Grazie, Gwyneth! MoonPay porta l’interesse delle celebrità a una valutazione di $ 3,4 miliardi

MoonPay, la società che consente ai consumatori di pagare risorse digitali con carte di credito, ha raccolto 86,7 milioni di dollari da un elenco di celebrità, tra cui Justin Bieber, Jason Derulo, Bruce Willis, Paris Hilton, Gwyneth Paltrow e Matthew McConaughey. Il nuovo round di investimento ha lo scopo di aiutare a spingere l’azienda verso il suo obiettivo di essere il PayPal della criptovaluta. Il nuovo investimento porta la valutazione di MoonPay a 3,4 miliardi di dollari, afferma la società.

MoonPay è probabilmente meglio conosciuto per il suo servizio di portineria. Per dirla semplicemente: MoonPay ha semplificato il processo di acquisto di una scimmia NFT. Le star che vogliono un Bored Ape Yacht Club NFT andranno spesso su MoonPay – e poi ringraziare l’azienda nei loro tweet dopo. (E non sono solo le stelle. Light Speed ​​Venture Partners è anche un client MoonPay.) Ma anche il servizio di infrastruttura è ampiamente utilizzato: 10 milioni di clienti hanno elaborato quasi 3 miliardi di dollari di transazioni tramite MoonPay, afferma l’azienda. Collabora con scambi come Coinbase, FTX e OpenSea, oltre a portafogli tra cui MetaMask; la società afferma di lavorare con più di 260 fornitori di servizi.

PayPal è diventato PayPal senza molto aiuto da parte di Hollywood, ma poi PayPal non si è costruito da solo durante un periodo di interesse per gli NFT. Gli NFT attraggono artisti e musicisti perché offrono un modo per creare flussi di entrate attraverso risorse digitali. Quindi, al CEO di MoonPay Ivan Soto-Wright, è sembrato naturale prendere di mira le aziende di VC specializzate nell’economia creativa quando era il momento di raccogliere fondi. “Mi sono reso conto che l’economia creativa sarebbe stata una parte davvero importante della nostra attività, in particolare con gli NFT”, afferma Soto-Wright.

Il precedente round di finanziamento, una serie A da 555 milioni di dollari, ha portato Thrive Capital, un’azienda fondata da Josh Kushner, che sembra essere sia il fratello di Jared Kushner che il marito di Karlie Kloss. Sound Ventures – fondata da Ashton Kutcher e Guy “Madonna’s manager” Oseary – si è unita a questo ultimo round. Così ha fatto Kinship Ventures, che ha portato con sé Questlove, Mindy Kaling e Zoe Saldaña. Anche Connect Ventures di CAA, una partnership con New Enterprise Associates, si è unita.

Questi investitori hanno portato reti piene di celebrità a Soto-Wright. All’inizio gli hanno fatto domande sulle basi: cos’era Web3, cosa erano gli NFT, come impostare i portafogli. Soto-Wright li ha guidati attraverso la creazione di portafogli, la scrittura di frasi iniziali e il collegamento a OpenSea.

I famosi amici di Soto-Wright hanno contribuito a rendere popolare l’azienda, ma non è l’unico motivo per cui sono coinvolti. Un certo numero di questi nomi familiari, tra cui Paltrow, Hilton, Snoop Dogg, Post Malone e Lil Baby, hanno utilizzato MoonPay per acquistare NFT Bored Ape Yacht Club prima del loro investimento nella stessa MoonPay. Poiché i proprietari della BAYC possiedono la proprietà intellettuale associata alla loro scimmia, quel progetto è stato particolarmente apprezzato dalle celebrità. (Questi diritti IP sono anche il motivo per cui esiste l’erba BAYC.)

MoonPay ha reso facile per le celebrità acquistare le loro scimmie. Poiché le scimmie possono essere costose, acquistare abbastanza Ethereum per effettuare un acquisto non è un processo banale, afferma Soto-Wright. Quindi MoonPay passa attraverso il processo di acquisto della criptovaluta necessaria per l’NFT e l’acquisizione dell’asset digitale, quindi fattura al cliente. (Questo di solito comporta un bonifico bancario piuttosto che una carta di credito poiché è molto più denaro.) “Abbiamo cercato di renderlo simile come un processo come interagiresti con la tua banca privata”, dice. “Fondamentalmente generi una fattura, trasferisci denaro per quella fattura e poi risolviamo la transazione”.

In questo processo, il cliente nomina un budget. MoonPay utilizza benchmark come strumenti di rarità per aiutare a calcolare quanto potrebbe valere un asset. Ma a volte le celebrità comprano le cose solo perché gli piacciono e pagano ciò che pensano sia appropriato, che potrebbe essere più del prezzo richiesto.

Il mondo Web3 riguarda essenzialmente la monetizzazione del fandom. In un certo senso, ha senso che attori e musicisti – persone che fanno soldi attraverso l’IP – diventino utenti di Web3. Ma il mercato degli NFT è scivolato da gennaio, secondo i dati di NonFungible. Dopotutto, come con i colon e l’uovo di giada Goop, solo perché qualcosa è popolare tra le celebrità non significa che sia qui per restare.

Leave a Comment