Lamborghini Huracan Tecnica debutta a New York con STO Power:

Sembra che Lamborghini non riesca a lasciare la Huracan. È difficile incolpare l’azienda, poiché la supercar V10 che invecchia con grazia resiste ancora alla concorrenza e ha dimostrato di essere una piattaforma facilmente modulare, date le sue molteplici iterazioni. Oggi ne arriva uno nuovo con la Lamborghini Huracan Tecnica, l’ultima manifestazione della promessa del V10 Lambo di regalare emozioni sia su strada che in pista.

Tecnicamente superiore:

La Huracan Tecnica prende molti dei suoi spunti dalla Huracan STO, l’iterazione orientata alla pista della supercar con motore V10. In sostanza, la STO è il più vicino possibile a un’auto da corsa Super Trofeo pronta per la gara come consentito dalle leggi stradali. Lamborghini ha perfezionato questo in un pacchetto più adatto alla strada, divertente da guidare su strada mentre si comporta altrettanto facilmente in pista. Nella formazione Huracan, la nuova Technica divide la differenza tra la STO pronta per la pista e la “normale” Huracan Evo RWD.

“L’auto è davvero il ponte perfetto tra la EVO standard e la STO. La STO è puramente per la pista e la EVO è l’auto di uso quotidiano “, ha affermato Rouven Mohr, Chief Technical Officer di Lamborghini.

Tecnologia Lamborghini Huracan:

È alimentato da un V10 aspirato da 5,2 litri – lo stesso utilizzato nella STO – e fornisce poco più di 630 cavalli e 417 piedi per libbra di coppia esclusivamente alle ruote posteriori. La potenza viene inviata attraverso un cambio a doppia frizione a sette rapporti con caratteristiche di cambiata variabili a seconda della modalità di guida ANIMA selezionata.

La parte tecnica della Tecnica è il sistema LDVI o “Lamborghini Dinamica Veicolo Integrata”, che influenza il comportamento dinamico dell’Huracan. Coordina sistemi come il controllo della trazione, il torque vectoring e lo sterzo della ruota posteriore per fornire il livello di controllo desiderato.

“Si può dire: [the Huracan Tecnica] ha tre anime diverse: prestazioni, divertimento da guidare e stile di vita “, ha aggiunto Mohr.

Tecnologia Lamborghini Huracan:

“Strada” è la modalità di guida quotidiana più stabile che mantiene tutto il più confortevole possibile. Lo sport rende la Huracan più giocosa aumentando le risposte dell’acceleratore e del cambio, attiva maggiormente il torque vectoring e consente alle ruote posteriori più spazio per il sovrasterzo prima di intervenire, offrendo ai conducenti una piccola spinta di coda controllata.

Corsa porta la Huracan nella sua modalità più seria e reattiva, offrendo al pilota tutto ciò che la Tecnica ha da offrire per il massimo attacco in pista. L’acceleratore per l’uscita del V10 è più sensibile e i cambi di marcia sono tanto aggressivi quanto veloci. Lo sterzo della ruota posteriore, il controllo della trazione e il torque vectoring fanno gli straordinari per dare alla Huracan tutta la presa di cui ha bisogno per i giri caldi.

“La maneggevolezza è eccezionale perché hai il vero controllo della vettura e puoi davvero giocare con la macchina. Confronta questo con la STO che è un’arma da pista affilata e questa macchina può anche essere meravigliosa in pista ma allo stesso tempo facile e fluida da guidare. Se vuoi andare in sovrasterzo, è davvero facile da gestire”, ha detto Mohr.

Tecnologia Lamborghini Huracan:

“Il controllo di trazione è più o meno descritto dall’angolo di slittamento e abbiamo leggermente aumentato questa soglia in modo da poter avere più slittamento, a seconda della modalità di guida”, ha continuato. “Abbiamo deciso di concedere davvero al pilota un alto livello di libertà e poi, con una transizione graduale, inserire il controllo di trazione, perché altrimenti si sente spigoloso e interrompe il movimento”.

