In centinaia si radunano a Plymouth per prevenire lo scarico delle acque reflue nucleari

Centinaia di persone stanno esprimendo la loro opposizione alla proposta di scaricare 1 milione di galloni di acqua radioattiva trattata dalla centrale nucleare di Plymouth dismessa nell’oceano al largo della costa del Massachusetts.Una manifestazione contro la proposta di Holtec International, la società che ha acquisito la dismessa Pilgrim “Siamo la città natale dell’America, non la discarica di Holtec”, ha affermato Betty Cavacco, membro del Plymouth Select Board. Un portavoce di Holtec ha affermato che la società sta valutando altre opzioni per lo smaltimento delle acque reflue nucleari oltre a scaricarle a Cape Cod Baia. Queste opzioni includono l’evaporazione dell’acqua contaminata o il trasporto su camion in una struttura fuori dallo stato. “Valuteremo le opzioni approvate dalla regolamentazione disponibili e non sono state prese decisioni finali”, ha affermato il portavoce in una nota. “La (US Environmental Protection Agency) e (Nuclear Regulatory Commission) hanno norme rigorose per quanto riguarda lo smaltimento di tutti gli effluenti da qualsiasi sito di smantellamento.” Secondo Holtec, scarichi minori si sono verificati durante i cinque decenni in cui la centrale nucleare del pellegrino era in funzione prima di essa chiuso nel 2019, con un impatto ambientale minimo.Gli oppositori della proposta di dumping, tuttavia, hanno affermato che la scienza ambientale a cui fa riferimento Holtec è inconcludente e che le conseguenze ambientali ed economiche dello scarico delle acque reflue nucleari nella baia di Cape Cod sono troppo elevate. 60 aragoste commerciali a tempo pieno qui. Abbiamo gli allevamenti di ostriche e tutto il resto. C’è troppo in gioco “, ha detto Tom O’Reilly, proprietario del peschereccio di aragoste” Karen M. “” Non vogliamo vendere frutti di mare radioattivi e nessuno lo comprerà, anche se non lo farà direttamente ferirli “, ha detto la pescatrice commerciale Olivia Michaud. Durante la manifestazione, Cavaco ha proposto che la città inizi a prepararsi per il processo di presentazione di un’azione collettiva contro Holtec. Chi ha l’ultima parola? L’NRC per scaricare l’acqua nella baia . Tuttavia, Holtec avrebbe bisogno dell’autorizzazione dell’Agenzia per la protezione ambientale degli Stati Uniti se l’acqua contenesse sostanze inquinanti regolamentate dal Clean Water Act, come i metalli disciolti. Se l’acqua contenesse solo materiali radioattivi regolamentati dall’NRC, Holtec non avrebbe bisogno di chiedere all’EPA di una modifica del permesso, secondo la divisione idrica dell’EPA per il New England. Holtec non ha mai fornito all’EPA una caratterizzazione inquinante dell’acqua associata alla disattivazione, ha affermato il direttore della divisione Mary Lampert, di Duxbury, fa parte di un panel creato dallo stato per esaminare le questioni relative alla disattivazione di Pilgrim. Crede che lo stato potrebbe utilizzare le leggi e i regolamenti esistenti per fermare il dumping e prevede di fare pressioni sul procuratore generale del Massachusetts affinché presenti un’ingiunzione preliminare in tal senso. L’ufficio del procuratore generale ha affermato che sta monitorando la questione e prenderebbe sul serio qualsiasi violazione del Clean Water Act. .Holtec ha detto che questa settimana sta esaminando l’acqua per possibili inquinanti, ma i risultati di laboratorio non saranno disponibili per un po’. L’azienda prevede di decidere cosa fare con l’acqua entro la fine dell’anno. Lo scarico, l’evaporazione e alcuni trasporti limitati saranno probabilmente tutti parte della soluzione, ha aggiunto Holtec.Jennifer McDermott dell’Associated Press ha contribuito a questo rapporto.

