NVIDIA proietta il superchip CPU Grace “ARM” con prestazioni fino a 2x e efficienza 2,3x rispetto ai chip Intel Ice Lake Xeon

Alla GTC 2022, NVIDIA ha presentato il suo Grace CPU Superchip, una piattaforma con un massimo di 144 core ARM che è stata pubblicizzata per offrire un guadagno perf/watt 2x rispetto ai server tradizionali. Durante l’evento, il CEO di NVIDIA né le pagine web hanno condiviso molte informazioni sulle affermazioni sulle prestazioni, ma NVIDIA ha condiviso una nuova diapositiva che proietta le prestazioni del chip rispetto alla piattaforma Intel Ice Lake Xeon.

Superchip NVIDIA Grace con 144 core CPU ARM progettati per offrire prestazioni 2x e guadagni di efficienza 2,3x rispetto a Intel Ice Lake Xeon

Quindi è stata condivisa una nuova diapositiva delle prestazioni del Superchip CPU Grace Arm di NVIDIA che mostra le prestazioni “progettate” di WRF (Ricerca e previsioni meteorologiche) utilizzando lo standard NCAR WRF (v3.9.1.1 portato su Arm). Il modello IB4 è una previsione regionale di 4 km della penisola iberica che si trova nell’Europa meridionale e copre Spagna e Portogallo.

I risultati di Steam Hardware Survey mostrano che le CPU hexa-core sono le più popolari tra i giocatori:

Tieni presente che questa misurazione delle prestazioni è specifica per il Grace CPU Superchip e non per il Grace Hopper Superchip. NVIDIA Grace CPU Superchip utilizza la tecnologia NVLink-C2C per fornire 144 core Arm v9 e 1 TB/s di larghezza di banda di memoria.

  • CPU ad alte prestazioni per HPC e cloud computing:
  • Design super chip con un massimo di 144 core CPU Arm v9:
  • Il primo LPDDR5x al mondo con memoria ECC, larghezza di banda totale di 1 TB / s:
  • SPECrate2017_int_base oltre 740 (stimato)
  • Interfaccia coerente da 900 GB / s, 7 volte più veloce di PCIe Gen 5:
  • 2 volte la densità di imballaggio delle soluzioni basate su DIMM:
  • 2 volte le prestazioni per watt della CPU leader di oggi:
  • Esegue tutti gli stack e le piattaforme software NVIDIA, inclusi RTX, HPC, AI e Omniverse

Le prestazioni sono state misurate rispetto alla CPU Intel Xeon 8360Y “Ice Lake” in esecuzione in una configurazione a doppio socket. L’intera piattaforma funzionava a 572 W in una configurazione a 1 nodo. Poiché ogni CPU Xeon ha 36 core, una configurazione a doppio socket produrrebbe 72 core e 144 thread. Questo è inferiore a NVIDIA Grace Superchip, ma potrebbero esserci diversi motivi per cui NVIDIA lo ha utilizzato per il confronto con un costo unico.

Venendo ai numeri delle prestazioni, il Superchip della CPU NVIDIA Grace offre un throughput 2x e un vantaggio di efficienza 2,3x rispetto alla piattaforma Intel Ice Lake. Uno dei motivi dell’enorme aumento delle prestazioni è perché il modello WRF dipende molto dalla larghezza di banda della memoria e le enormi cifre della larghezza di banda supportate da NVIDIA Grace Superchip lo stanno davvero aiutando in questo specifico carico di lavoro HPC.

Durante la presentazione del GTC 2022, NVIDIA ha confrontato il Superchip con le offerte EPYC di AMD presenti nelle sue soluzioni DGX. Abbiamo subito scoperto che la differenza di prestazioni tra Grace ed EPYC non è così grande come si vede nei risultati della velocità intera della CPU SPEC 2017. Ma questo potrebbe cambiare poiché queste sono tutte proiezioni relative e il lancio della CPU non è pianificato fino alla prima metà del 2023. Sarà sicuramente interessante vedere come le CPU Grace si comportino con i chip x86 ma quando verranno rilasciate, gareggerà contro le CPU Genova di AMD e Sapphire Rapids di Intel.

Fonte di notizie: Toms hardware:

Leave a Comment