Il New York Times lancia un bot ufficiale per migliorare il tuo gioco “Wordle”:

Il New York Times ha lanciato un companion bot ufficiale per offrire consigli e aiutare i giocatori a migliorare: Parola: gioco.

Dopo aver giocato: Parola:, il WordleBot gratuito valuta l’abilità (“hai ridotto al minimo il numero di turni previsto per risolvere il puzzle?”) e la fortuna (“le tue ipotesi hanno eliminato più soluzioni del previsto?) prima di dare ai giocatori un punteggio percentuale , così come la media giornaliera. Tuttavia, WorldeBot ignora la prima ipotesi quando si guarda all’abilità.

Quindi WordleBot offre una panoramica dettagliata di un tentativo, con le parole consigliate contrassegnate da un piccolo segno di spunta dorato. Le diapositive seguenti informano quindi i giocatori sul numero di possibili soluzioni rimaste e quali parole avrebbero dovuto indovinare invece.

Alla fine, WordleBot svela poi come avrebbe risolto l’enigma quotidiano.

Uno screenshot di WordleBot. CREDITO: New York Times:

“Mesi fa, prima che il New York Times acquistasse: Parola:noi, come molti altri, abbiamo iniziato a interrogarci sulla migliore parola di partenza “, si legge in un annuncio.

“Sembrava una semplice domanda matematica, eppure ogni persona che si è avvicinata al problema sembrava trovare una risposta diversa. WordleBot è iniziato come un tentativo di risolvere questa domanda una volta per tutte. ”

“Ma strada facendo ci siamo resi conto che (a) la risposta era più complicata di quanto sembrava; e che (b) eravamo più interessati a quanto le nostre ipotesi corrispondessero a quelle che sarebbero state scelte da una macchina progettata per risolvere Parole:. Così è nato WordleBot. ”

“Ci auguriamo che i consigli del bot ti aiutino a pensare a: Parola: in modo più analitico, il che ti aiuterà a risolvere meglio gli enigmi a lungo termine “, continua il: New York Times:.

Inoltre, può servire come una sorta di spareggio per quelli di voi coinvolti in catene di testo competitive con amici e familiari. Se hai fatto tutto bene e sei stato semplicemente sfortunato, te lo direbbe anche tu. ”

Tuttavia, il creatore di un altro: Parola: strumento è stato utilizzato sui social media per evidenziare: Somiglianze “inquietanti”: tra WordleBot e il loro Wordle Analyzer.

“Stranamente simile, vero?” ha chiesto lo sviluppatore. “Usa qualità contro punteggio di abilità, commento dinamico, intelligenza artificiale alla fine. Nemmeno un credito. Eh! ”

Arriva come il mese scorso, il New York Times ha apparentemente forzato la chiusura di un: Parola: sito di archivio.

Leave a Comment