Samsung stima un aumento del 50% nell’utile del primo trimestre

SINGAPORE – Il Giappone ha guidato i ribassi nei mercati dell’Asia-Pacifico, ma giovedì le azioni di Hong Kong sono salite dopo due giorni di ribassi a Wall Street.

Il Nikkei 225 in Giappone è sceso dell’1,69%, mentre il Topix è scivolato dell’1,83%. Le azioni di Fast Retailing sono scese del 2,84%.

L’indice Hang Seng di Hong Kong è salito dello 0,55% e l’indice tecnologico Hang Seng dell’1,12%. I titoli della Cina continentale sono stati contrastanti. Il Composite di Shanghai è salito dello 0,17%, mentre la componente di Shenzhen è scesa dello 0,18%.

L’S&P / ASX 200 australiano è sceso dello 0,33%.

In Corea, il Kospi è sceso dello 0,98% mentre il Kosdaq è sceso dell’1,22%.

Samsung Electronics ha riportato che il suo utile operativo per il primo trimestre del 2022 è probabilmente aumentato di circa il 50% rispetto a un anno fa. Il produttore di chip di memoria e smartphone ha registrato un profitto stimato di 14,1 trilioni di won (11,6 miliardi di dollari), ha affermato nella sua guida agli utili.

Il titolo della società è sceso dello 0,44%.

Probabilmente, l’aggressivo deflusso di bilancio probabilmente ha rubato la scena per fornire una scossa da falco molto più ampia ai mercati.

Vishnu Varathan

Responsabile dell’economia e della strategia, Mizuho Bank

Nasdaq e JD.com, quotata a Hong Kong, hanno annunciato che Xu Lei succederà immediatamente al fondatore Richard Liu come CEO della società effettiva. Liu rimarrà presidente del consiglio di amministrazione, mentre Xu sarà un direttore esecutivo.

L’anno scorso, Liu si è ritirato dalle operazioni quotidiane e Xu è stato nominato presidente di JD. Giovedì le azioni della società quotate a Hong Kong sono diminuite dello 0,43%.

Il più ampio indice MSCI delle azioni Asia-Pacifico al di fuori del Giappone è sceso dello 0,33%.

Nelle notizie sulla banca centrale, giovedì la Reserve Bank of India continuerà la sua riunione di politica monetaria.

Durante la notte negli Stati Uniti, i principali indici azionari sono scesi per il secondo giorno poiché gli investitori hanno reagito alle indicazioni della Fed sull’inasprimento della politica monetaria.

I verbali delle riunioni della Fed hanno mostrato che i funzionari stanno cercando di ridurre il bilancio di 95 miliardi di dollari al mese. Anche i tassi di interesse dovrebbero aumentare più rapidamente.

“Probabilmente, l’aggressivo deflusso del bilancio probabilmente ha rubato la scena per fornire una scossa da falco molto più ampia ai mercati”, ha scritto giovedì Vishnu Varathan, capo dell’economia e della strategia presso Mizuho Bank.

Scelte di titoli e tendenze di investimento da CNBC Pro:

Il Dow Jones Industrial Average è scivolato di 144,67 punti, o dello 0,42%, a 34.496,51. L’S&P 500 è sceso dello 0,97% a 4.481,15 e il Nasdaq Composite è sceso di un altro 2,22% a 13.888,82 dopo essere sceso di circa il 2,3% martedì.

Il rendimento del Tesoro a 10 anni è salito a un massimo di tre anni al di sopra del 2,65% mercoledì ed è stato l’ultimo a 2,5695%.

Sul fronte economico, i dati sulle richieste di sussidi di disoccupazione settimanali negli Stati Uniti dovrebbero essere pubblicati giovedì mattina negli Stati Uniti

Petrolio oltre l’1%

Entrambi i benchmark del greggio sono aumentati di oltre l’1% giovedì mattina in Asia.

I future sul greggio statunitense sono aumentati dell’1,68% a 97,85 dollari al barile, mentre il greggio Brent è salito dell’1,84% a 102,93 dollari al barile.

L’indice del dollaro USA, che replica il biglietto verde contro un paniere dei suoi pari, è stato scambiato l’ultima volta a 99.528.

Lo yen giapponese è stato scambiato a 123,64 per dollaro, mentre il dollaro australiano si è attestato a 0,7496 dollari, leggermente più debole rispetto ai livelli di ieri.

.

Leave a Comment