Volo Air France “incidente grave”: gli investigatori francesi aprono l’indagine

Parigi (CNN) – Gli investigatori francesi sulla sicurezza aerea hanno aperto un’indagine dopo che un aereo Boeing 777 dell’Air France in avvicinamento all’aeroporto Charles de Gaulle di Parigi è stato coinvolto in un “grave incidente”, secondo BEA, l’ufficio francese che indaga sugli incidenti aerei e sulla sicurezza aerea.

In una registrazione audio del controllo del traffico aereo che i funzionari francesi dicono sia dell’incidente, un pilota afferma che “l’aereo era semplicemente fuori controllo”.

L’incidente è avvenuto martedì 5 aprile, secondo a Tweet BEA che riportava “instabilità dei controlli di volo su controlli finali, riattaccata, hard control, oscillazioni della traiettoria di volo”.
La BEA non ha fornito alla CNN ulteriori dettagli su ciò che ha causato l’incidente o sul motivo per cui si è qualificato come “grave”, aggiungendo che ha dovuto attendere la fine delle indagini. Il tweet afferma che l’agenzia sta analizzando i dati di volo dal registratore vocale della cabina di pilotaggio e dal registratore dei dati di volo, noti come scatole posteriori nere.

Ma ha autenticato una registrazione audio pubblicata online della comunicazione tra il pilota del volo e la torre di controllo.

La registrazione è stata modificata per isolare l’audio del volo e pubblicata online dal sito web privato dedicato all’aviazione AIRLIVE, che dice alla CNN di avere accesso diretto alle registrazioni del controllo del traffico aereo di Parigi Charles de Gaulle.

Risposta dell’Air France

Air France ha dichiarato mercoledì che “capisce e si rammarica del disagio sperimentato dai clienti”. Il portavoce Mathieu Guillot ha detto che i piloti hanno risposto in modo appropriato alla situazione girando in cerchio e facendo un secondo tentativo di atterraggio.

“Air France conferma che l’equipaggio di condotta AF011 il 4 aprile 2022 da New York JFK a Parigi-CDG ha interrotto la sequenza di atterraggio ed eseguito una riattaccata durante l’avvicinamento.

“L’equipaggio ha fatto atterrare l’aereo normalmente dopo un secondo avvicinamento. Air France comprende e si rammarica del disagio sperimentato dai clienti”, ha affermato Air France.

Il go-around è definito dalle autorità, dai produttori di aeromobili e da Air France come una procedura normale. Gli equipaggi sono formati e regolarmente istruiti su queste procedure, che vengono utilizzate da tutte le compagnie aeree per garantire la sicurezza dei voli e dei passeggeri, che è la massima priorità di Air France”.

Cosa si sente nella registrazione BEA

Nella registrazione BEA, si sente una voce che apparentemente è un pilota che dice “stop, stop” mentre suona un allarme nella cabina di pilotaggio.

“Ti richiamo, ti richiamo”, si sente la voce maschile che dice ai controllori del traffico aereo, che gli dicono di “fermare l’avvicinamento … immediatamente”.

Il pilota viene quindi sentito riferire ai controllori la decisione di abbandonare l’atterraggio.

“Siamo andati in giro a seguito di un problema con i comandi. L’aereo era semplicemente fuori controllo”, si sente dire la voce. “Siamo pronti per riprendere l’approccio finale con la guida radar. Dacci il tempo di gestire la situazione, quindi guidaci con vento in poppa”.

La descrizione di un passeggero

Mentre l’aereo si stava avvicinando all’aeroporto, ci sono state “due o tre scosse improvvise”, ha detto il passeggero Pierre-Loïc Jacquemin all’affiliata francese della CNN BFMTV.

“C’erano persone che urlavano nella cabina” al momento dell’incidente, ha detto.

“In seguito, l’aereo è risalito. Abbiamo girato per 10 minuti sopra l’aeroporto e il secondo tentativo è stato davvero gentile. Non siamo stati spinti come il primo”, ha aggiunto il passeggero.

Il volo è arrivato da JFK International

Il volo Air France 11 di quasi sette ore dall’aeroporto internazionale John F. Kennedy di New York era a bordo di un Boeing 777 registrato in Francia, secondo i dati di tracciamento dei siti Web di aviazione FlightAware e FlightRadar24, che mostrano l’atterraggio dell’aereo di 17 anni dopo il secondo tentativo.

Il portavoce della Boeing, Paul Lewis, ha rivolto domande sull’incidente alla BEA.

In quanto aereo di fabbricazione statunitense, un’indagine ufficiale sull’incidente comporterebbe la partecipazione del National Transportation Safety Board degli Stati Uniti.

Il consiglio di amministrazione ha nominato un funzionario per partecipare alle indagini a guida francese, ha detto alla CNN il portavoce dell’NTSB Peter Knudson. Ha detto che la BEA francese è stata in contatto con l’NTSB.

Questo sviluppo non significa necessariamente che i funzionari dell’NTSB si recheranno fisicamente a Parigi.

Anche la Federal Aviation Administration degli Stati Uniti non ha rilasciato un commento immediato sull’incidente.

Non è chiaro quante persone fossero a bordo del volo quando si è verificato l’incidente.

Immagine in alto: una foto d’archivio dell’aeroporto di Parigi Charles de Gaulle

.

Leave a Comment