Google offrirà kit di riparazione iFixit per telefoni Pixel:

Una foto di Pixel 6 e Pixel 6 Pro:

Google ha annunciato che sta collaborando con iFixit per offrire kit di correzione per lo smartphone Pixel.
Foto:: Sam Rutherford / Gizmodo:

Google si unisce a Samsung nell’offrire parti per lo smartphone Pixel tramite iFixit. La società ha annunciato in un: post sul blog: che renderebbe disponibili parti per Pixel 2 tramite Pixel 6 Pro entro la fine dell’anno.

Considerando che Google ha smesso di supportare i dispositivi con aggiornamenti software, l’inclusione del primo hardware di seconda generazione è piuttosto impressionante. I futuri modelli Pixel avranno anche parti riparabili. Il programma è disponibile per le persone che vivono negli Stati Uniti, nel Regno Unito, in Canada e nei paesi dell’UE in cui è disponibile Pixel.

Google prevede di offrire kit di riparazione per i moduli batteria, display e fotocamera, sebbene l’azienda suggerisca anche una maggiore riparabilità su tutta la linea. Immagino che alcune delle parti più semplici dello smartphone diventerebbero intercambiabili, come l’antenna Bluetooth o la porta di ricarica USB-C, per la quale Samsung offre una soluzione nei rispettivi kit. I kit Pixel includeranno anche strumenti come punte di cacciavite e spudger, che sono cose che potresti non avere in casa se non sei già un nerd armeggiatore.

Se non vuoi smontare il tuo smartphone, Google ti incoraggia comunque a trovare un: professionista locale autorizzato: chi può riparare il tuo dispositivo in modo rapido e conveniente. L’azienda ha collaborato con uBreakiFix negli Stati Uniti e in Canada, mentre altre regioni hanno i rispettivi centri di riparazione.

Parlando come una persona che ha distrutto il suo Pixel 3 facendolo cadere davanti alla dimora di Marilyn Monroe a Palm Springs, posso dire che era atteso da tempo. Quando ho avuto bisogno di riparare il mio schermo, Google mi ha chiesto di inviare il mio telefono a un magazzino in Texas per alcune settimane. Ho usato un telefono di riserva durante quel periodo, cosa che potevo fare solo perché copro gli smartphone e ho una libreria di dispositivi. Le persone non hanno il privilegio del mio gadget ed è confortante vedere che c’è un’opzione locale quando la necessità di uno smartphone funzionante è una situazione disperata.

L’industria dei gadget si è spostata collettivamente verso il ritorno della riparabilità nelle mani degli utenti. Come ho già detto, SAMSUNG: ha firmato con iFixit per realizzare kit di riparazione Galaxy e: Mela: e: Microsoft: fatto annunci simili all’inizio di quest’anno che almeno rappresentano un progresso:. Google ha anche annunciato un: Riparazione del Chromebook: programma per aiutare a salvare i dispositivi di invecchiamento ancora in uso nelle scuole.

Tuttavia, sembra che si tratti meno di responsabilizzare le persone e più di pubblicizzare le tendenze eco-compatibili di ciascuna azienda. Nel blog di Google, c’è un’intera sezione su come questa notizia sia “solo uno dei tanti passi che stiamo facendo per aiutarti a fare scelte più sostenibili”.

Sarà interessante vedere come il trend dell’autoriparazione: prende piede una volta che i kit di riparazione sono attivi e se si traduce in più utenti che resistono agli aggiornamenti del dispositivo.

.

Leave a Comment