Nettuno ha appena subito uno sbalzo di temperatura inspiegabile

Gli astronomi hanno osservato Nettuno negli ultimi 17 anni con più telescopi terrestri che hanno monitorato un sorprendente calo delle temperature globali del gigante di ghiaccio, seguito da una drammatica tendenza al riscaldamento al polo sud del pianeta.

Nettuno, che orbita attorno al sole a una distanza di 2,8 miliardi di miglia (4,5 miliardi di chilometri), vive le stagioni come fa la Terra: durano solo molto più a lungo. Un anno su Nettuno dura circa 165 anni terrestri, quindi una singola stagione può durare circa 40 anni. È estate nell’emisfero sud di Nettuno dal 2005.

Gli astronomi hanno deciso di tracciare le temperature atmosferiche del pianeta una volta che si è verificato il solstizio d’estate australe quell’anno.

Quasi 100 immagini termiche di Nettuno scattate da allora hanno mostrato che gran parte di Nettuno si è gradualmente raffreddato, scendendo di 14 gradi Fahrenheit (8 gradi Celsius) tra il 2003 e il 2018.

Uno studio sul fenomeno pubblicato lunedì sul Planetary Science Journal.

“Questo cambiamento è stato inaspettato”, ha affermato in una dichiarazione l’autore principale dello studio Michael Roman, un ricercatore post-dottorato presso l’Università di Leicester. “Dato che abbiamo osservato Nettuno all’inizio dell’estate meridionale, ci aspettavamo che le temperature crescessero lentamente, non più fredde”.

Quindi, un drammatico evento di riscaldamento si è verificato al polo sud di Nettuno tra il 2018 e il 2020 e le temperature sono aumentate di 20 gradi Fahrenheit (11 gradi Celsius). Questo caldo vortice polare ha completamente invertito qualsiasi raffreddamento avvenuto prima.

Questo tipo di riscaldamento polare non è mai stato visto su Nettuno fino ad ora.

La crescente luminosità può essere vista al polo sud di Nettuno tra il 2018 e il 2020, indicando una tendenza al riscaldamento.

“I nostri dati coprono meno della metà di una stagione di Nettuno, quindi nessuno si aspettava di vedere cambiamenti grandi e rapidi”, ha affermato il coautore dello studio Glenn Orton, ricercatore senior presso il Jet Propulsion Laboratory della NASA, in una dichiarazione.

Le immagini sono state scattate utilizzando il telescopio Very Large Telescope e Gemini South dell’European Southern Observatory in Cile, insieme al telescopio Subaru delle Hawaii, al telescopio Keck e al telescopio Gemini North, nonché ai dati del telescopio spaziale Spitzer della NASA, ora in pensione. La luce infrarossa emessa dalla stratosfera di Nettuno, o la banda atmosferica sopra lo strato meteorologico attivo, ha aiutato gli astronomi a rilevare le fluttuazioni di temperatura.

Nettuno gelido ha una media di 340 gradi Fahrenheit negativi (220 gradi Celsius negativi) e gli astronomi ancora non sanno cosa abbia causato questi sbalzi di temperatura.

Per ora, hanno considerato che i cambiamenti imprevisti potrebbero essere dovuti a una serie di fattori.

“Le variazioni di temperatura possono essere correlate ai cambiamenti stagionali nella chimica atmosferica di Nettuno, che possono alterare l’efficacia del raffreddamento dell’atmosfera”, ha detto Roman. “Ma anche la variabilità casuale dei modelli meteorologici o anche una risposta al ciclo di attività solare di 11 anni può avere un effetto”.

Quando Nettuno ha ottenuto il suo straordinario primo piano: il sorvolo di Voyager 2, 30 anni dopo

Saranno necessarie ulteriori osservazioni per esplorare veramente queste possibilità. Il telescopio spaziale James Webb osserverà Urano e Nettuno entro la fine dell’anno. Lo strumento nel medio infrarosso dell’osservatorio spaziale può mappare la chimica e le temperature nell’atmosfera di Nettuno e potrebbe identificare cosa ha causato il cambiamento.

Nettuno è più di 30 volte più lontano dal Sole della Terra ed è l’unico pianeta del nostro sistema solare che non è visibile ad occhio nudo dalla Terra. Finora, solo la navicella spaziale Voyager 2 della NASA ha volato da vicino da Nettuno, cosa che si è verificata nel 1989.

“Penso che Nettuno sia di per sé molto intrigante per molti di noi perché ne sappiamo ancora così poco”, ha detto Roman. “Tutto questo punta verso un’immagine più complicata dell’atmosfera di Nettuno e di come cambia nel tempo”.

.

Leave a Comment