Lia Merminga nominata direttrice del Fermi National Accelerator Laboratory

Lia Merminga, fisico e leader scientifico di fama internazionale, è stata nominata a capo del Fermi National Accelerator Laboratory, a partire dal 18 aprile.

Merminga sarà il settimo direttore del Fermilab, una struttura di 6.800 acri con sede a Batavia, Illinois, che è il principale laboratorio di fisica delle particelle e acceleratore degli Stati Uniti. La missione del Fermilab è gettare nuova luce sulla nostra comprensione dell’universo, dai più piccoli elementi costitutivi della materia ai segreti più profondi della materia oscura e dell’energia oscura.

Lo ha annunciato il 5 aprile il presidente dell’Università di Chicago Paul Alivisatos in qualità di presidente del consiglio di amministrazione di Fermi Research Alliance, LLC, che gestisce il laboratorio per il Dipartimento dell’Energia degli Stati Uniti.

Merminga succederà a Nigel Lockyer, che a settembre ha annunciato che si sarebbe dimesso dalla carica di direttore di laboratorio dopo un mandato di otto anni. È la prima donna a ricoprire la carica di direttore del Fermilab.

“Lia porta a questo ruolo critico un eccezionale track record di successo, passione per la scienza, comprovata capacità di eseguire grandi progetti, concentrarsi sul talento e sulla diversità della comunità del Fermilab e un forte impegno per le comunità di fisica delle alte energie nazionali e globali, ” ha detto Alivisatos. “Siamo grati a Nigel per la sua guida del Fermilab e la lunga eredità di costruzione e rafforzamento della collaborazione internazionale essenziale per far avanzare la scoperta scientifica su scala globale. Non vedo l’ora di lavorare con Lia mentre guida il laboratorio americano di fisica delle particelle e acceleratore in una nuova era di esplorazione di questioni fondamentali di materia, energia, spazio e tempo a beneficio di tutti”.

Merminga è arrivata per la prima volta al Fermilab nel 1987 come studentessa nel corso di laurea in fisica degli acceleratori di recente costituzione e ha completato il suo dottorato di ricerca. tesi sul Tevatron, commissionato all’epoca come collisore. È stata la seconda studentessa a diplomarsi al programma.


“Il Fermilab mi ha dato una carriera molto gratificante. Amo l’istituzione e sono entusiasta dell’opportunità di restituire al laboratorio”, ha detto Merminga. “Seguendo la visione del 2014 Particle Physics Project Prioritization Panel (P5), il Fermilab, insieme ai suoi partner nazionali e internazionali, ha intrapreso una serie davvero ambiziosa di progetti di costruzione che, una volta completati, assicureranno la leadership degli Stati Uniti nel programma globale di fisica delle particelle per decenni per venire. Il fiore all’occhiello tra questi è LBNF/DUNE, il primo esperimento di mega-scienza concepito, costruito e gestito a livello internazionale sul suolo statunitense. Il mio obiettivo come direttore del Fermilab è completare con successo questa visione profonda e avvincente, continuando a fornire innovazione scientifica e tecnologica rivoluzionarie, abilitare la nuova strategia P5 e realizzare il pieno potenziale del laboratorio nello sviluppo e nella diversità della forza lavoro, nelle operazioni di laboratorio e in ambito regionale e nazionale , e partnership internazionali”.

Merminga è attualmente direttore del progetto Proton Improvement Plan II o PIP-II presso il Fermilab, un miglioramento essenziale del complesso acceleratore del Fermilab, che consentirà al fascio di neutrini ad alta energia più intenso del mondo per l’ammiraglia Long-Baseline Neutrino Facility e Deep Underground Neutrino Sperimenta e guida un ampio programma di ricerca sulla fisica.

Una casa per la fisica dei neutrini

Merminga guiderà il laboratorio nella transizione per diventare la struttura leader mondiale per lo studio dei neutrini. I neutrini sono particelle praticamente invisibili che sfrecciano attraverso la maggior parte della materia senza lasciare traccia, ma si pensa che contengano segreti chiave per la composizione fondamentale dell’universo, così come indizi sulla galassia che ci circonda.

L’attuale programma di punta del laboratorio è l’International Long Baseline Neutrino Facility (LBNF) e il Deep Underground Neutrino Experiment (DUNE). Gli scienziati di DUNE useranno i neutrini per rispondere ad alcune delle domande più profonde sul nostro universo. LBNF, che si trova al Fermilab e al Sanford Underground Research Facility (SURF) a Lead, nel South Dakota, produrrà il fascio di neutrini più intenso del mondo, che sarà puntato su enormi rivelatori sotterranei a 800 miglia di distanza. L’esperimento DUNE sta riunendo più di 1.400 scienziati in più di 35 paesi che contribuiscono e costruiscono componenti dell’esperimento. L’acceleratore PIP-II del Fermilab alimenterà il fascio di neutrini.

Leave a Comment