I trattati spaziali delle Nazioni Unite Stati Uniti al COPUOS LSC 2022

61a sessione della sottocommissione giuridica della COPUOS – Punto 6 all’ordine del giorno: Status dei trattati internazionali che disciplinano l’uso dello spazio extraatmosferico

Come preparato per la consegna dal capo della delegazione statunitense Emily Pierce
28 marzo 2022

Presidente, i quattro trattati fondamentali che regolano l’uso dello spazio extraatmosferico – il Trattato sullo spazio extraatmosferico, l’Accordo sul salvataggio e il ritorno degli astronauti, la Convenzione sulla responsabilità e la Convenzione sulla registrazione – hanno servito gli Stati Parte per molti decenni. Gli Stati Uniti ritengono che questi trattati continuino a servire l’interesse nazionale degli Stati Uniti, di altri attori spaziali e della comunità internazionale nel suo insieme. E coerentemente con lo Space Priorities Framework degli Stati Uniti emesso dal National Space Council nel dicembre 2021, gli Stati Uniti si impegnano a guidare nel rafforzamento della governance globale delle attività spaziali e ci impegneremo con la comunità internazionale per sostenere e rafforzare le regole internazionali. ordine internazionale per lo spazio.

Gli Stati Uniti sono onorati di servire come uno dei depositari di tre di questi trattati: il Trattato sullo spazio extra-atmosferico, l’Accordo di salvataggio e ritorno e la Convenzione sulla responsabilità. Ho consultato l’Ufficio del Trattato del Dipartimento di Stato degli Stati Uniti in merito alle azioni intraprese a Washington in relazione a questi trattati e posso riferire che nel novembre 2021 il Regno dell’Arabia Saudita ha aderito all’accordo di salvataggio e ritorno.

Saremmo lieti di ricevere ulteriori informazioni da altri depositari su eventuali azioni del trattato rilevanti dall’ultima riunione di questo sottocomitato. Apprezzeremmo inoltre un’ulteriore adesione a questi trattati e speriamo che gli Stati e le organizzazioni internazionali ammissibili – inclusi alcuni membri della COPUOS e alcune organizzazioni che partecipano come osservatori a questo sottocomitato – che non hanno ancora aderito a questi trattati diventino Parte di questi importanti trattati nel prossimo anno. In particolare, esortiamo vivamente i paesi che sono attivi nel settore spaziale in qualsiasi modo, anche attraverso i loro settori privati, a diventare Parte e ad attuare pienamente questi trattati.

Mentre ci muoviamo verso operazioni a lungo termine e più complicate sulla Luna e oltre, gli Stati Uniti riconoscono che queste operazioni pongono nuove sfide legali e politiche. Come annunciato nella sottocommissione giuridica lo scorso anno, nel tentativo di sviluppare un quadro comune per queste attività tra i partner del programma Artemis, abbiamo sviluppato gli accordi Artemis, un insieme non vincolante di principi che stabiliscono come attueremo i nostri obblighi ai sensi del Trattato sullo spazio esterno mentre viviamo e lavoriamo insieme nello spazio. Gli Accordi di Artemis rappresentano un’opportunità per articolare un insieme condiviso di principi e valori a cui gli Stati Uniti si impegnano, insieme ai firmatari degli Accordi. Uno di questi principi è la trasparenza e la sezione 4 prevede che i firmatari siano “impegnati alla trasparenza nell’ampia diffusione delle informazioni riguardanti le loro politiche spaziali nazionali e piani di esplorazione spaziale”. A questo proposito, gli Stati Uniti sottolineano l’importanza di discutere e identificare potenziali strumenti pratici per condividere informazioni sulle attività lunari in modo trasparente e coerente con i nostri obblighi e impegni internazionali.

Grazie, presidente.

Leave a Comment