Enormi cavi sottomarini per fornire al Regno Unito e alla Germania il primo collegamento energetico in assoluto

Turbine eoliche onshore in Germania. Il progetto NeuConnect afferma che l’interconnessione consentirà alla Gran Bretagna di “attingere alla vasta infrastruttura energetica in Germania, comprese le sue significative fonti di energia rinnovabile”.

di Thomas E. Gunnarsson | Momento aperto | Getty Images

Sono stati assegnati contratti chiave per un totale di oltre 1,5 miliardi di sterline (1,95 miliardi di dollari) per un importante progetto di interconnessione che collegherà la Germania e il Regno Unito, mentre i paesi di tutto il mondo tentano di sostenere le loro forniture energetiche nel mezzo della crisi in corso in Ucraina.

Il progetto NeuConnect è incentrato su cavi sottomarini che consentiranno a 1,4 gigawatt di elettricità di passare in entrambe le direzioni tra il Regno Unito e la Germania, le due maggiori economie europee. L’interconnessione misura 725 chilometri, ovvero poco più di 450 miglia.

Quelli dietro NeuConnect hanno soprannominato l’impresa finanziata privatamente una “autostrada energetica invisibile” e l’hanno descritta come “il primo collegamento diretto tra il mercato energetico britannico e tedesco”.

Gli appalti aggiudicati sono relativi a lavori di cablaggio e stazioni di conversione. NeuConnect ha affermato che Siemens Energy si è aggiudicata il contratto per quest’ultimo, che riguarderà la progettazione e la costruzione di siti in Germania e nel Regno Unito.

Il progetto NeuConnect ha precedentemente affermato che l’interconnessione consentirà alla Gran Bretagna di “attingere alla vasta infrastruttura energetica in Germania, comprese le sue significative fonti di energia rinnovabile”.

Per la Germania, afferma che “il nuovo collegamento con la Gran Bretagna aiuterà ad alleviare gli attuali colli di bottiglia in cui le turbine eoliche vengono spesso spente a causa della creazione di un eccesso di energia rinnovabile”.

L’annuncio di lunedì affermava che la chiusura finanziaria di NeuConnect era prevista per le “prossime settimane”, il che consentirebbe l’inizio dei lavori ad un certo punto nel 2022.

Leggi di più sull’energia pulita da CNBC Pro

Il progetto è in lavorazione da un po’ di tempo, ma la sua progressione arriva in un momento in cui l’invasione russa dell’Ucraina ha messo in evidenza quanto alcune economie siano dipendenti dai combustibili fossili russi.

Infatti, mentre la guerra in Ucraina ha creato tensioni e divisioni geopolitiche, ha anche portato a una serie di iniziative definite da cooperazione e obiettivi condivisi.

Gli Stati Uniti e la Commissione europea, ad esempio, hanno recentemente rilasciato una dichiarazione sulla sicurezza energetica in cui annunciano la creazione di una task force congiunta sull’argomento.

Le parti hanno affermato che gli Stati Uniti “cercheranno di garantire” almeno 15 miliardi di metri cubi di volumi extra di gas naturale liquefatto per l’UE quest’anno. Hanno aggiunto che questo dovrebbe aumentare in futuro.

Il presidente Joe Biden ha affermato che anche gli Stati Uniti e l’UE “lavoreranno insieme per adottare misure concrete per ridurre la dipendenza dal gas naturale – punto – e per massimizzare la disponibilità e l’uso di energia rinnovabile”.

NeuConnect non è l’unico progetto incentrato sul collegamento del Regno Unito con altre parti d’Europa.

L’anno scorso, un cavo sottomarino di 450 miglia che collega il Regno Unito e la Norvegia, consentendo loro di condividere l’energia rinnovabile, ha iniziato le operazioni commerciali.

L’idea alla base del North Sea Link, come è noto, è di sfruttare l’energia idroelettrica norvegese e le risorse di energia eolica del Regno Unito.

Nel Regno Unito, nel 2020 sono stati annunciati i piani per una “superstrada per l’energia sottomarina” multimiliardaria che consentirebbe di inviare l’elettricità prodotta in Scozia nel nord-est dell’Inghilterra.

Il progetto Eastern Link, attualmente nelle prime fasi di sviluppo, si concentrerà sullo sviluppo di una coppia di cavi in ​​corrente continua ad alta tensione che avranno una capacità totale di 4 GW.

.

Leave a Comment