Il capo della NASA affronta i nervosismi della stazione spaziale tra la pesca alla traina russa

MIAMI – Il capo della NASA si è impegnato questa settimana a continuare l’esplorazione spaziale congiunta con altri paesi, anche se la sua controparte russa troll su Twitter ha suggerito che Mosca potrebbe schiantare la Stazione Spaziale Internazionale sulla Terra o lasciare indietro un astronauta statunitense.

“Ci siamo incontrati quasi ogni giorno per tre settimane per garantire la sicurezza delle operazioni della ISS”, ha detto lunedì l’amministratore della NASA Bill Nelson in un video municipio con la forza lavoro di 60.000 membri dell’agenzia, secondo il testo delle sue osservazioni ottenuto da NBC News .

“Voglio assicurarvi che siamo focalizzati sul laser sulla nostra gente”, ha detto Nelson, osservando che “rimane impegnato” con tutti e sette gli astronauti e i cosmonauti a bordo della Stazione Spaziale Internazionale e che la NASA “continua a lavorare con tutti i nostri partner internazionali .” per continuare il funzionamento sicuro della ISS. “

Le osservazioni di Nelson, che hanno riconosciuto la “tensione senza precedenti nelle relazioni tra il governo russo e quello statunitense a seguito del loro attacco al popolo ucraino”, sono in netto contrasto con le provocazioni bellicose su Twitter di Dimitry Olegovich Rogozin, il capo della Agenzia spaziale russa, Roscosmos.

Da quando gli Stati Uniti hanno sanzionato il presidente russo Vladimir Putin e la sua cerchia ristretta per l’invasione dell’Ucraina, Rogozin e la sua agenzia hanno suggerito che la stazione spaziale potrebbe schiantarsi o che la Russia potrebbe staccare il suo modulo dalla stazione e lasciare l’astronauta statunitense Mark Vande Hei – che dovrebbe fare l’autostop per tornare sulla Terra su un’astronave russa il 30 marzo. Martedì, Vande Hei ha battuto il record mondiale per la maggior parte dei giorni consecutivi nello spazio, a 341.

Le recenti escalation russe minacciano quasi 50 anni di esplorazione spaziale congiunta tra ex avversari della Guerra Fredda che hanno messo da parte le loro differenze terrestri per perseguire missioni celesti. Ora alcuni esperti spaziali chiedono agli Stati Uniti di considerare la fine della partnership tra la Stazione Spaziale Internazionale e la Russia, iniziata nel 1987.

“La NASA è in una lista molto breve di entità ancora in partnership pubblica con la Russia – anche Starbucks, McDonald’s e Coca-Cola hanno smesso di fare affari con il regime”, ha detto Ann Kapusta, che ha lavorato alla stazione spaziale per la NASA e ora è la direttore esecutivo della Space Frontier Foundation, un gruppo di difesa senza scopo di lucro.

“Non possiamo ignorare che Roscosmos fa ora parte della macchina da guerra di Putin”, ha detto. “Se non l’hanno già fatto, la NASA deve iniziare il processo di rescissione dei legami”.

Kapusta ha detto che un test critico nella relazione arriverà venerdì, quando la Russia invierà tre cosmonauti alla stazione spaziale su un razzo Soyuz. Il ritorno è previsto il 30 marzo con Vande Hei e due cosmonauti russi.

Ma il ritorno di Vande Hei è stato messo in discussione il 5 marzo quando l’agenzia di stampa statale russa RIA Novosti ha pubblicato un video sui social che mostra il segmento russo della stazione spaziale che si sta staccando dopo che i cosmonauti hanno salutato Vande Hei. Descritto come “comico”Dalla rete, il video è stato creato da Roscosmos.

I funzionari statunitensi non ridevano.

Rogozin ha respinto le affermazioni secondo cui la Russia stava minacciando di abbandonare Vande Hei definendole “isteriche” e l’agenzia di stampa russa TASS ha promesso esplicitamente lunedì che Vande Hei sarebbe stato restituito al sicuro. Gli Stati Uniti hanno piani di riserva per recuperarlo in un caso che non si verifica.

“È interessante notare che il previsto lancio di tre cosmonauti sulla ISS sta procedendo venerdì”, ha detto Nelson nel suo municipio, che chiaramente non ha menzionato Rogozin.

