sembrava quasi godersi il suo consumo di carburante gigantesco.

Arnold Schwarzenegger e sua figlia Katherine guidano un Hummer che beve benzina a Los Angeles nel 2017. Fotografia: BG004 / Bauer-Griffin / Immagini GC

Anche in un’epoca in cui le dimensioni delle auto sono state sottoposte a steroidi, le preoccupazioni per la crisi climatica hanno reso l’Hummer un cattivo eccezionale e da cartone animato. Nel 2003, dozzine di Hummer sono stati vandalizzati e dati alle fiamme dagli ambientalisti a Los Angeles, con molti dei veicoli dipinti a spruzzo con le parole “inquinatore lordo” e “americani grassi e pigri”. Nel 2010, l’Hummer è stato interrotto.

La resurrezione elettrica dell’Hummer, annunciata per la prima volta nel 2020, ha prodotto un veicolo che non emette l’inquinamento da carbonio che surriscalda il pianeta né molte altre tossine che uccidono abitualmente migliaia di americani e milioni di persone in tutto il mondo, che inalano aria contaminata.

Ma per molti versi spinge ancora i confini dell’assurdità. Il veicolo pesa più di 4,5 tonnellate, una massa più vicina a quella di un piccolo bulldozer rispetto al tipo di auto tipiche delle strade americane una decina di anni fa. L’enorme batteria Ultium che alimenta il veicolo è di quasi 3.000 libbre, circa la stessa di due pianoforti a coda. Le ruote sembrano in grado di attraversare Marte.

Il grande pannello di visualizzazione nell’interno grosso dell’Hummer, infatti, mostra una grafica dell’auto su Marte quando la metti nella sua modalità fuoristrada. La maggior parte dei viaggi sono su strada, ovviamente – quasi la metà dei viaggi in auto nelle città degli Stati Uniti sono di tre miglia o meno – il che significa che i conducenti di Hummer piloteranno un colosso di metallo dello stesso peso di una giovane balenottera azzurra quando usciranno per prendere del latte. “The Hummer è una dichiarazione di eccesso di nicchia”, secondo Daniel Sperling, direttore dell’Istituto di studi sui trasporti presso l’Università della California, Davis.

L’autore alla guida del nuovo Hummer EV.

Il prezzo della prima iterazione Hummer EV – i modelli successivi saranno più economici – è un principesco $ 110.000. Circa 66.000 persone hanno ordinato una versione pickup o SUV dell’Hummer e mentre GM afferma che la maggior parte non ha mai posseduto un veicolo elettrico prima, molti lo stanno semplicemente aggiungendo come secondo o terzo veicolo, annullando in qualche modo i benefici climatici. “È enorme, è terribilmente costoso e non si adatta a tutti gli stili di vita”, ha affermato Carla Bailo, amministratore delegato del Center for Automotive Research. “GM non lo produrrà in eccesso perché c’è una base limitata di persone che lo vorranno”.

Alle sue condizioni, tuttavia, l’Hummer EV è un abile pezzo di ingegneria. Completamente carica, la batteria spingerà il veicolo per 329 miglia prima che sia necessaria una ricarica. L’Hummer è fluido e potente su terreni rocciosi, con il test drive che mostra la sua capacità di attraversare senza sforzo sentieri bucherellati nel deserto punteggiato di cactus a ovest di Phoenix.

Il compito è aiutato da una grande quantità di tecnologia: l’Hummer ha 18 diverse angolazioni della telecamera da sotto e intorno al veicolo che puoi vedere tramite lo schermo, oltre a un’innovazione chiamata “crabwalk”, in cui ciascuno dei pneumatici è impostato su 10 -angolo di grado per consentire una sorta di movimento diagonale scorrevole per manovrare lontano dai bordi scoscesi dei binari.

In pianura c’è anche un ritmo crudo, con la risposta istantanea dell’accelerazione elettrica che fa scagliare l’Hummer in avanti da fermo a 60 miglia all’ora in tre secondi, una velocità che può far sì che passeggeri e guidatori emettano un guaito di sorpresa.

All’interno, l’Hummer EV è più comodo dell’originale e presenta i disegni della topografia della luna – un cenno al ruolo di GM nella creazione di un buggy lunare, che ovviamente era elettrico – ma mantiene un certo butch estetico. Questo indica il significato più ampio dell’Hummer: una dimostrazione che i veicoli elettrici possono ora fornire la potenza, le dimensioni e la sensibilità che gli acquirenti statunitensi apprezzano, anche se controllano ancora solo una piccola parte delle vendite.

“Quello che volevamo fare era trovare un acquirente di camion che non avrebbe mai comprato un veicolo elettrico in vita sua, o nemmeno pensarci”, ha affermato Brian Malczewski, capo progettista esterno del nuovo Hummer. “Speriamo di ottenere finalmente gli acquirenti di camion che potrebbero essere le persone più difficili da entrare in questo spazio. Questo è il condotto perfetto per quello, penso. ”

GM non è il solo a tentare questo. Ford ha annunciato una versione elettrica del suo camion F-150, che è stato il veicolo più venduto in America da quando Ronald Reagan era presidente, Tesla ha il suo tanto acclamato Cybertruck e nuovi arrivati ​​come Rivian hanno attirato molta attenzione. Ad un’altra fascia di mercato, quest’anno potrai persino acquistare una Maserati elettrica, anche se il prezzo, come molti veicoli elettrici, è allettante.

