Il volo spaziale tutto privato di Axiom verso la ISS si prepara al lancio

In un altro traguardo per il volo spaziale commerciale, il primo equipaggio al mondo interamente finanziato da privati ​​diretti alla Stazione Spaziale Internazionale sta per decollare, con la loro finestra di lancio che si aprirà venerdì. Un habitat che tradizionalmente ospita principalmente astronauti dell’agenzia spaziale ora accoglierà quattro civili in arrivo su un’astronave di proprietà dell’azienda.

L’8 aprile alle 11:17 ora orientale, l’equipaggio partirà dal Kennedy Space Center della NASA per la missione di 10 giorni di Axiom Space, che includerà otto giorni di vita e di lavoro in orbita. Viaggeranno verso la ISS a bordo della SpaceX Crew Dragon Tentativosollevato da un razzo Falcon 9.

La missione di Axiom, nota come Ax-1, ha lo scopo di aiutare la compagnia con sede a Houston ad imparare le basi prima che il suo modulo equipaggio pianificato sulla ISS, soprannominato Axiom Hub One, venga lanciato tra pochi anni. Quando la ISS andrà in pensione, Axiom mira a separare il modulo, che può ospitare fino a otto astronauti, in modo che possa diventare la prima stazione spaziale commerciale a volo libero al mondo. “È diventato chiaro che dobbiamo esercitarci su una scala più piccola prima che il nostro modulo venga visualizzato e dobbiamo ospitare così tante persone”, afferma Michael Suffredini, presidente e CEO di Axiom. “Offre anche l’opportunità di soddisfare parte della domanda latente là fuori di volare sulla ISS”.

Questa non sarà la prima volta che un veicolo spaziale di proprietà privata attracca alla stazione spaziale. Dal 2020, SpaceX ha traghettato gli equipaggi sulla ISS, ma finora sono stati tutti astronauti dell’agenzia spaziale. Nel frattempo, SpaceX, Northrop Grumman e Sierra Nevada Corp. tutti hanno contratti con la NASA per effettuare consegne di rifornimenti senza equipaggio alla ISS.

Non sarà nemmeno la prima volta che uno spazio turistico viene visitato. Da quando l’uomo d’affari americano Dennis Tito ha speso 20 milioni di dollari per un posto sulla ISS nel 2001, ne sono seguite una dozzina di altri, ma sono dovuti arrivare su veicoli di proprietà del governo, per lo più veicoli spaziali Soyuz di Roscosmos, l’agenzia spaziale russa.

Ma questa sarà la prima volta che astronauti civili si presenteranno alla stazione spaziale su un’imbarcazione di proprietà privata. “Questa missione rappresenta una pietra miliare significativa per gli obiettivi della NASA di costruire una solida economia commerciale in orbita terrestre bassa. Aiuta a stimolare la domanda come parte della visione complessiva della NASA di una presenza commerciale sostenibile a lungo termine nell’orbita terrestre bassa con gli astronauti della NASA in grado di lavorare fianco a fianco con astronauti privati ​​e internazionali “, ha affermato Angela Hart, responsabile del programma della NASA Commercial Low Earth Orbit Program , parlando a una teleconferenza con i media il 25 marzo.

Michael López-Alegría, ex astronauta della NASA e vicepresidente dello sviluppo aziendale di Axiom, guiderà un equipaggio di tre uomini d’affari. Larry Connor, un investitore immobiliare americano, avrà il titolo di pilota. (Il volo del Dragone sarà effettivamente autonomo.) Gli altri due sono specialisti di missione su Ax-1: Mark Pathy ed Eytan Stibbe, investitori e filantropi rispettivamente dal Canada e Israele.

Fotografia: Assioma Spazio

.

Leave a Comment