Perché così tante persone hanno acquistato Elden Ring? |: GI chiede:

FromSoftware e Bandai Namco hanno tra le mani un successo mostruoso con Elden Ring.

Il gioco fa parte del genere “Souls-like”, un tipo di gioco d’azione e avventura notoriamente difficile. Il marchio di punta in questo genere è la serie Dark Souls di FromSoftware. L’ultimo gioco di Dark Souls, Dark Souls 3, ha venduto ben dieci milioni di copie in quattro anni.

Elden Ring ha venduto 12 milioni in tre settimane.

È il tipo di performance solitamente riservato ai giochi sportivi e agli sparatutto più tradizionali. Allora, cosa c’era in questo titolo che risuonava così fortemente con i consumatori? Era la nuova ambientazione open world? Il coinvolgimento di George RR Martin? L’enorme quantità di copertura stampa e gli alti punteggi delle recensioni?

Abbiamo deciso di chiedere ai giocatori stessi. GamesIndustry.biz: ha una giuria di giocatori d’élite, partecipanti a spettacoli come EGX e PAX, che possiedono più piattaforme e sono giocatori abituali. Abbiamo parlato con loro l’anno scorso per chiedere loro perché non hanno acquistato il nuovo Call of Duty. E ora sono tornati per condividere alcune idee sul motivo per cui Elden Ring è stato un successo così rivoluzionario.

Oltre 200 giocatori hanno risposto a questo sondaggio e, di questi, il 35% ha dichiarato di aver acquistato Elden Ring. Il 24% ha affermato di essere completamente nuovo nel genere e di non aver mai giocato a un gioco “Souls-like” prima.

Quando abbiamo chiesto a questo gruppo di nuovi giocatori perché erano interessati a Elden Ring (potrebbero selezionare più risposte), l’80% ha affermato che questa volta è stata l’ambientazione open world ad averli attratti. Il 67% ha affermato che è stata l’accoglienza critica a conquistarli, mentre il 28% ha affermato che è stato il risultato della raccomandazione di un influencer (tramite YouTube o social media).

La raccomandazione di amici ha rappresentato il 40% dei nuovi clienti di Elden Ring, mentre il 27% è stato attirato dal coinvolgimento di George RR Martin. Altri motivi citati includevano la pubblicità (20%), la ricerca di un nuovo gioco d’azione da giocare (6%) e la ricerca di qualcosa di più impegnativo (6%).

L’ambientazione open world di Elden Ring è stata un successo:

La maggior parte degli intervistati non ha acquistato Elden Ring, e il motivo principale è la mancanza di tempo da dedicare ad esso (32%), seguito dal gioco che sembrava troppo difficile (22%). Il tema e l’ambientazione del titolo scoraggiano il 13% degli intervistati.

Poco più del 10% degli intervistati ha affermato che il gioco era troppo costoso per loro e alcuni hanno commentato che cercheranno di acquisirlo una volta messo in vendita.

Infine, abbiamo chiesto a entrambi i gruppi (giocatori di Elden Ring e non di Elden Ring) quale fosse il loro gioco più atteso dell’anno. Il gioco che è uscito in testa con un grande margine è stato il sequel di The Legend of Zelda: Respiro del selvaggio. Il 24% di tutti i partecipanti ha scelto questo gioco, con i giocatori di Elden Ring (27%) leggermente più interessati rispetto ai giocatori non Elden Ring (21%).

Tuttavia, questo sondaggio è stato condotto prima che Zelda venisse posticipato fino al 2023. Pertanto, il gioco più atteso di questo gruppo è Starfield di Bethesda, che dovrebbe essere lanciato su Xbox e PC a novembre. Il 17% degli intervistati ha optato per questo, con entrambi i giocatori di Elden Ring e non Elden Ring altrettanto entusiasti.

Il prossimo grande gioco è stato Horizon Forbidden West di PlayStation (13%). Questo titolo è stato rilasciato prima di Elden Ring, ma è chiaro che i giocatori non vedono l’ora di tornarci una volta terminato il gioco attuale.

A completare la Top Five c’è God of War Ragnarok (11%) e poi Pokémon Violet / Scarlett (5%).

Il 5% degli intervistati ha affermato che quest’anno non c’era nulla che li entusiasmasse.

Se sei interessato a ricevere notizie dal gruppo di giocatori GI Asks e hai una domanda che vorresti porre loro, invia un’e-mail a editorial@gamesindustry.biz

.

Leave a Comment