Centinaia di persone stanno esprimendo la loro opposizione alla proposta di scaricare 1 milione di galloni di acqua radioattiva trattata dalla centrale nucleare di Plymouth dismessa nell’oceano al largo della costa del Massachusetts.

Sabato pomeriggio a Plymouth Town Wharf si è tenuta una manifestazione contro la proposta di Holtec International, la società che ha acquisito la dismessa Pilgrim Nuclear Power Station.

“Siamo la città natale dell’America, non la discarica di Holtec”, ha affermato Betty Cavacco, membro del Plymouth Select Board.

Un portavoce di Holtec ha affermato che la società sta valutando altre opzioni per smaltire le acque reflue nucleari oltre a scaricarle nella baia di Cape Cod. Tali opzioni includono l’evaporazione dell’acqua contaminata o il trasporto su camion in una struttura fuori dallo stato.

“Valuteremo le opzioni disponibili approvate dalla regolamentazione e non sono state prese decisioni finali”, ha affermato il portavoce in una nota. “La (US Environmental Protection Agency) e (Nuclear Regulatory Commission) hanno norme rigorose per quanto riguarda lo smaltimento di tutti gli effluenti da qualsiasi sito di disattivazione”.

Secondo Holtec, durante i cinque decenni in cui la centrale nucleare del pellegrino era in funzione prima della sua chiusura nel 2019, si sono verificati scarichi minori, con un impatto ambientale minimo.

Gli oppositori della proposta di dumping, tuttavia, hanno affermato che la scienza ambientale a cui fa riferimento Holtec non è conclusiva e che le conseguenze ambientali ed economiche dello scarico delle acque reflue nucleari nella baia di Cape Cod sono troppo elevate.

“Abbiamo 60 aragoste commerciali a tempo pieno qui. Abbiamo gli allevamenti di ostriche e tutto il resto. C’è troppo in gioco “, ha detto Tom O’Reilly, proprietario del peschereccio di aragoste” Karen M. “

“Non vogliamo vendere frutti di mare radioattivi e nessuno li comprerà, anche se non li danneggerà direttamente”, ha detto la pescatrice commerciale Olivia Michaud.

Durante la manifestazione, Cavaco ha proposto che la città inizi a prepararsi per il processo di presentazione di una class action contro Holtec.

Chi ha l’ultima parola?

Holtec non avrebbe bisogno di un’approvazione separata dall’NRC per scaricare l’acqua nella baia. Tuttavia, Holtec avrebbe bisogno dell’autorizzazione dell’Agenzia per la protezione ambientale degli Stati Uniti se l’acqua contenesse sostanze inquinanti regolamentate dal Clean Water Act, come i metalli disciolti.

Se l’acqua contenesse solo materiali radioattivi regolamentati dall’NRC, Holtec non avrebbe bisogno di chiedere all’EPA una modifica del permesso, secondo la divisione idrica dell’EPA per il New England. Holtec non ha mai fornito all’EPA una caratterizzazione inquinante dell’acqua associata alla disattivazione, ha affermato il direttore della divisione.

Mary Lampert, di Duxbury, fa parte di un panel creato dallo stato per esaminare le questioni relative alla disattivazione di Pilgrim. Crede che lo stato potrebbe utilizzare le sue leggi e regolamenti esistenti per fermare il dumping e prevede di fare pressioni sul procuratore generale del Massachusetts affinché presenti un’ingiunzione preliminare in tal senso.

L’ufficio del procuratore generale ha affermato che sta monitorando il problema e prenderebbe sul serio qualsiasi violazione del Clean Water Act.

Holtec ha detto che questa settimana sta esaminando l’acqua per possibili inquinanti, ma i risultati di laboratorio non saranno disponibili per un po’.

La società prevede di decidere cosa fare con l’acqua entro la fine dell’anno. Lo scarico, l’evaporazione e alcuni trasporti limitati faranno probabilmente tutti parte della soluzione, ha aggiunto Holtec.

Jennifer McDermott dell’Associated Press ha contribuito a questo rapporto.

.

Leave a Comment