Il CEO di Tesla, Elon Musk, svela il Cybertruck nel 2019, un altro passo per un mercato simile a quello preso di mira dal nuovo Hummer.
Il CEO di Tesla, Elon Musk, svela il Cybertruck nel 2019, un altro passo per un mercato simile a quello preso di mira dal nuovo Hummer. Fotografia: Sipa US / Alamy

“Penso che i propulsori elettrici per camion da lavoro più pesanti, SUV e pickup, come l’Hummer, saranno sorprendenti”, ha affermato Chris Gearhart, direttore del Center for Integrated Mobility Sciences di NREL. “Il profilo di coppia di un motore elettrico darà a questi veicoli molta potenza di traino e la possibilità di utilizzare parte dell’energia elettrica nelle batterie per alimentare direttamente i cantieri e fornire alimentazione di riserva potrebbe rendere questi veicoli incredibilmente utili”.

Mentre le opzioni di veicoli elettrici si stanno espandendo, non è ancora chiaro se i livelli di produzione e le vendite aumenteranno con l’urgenza della crisi climatica. GM ha promesso di vendere 1 milione di veicoli elettrici nel 2025 prima di diventare completamente elettrica un decennio dopo, ma ha consegnato ai clienti solo 26 auto elettriche nell’ultimo trimestre dello scorso anno. Toyota vuole vendere 3,5 milioni di veicoli elettrici all’anno entro il 2030, ma attualmente non ne ha in vendita negli Stati Uniti. L’infrastruttura di ricarica pubblica, nel frattempo, rimane imprevedibile negli Stati Uniti e il tentativo di Biden di finanziare 500.000 nuovi caricabatterie deve ancora essere realizzato dal Congresso.

Eliminare gradualmente le auto a benzina entro il 2035, cosa che gli Stati Uniti devono fare se vogliono raggiungere zero emissioni nette entro il 2050 e aiutare a evitare la catastrofe climatica, rimane una sfida impegnativa, ma diversi esperti affermano che sostituirle con alternative elettriche simili sarà la più rapida e pragmatica , un modo per ridurre le emissioni della vita americana dominata dalle auto.

“I veicoli elettrici sono di gran lunga il modo migliore e più economico per ridurre i gas serra nei trasporti”, ha affermato Sperling. Ha aggiunto che anche un migliore trasporto pubblico, piste ciclabili e alloggi più densi sarebbero utili, ma queste azioni sono “molto meno importanti per la riduzione dei gas serra, almeno negli Stati Uniti e in altri paesi ricchi incentrati sull’auto”.

Altri sostengono un cambiamento più fondamentale che spinga le persone fuori completamente dalle auto, piuttosto che semplicemente sostituire un tipo di veicolo di grandi dimensioni con un altro. Il mese scorso, Harvey Miller stava attraversando la strada a Columbus, Ohio, quando è stato buttato a terra da un SUV, lasciandolo con lividi. Miller ha detto che l’autista “mortificato”, che ha detto di non averlo visto, fortunatamente ha fermato l’auto prima di schiacciarlo completamente a morte.

Miller stava tornando a casa dal campus della Ohio State University dove, ironia della sorte, tiene lezioni sulla sicurezza dei trasporti e la mobilità urbana. L’incidente gli ha evidenziato i problemi persistenti della fissazione dell’America su grandi autostrade, sobborghi tentacolari e veicoli enormi, anche se i veicoli elettrici diventano la norma.

È molto più probabile che i SUV uccidano i pedoni rispetto alle auto, la ricerca ha scoperto, a causa degli angoli ciechi dalla posizione di seduta rialzata e dalle ingombranti estremità anteriori che colpiscono le persone in alto al busto e alla testa piuttosto che in basso nel corpo. La loro ubiquità nella vita americana può anche spiazzare o spaventare coloro che cercano altri modi per spostarsi.

“L’Hummer mi spaventa, è enorme e non compatibile con la vita nelle città”, ha detto Miller, aggiungendo che i SUV potrebbero essere pericolosi. “Questi grandi veicoli occupano molto spazio e sono costosi. Sono deluso dal fatto che Biden li stia sostenendo e non altre forme di mobilità, come le infrastrutture a piedi e in bicicletta. Le auto dovrebbero riempire le nicchie per alcune persone, non essere l’impostazione predefinita.

“Non sono contro i veicoli elettrici, sono il futuro, ma devi supportare gli autobus, anche a piedi e in bicicletta o è come risistemare le sdraio sul Titanic. Le persone hanno bisogno di opzioni. Sfortunatamente, la cultura dell’auto è così radicata che anche dipingere una pista ciclabile può ottenere un’enorme quantità di respingimenti. ”

Leave a Comment