La rosa dei premi di International Booker offre ‘stupore ed euforia’ | Premio Booker Internazionale

Dall’epopea di Olga Tokarczuk su un uomo che affermava di essere il messia al racconto di Geetanjali Shree di una vedova che trova una nuova prospettiva di vita, le scrittrici occupano la maggior parte dei posti nella rosa dei candidati del premio International Booker di quest’anno.

Dei sei libri attualmente in lizza per il prestigioso premio di narrativa tradotta, cinque sono stati scritti da donne, e tre sono stati tradotti anche da donne. L’International Booker va alla “più bella narrativa del mondo” che è stata tradotta in inglese, assegnando un premio in denaro di £ 50.000, che viene diviso equamente tra autore e traduttore.

Dopo aver letto 135 libri, i giudici hanno scelto sei titoli in sei lingue diverse, che “esplorano i confini e i confini dell’esperienza umana”, secondo il presidente dei giudici Frank Wynne.

Guida veloce

La rosa dei candidati dell’International Booker Prize 2022

Spettacolo

Coniglio maledetto di Bora Chung, tradotto da Anton Hur (Honford Star)

A New Name: Septology VI-VII di Jon Fosse, tradotto da Damion Searls (Fitzcarraldo)

Heaven di Mieko Kawakami, tradotto da Samuel Bett e David Boyd (Picador)

Elena Knows di Claudia Piñeiro, tradotto da Frances Riddle (Charco)

Tomba di sabbia di Geetanjali Shree, tradotta da Daisy Rockwell (Tilted Axis)

I libri di Giacobbe di Olga Tokarczuk, tradotto da Jennifer Croft (Fitzcarraldo) –

Grazie per il tuo feedback.

“Come giuria abbiamo avuto il piacere di leggere molti libri straordinari”, ha detto Wynne. “Scegliere una rosa tra loro è stato difficile e talvolta straziante”.

I titoli che ha selezionato insieme ai colleghi giudici Merve Emre, Petina Gappah, Viv Groskop e Jeremy Tiang “offrono scorci di letteratura da tutto il mondo”, ha affermato. “Ma condividono tutti un’originalità feroce e mozzafiato che è una testimonianza dell’inventiva infinita della narrativa”.

Il premio Nobel Tokarczuk e la sua traduttrice Jennifer Croft hanno già vinto il premio nel 2018 per Voli. Ora hanno la possibilità di una seconda vittoria per le 900 pagine I libri di Giacobbe, che Wynne ha paragonato all’arazzo di Bayeux, tale è la sua magnificenza – “ma probabilmente circa un miglio e mezzo più lungo”.

Nel frattempo, Tomb of Sand di Shree e della sua traduttrice Daisy Rockwell è il primo libro hindi ad essere entrato nella rosa dei candidati nei 17 anni di storia del premio. I giudici hanno elogiato le sue “prospettive e tempistiche in costante mutamento”, definendolo “rumoroso e irresistibile”.

The Books of Jacob e Tomb of Sand si scontrano con la raccolta di racconti “sfida al genere” di Bora Chung, Cursed Bunny, tradotto dal coreano da Anton Hur e Heaven, un racconto inquietante di violenza adolescenziale, di Mieko Kawakami, tradotto dal giapponese di Samuel Bett e David Boyd. I giudici hanno definito il paradiso “un romanzo intenso e claustrofobico” che usa la sua storia di bullismo scolastico per mettere in atto la critica alla moralità di Nietzsche. “Il potere della traduzione di Sam Bett e David Boyd risiede nella sua capacità di comunicare sia le idee filosofiche astratte di Mieko Kawakami che il suo straziante dramma umano”, hanno affermato.

Completano la formazione Elena Knows, il romanzo in parte criminale di Claudia Piñeiro, in parte morale, tradotto dallo spagnolo da Frances Riddle, e A New Name: Septology VI-VII di Jon Fosse, tradotto dal norvegese da Damion Searls. I giudici hanno affermato che l’ultima puntata della serie Septology di Fosse “riunisce l’arte, la morte e l’idea di Dio con una grazia vasta e gentile”.

Come al solito, la rosa dei candidati è dominata da editori indipendenti. Tilted Axis e Honford Star, che pubblicano rispettivamente Tomb of Sand e Cursed Bunny, hanno avuto i libri nominati per la prima volta quest’anno. Quest’anno segna anche la prima volta che un traduttore presiede la giuria.

“La traduzione è una danza intima e intricata che attraversa confini, culture e lingue. C’è poco da confrontare con lo stupore e l’euforia di scoprire un perfetto binomio tra scrittore e traduttore ”, ha affermato Wynne. Sebbene abbia ammesso che il processo di valutazione a volte è stato “straziante”, ha detto che l’annuncio della rosa dei candidati lo stesso giorno del suo sessantesimo compleanno è stato “il regalo più bello che ho avuto”.

Il 26 maggio sarà annunciato il vincitore del premio 2022.

Leave a Comment