Dmitry Rogozin, il capo dell'agenzia spaziale russa Roscosmos, parla all'arrivo con l'astronauta della NASA Nick Hague e il cosmonauta russo Alexey Ovchinin a Baikonur, in Kazakistan, l'8 ottobre.  11, 2018.
Dmitry Olegovich Rogozin, capo dell’agenzia spaziale russa Roscosmos, a Baikonur, in Kazakistan, il 18 ottobre. 11, 2018.Yuri Kochetkov / AFP tramite il file Getty Images

Le osservazioni di Nelson sono state progettate per rassicurare i lavoratori e gli appaltatori della NASA senza aumentare le tensioni con la Russia, in linea con la politica dell’amministrazione Biden. Ma coloro che hanno familiarità con il pensiero di Nelson dicono che ha sentito il bisogno di parlare dopo che la Russia ha pubblicato il video della stazione spaziale su Vande Hei.

La risposta di Nelson, un ex senatore democratico della Florida, è stata elogiata dal senatore GOP. Marco Rubio della Florida.

“Sono grato per la leadership di Bill e il suo impegno incrollabile per la sicurezza dei nostri astronauti, incluso Mark Vande Hei”, ha detto Rubio in una dichiarazione scritta a NBC News.

Pur negando che la Russia bloccherà Vande Hei, Rogozin ha pubblicato una serie di tweet il 2 febbraio. 24 suggerendo che la Russia – che controlla i motori della stazione spaziale – potrebbe abbandonare le sue responsabilità.

“Se blocchi la cooperazione con noi, chi salverà la ISS da un deorbit incontrollato e cadrà negli Stati Uniti o in Europa? C’è anche la possibilità di far cadere una struttura da 500 tonnellate in India e Cina “, ha scritto sulla sua pagina Twitter ufficiale, secondo una traduzione Reuters dei suoi tweet. “Vuoi minacciarli con una prospettiva del genere? La ISS non sorvola la Russia, quindi tutti i rischi sono tuoi. Sei pronta per loro? “

Rogozin ha anche suggerito che il presidente Joe Biden abbia il morbo di Alzheimer per aver imposto sanzioni alla Russia, ma poi ha scritto che le persone dovrebbero ignorare le sue osservazioni. Si è anche impegnato in guerre su Twitter con il miliardario fondatore di SpaceX Elon Musk e Scott Kelly, che in precedenza deteneva il record per la maggior parte dei giorni consecutivi nello spazio ed è il fratello gemello del senatore. Mark Kelly, D-Ariz., Anche un ex astronauta. Rogozin anche twittato un video di “Tom e Jerry” annotato che vedeva l’Ucraina come il topo e la Russia come il gatto un’ironia considerando che il primo supera regolarmente in astuzia il secondo nel cartone animato.

La Russia ha interrotto i legami con le società e i paesi europei di esplorazione spaziale e ha interrotto la fornitura di motori a razzo agli Stati Uniti dall’invasione dell’Ucraina, con Rogozin che afferma che gli Stati Uniti dovrebbero volare alla stazione spaziale su “manici di scopa”. In precedenza, ha affermato che gli Stati Uniti potrebbero dover utilizzare un trampolino per raggiungere la stazione spaziale. Era il 2014, quando l’amministrazione Obama ha sanzionato lui e altri alleati Putin in risposta all’annessione della Crimea, che faceva parte dell’Ucraina.

Quattro anni dopo, Putin nominò Rogozin a capo di Roscosmos, suscitando la preoccupazione che avrebbe svelato la cooperazione apolitica tra Russia e Stati Uniti nello spazio. Rogozin si è lamentato delle sanzioni del 2014 contro Nelson, che le ha sostenute quando era senatore.

Un ex capo della stazione della CIA a Mosca, Rolf Mowatt-Larssen, esperto di controspionaggio, ha affermato che i commenti misurati di Nelson hanno “esattamente l’approccio giusto”, aggiungendo: “Dobbiamo stare molto attenti in questo momento a non scatenare paura o diventare isterici. “”

La recitazione di Rogozin, ha detto Mowatt-Larssen, sembra essere la “classica copertura delle scommesse” da parte di un membro del governo russo che sente il bisogno di agire per dimostrare la sua lealtà a Putin.

Indipendentemente da quanto Putin approvi o meno, ha detto Kapusta della Space Frontier Foundation, gli Stati Uniti probabilmente non possono contare sul fatto che la Russia vada avanti.

“Lo spazio è sempre stato apolitico e abbiamo avuto questa speranza che lo spazio possa essere un unificatore per tutta l’umanità, e quello che senti da chiunque sia stato lassù è che cambia la tua prospettiva, che non ci sono confini che dividono i paesi su i continenti “, ha detto. “Lo spazio è al di là dell’aggressione terrestre e delle tensioni strutturali, ed è solo ora e scoraggiante che questo ragazzo, sostenuto da Putin, lo stia distruggendo”.

Leave a Comment