A proposito di caldo, i freni della Tecnica sono dotati di una gestione del raffreddamento ispirata alla pista, con freni in carboceramica dotati di deflettore di raffreddamento e condotti della pinza appositamente progettati. Questi dirigono il flusso d’aria nei dischi per dissipare il calore, mantenendo basse le temperature e allungando la vita delle pastiglie dei freni. Con la capacità della Huracan Tecnica di scattare da zero a 60 in 3,2 secondi e la sua velocità massima di quasi 202 mph, vorrai che quei freni funzionino bene e spesso.

Tecnologia Lamborghini Huracan:

Aspetto nitido, prestazioni più nitide:

L’esterno della Tecnica non serve solo a distinguerla dal resto della formazione. Il suo design rivisto è pensato per essere più efficiente dal punto di vista aerodinamico, sfruttando al massimo la sua ingegneria leggera come un cofano completamente in fibra di carbonio. Visivamente, divide la differenza tra i suoi compagni di scuderia su strada e la sua controparte STO da pista. Un nuovo cruscotto incorpora una cortina d’aria, qualcosa di nuovo per la Huracan. Le lamelle inferiori da un nuovo splitter anteriore dirigono l’aria attraverso le ruote per migliorare il raffreddamento e il carico aerodinamico.

Le modifiche al corpo hanno portato la Tecnica ad allungarsi di 2,4 pollici in più rispetto alla Huracan Evo. Non è molto, ma dato che sono entrambi sempre della stessa altezza e larghezza, i pollici in più sono sufficienti per far sembrare la Tecnica più tozza e più ampia. Molto lavoro è andato anche per riprogettare la parte posteriore di questo particolare Huracan che ha portato a numerosi vantaggi.

Tecnologia Lamborghini Huracan:

Una migliore visibilità dal lunotto notoriamente stretto è un cambiamento gradito, anche se è solo di pochi gradi in più. Il suddetto cofano in fibra di carbonio copre il motore mentre il nuovo paraurti posteriore sfoggia una presa d’aria più ottimizzata. Due tubi di scarico esagonali sono le ciliegie molto rumorose di questa particolare torta.

È tutto unito a una nuova ala posteriore fissa che offre alla Tecnica il 35 percento in più di carico aerodinamico posteriore rispetto alla Huracan Evo RWD. Il sottoscocca della Tecnica sfoggia una serie di deflettori aerodinamici ventrali per migliorare ulteriormente il flusso d’aria. L’intero pacchetto monta ruote Damiso da 20 pollici con taglio a diamante che sfoggiano un design esagonale e sono calzate con pneumatici Bridgestone Potenza Sport.

Tecnologia Lamborghini Huracan:

Le Lamborghini sono le più condivise:

Poiché si spera che i conducenti trascorrano più tempo al volante che semplicemente guardare a bocca aperta tutte le linee esterne nitide, Lamborghini ha reso gli interni della Huracan Tecnica un ambiente sportivo e confortevole. I sedili regolabili in altezza con cinture di sicurezza con imbracatura rendono sicuramente la parte “sportiva” delle cose, mentre l’interfaccia HMI ridisegnata rende l’abitacolo un luogo invitante per più di una persona.

Solitamente molto focalizzata sul guidatore, l’interfaccia ha uno schermo centrale a cui i passeggeri possono accedere, consentendo loro di fare la fila per le opzioni di intrattenimento e di co-navigare. Registra anche i dati di viaggio da condividere con gli amici e incorpora la funzionalità di comando vocale What3Words. Anche l’HMI è costruito internamente e non è un riporto di nessuno dei marchi partner di Lamborghini.

L’integrazione di Apple CarPlay, Android Auto e Amazon Alexa consente una transizione più fluida dalla vita di tutti i giorni a quella Lambo. C’è anche un livello sbalorditivo di personalizzazione tra cui scegliere, il che è comprensibile per un’auto di questo calibro.

Prezzi e disponibilità devono ancora essere annunciati ma c’è una buona scommessa che se devi chiedere, non puoi permetterti la Tecnica. La buona notizia è che questo non è un modello a tiratura limitata come la STO, quindi vai a comprare un biglietto della lotteria e spera per il meglio. Non vediamo l’ora di metterci al volante e vedere di persona come la Tecnica completa la formazione Huracan.

Diritti d’autore della foto: Alex Kalogiannis:

Leave a Comment