I dirigenti globali sospettano che le proprie aziende siano “greenwashing”

I nuovi risultati dei sondaggi di The Harris Poll presi per Google Cloud e condivisi in primo luogo con Axios mostrano che i dirigenti senior delle grandi aziende di tutto il mondo stanno dando la priorità agli obiettivi di sostenibilità e sono fiduciosi nei progressi della loro azienda.

Si ma: Tuttavia, molti di questi stessi leader aziendali affermano che “l’ipocrisia verde esiste” e che la loro stessa azienda ha sopravvalutato i propri progressi in termini di sostenibilità.

Ingrandire: Il sondaggio, condotto su 1.491 dirigenti di livello C o VP in 16 mercati e diversi settori, ha rilevato che i leader senior devono affrontare ostacoli per fare progressi in materia di sostenibilità, in particolare difficoltà nel misurare e verificare i progressi.

Perchè importa: Come e se le grandi aziende raggiungeranno i loro obiettivi di emissioni di gas serra contribuiranno a determinare il destino degli obiettivi di temperatura dell’accordo di Parigi.

  • L’80% dei dirigenti intervistati ha valutato la propria azienda al di sopra della media per il proprio lavoro sulla sostenibilità, in particolare nei servizi finanziari e nei settori tecnologici.
  • Solo il 36% degli intervistati ha affermato che le proprie organizzazioni dispongono di strumenti di misurazione che consentono loro di monitorare in dettaglio i propri progressi.
  • Il 58% degli intervistati ha affermato che la propria organizzazione è colpevole di greenwashing. Questo risultato è stato particolarmente elevato in Nord America, dove il 72% degli intervistati ha affermato che la propria organizzazione lo ha fatto.
  • I dirigenti danno priorità al lavoro sulla sostenibilità tanto quanto i compiti più tradizionali, come la ricerca e lo sviluppo.
  • Il sondaggio mostra che i dirigenti ripongono la loro fiducia nell’innovazione tecnologica, compresi i dati informatici e satellitari, per aiutare a promuovere soluzioni sostenibili.

Quello che dicono: “La risposta verrà dal mettere dati migliori nelle mani dei responsabili delle decisioni “, ha affermato in un’intervista Justin Keeble, amministratore delegato di Global Sustainability di Google Cloud.

  • “Penso che il problema sia, poiché le aspettative sono aumentate, che non è stato necessariamente commisurato agli strumenti di cui le aziende hanno bisogno per essere in grado di misurare e divulgare le prestazioni”, ha affermato.

Contesto: Nuove società si stanno formando per aiutare le aziende a tenere conto della loro impronta di emissioni di gas serra e determinare le migliori opportunità per ridurla.

  • I venture capitalist hanno investito somme crescenti in tali sforzi, incluso l’annuncio della scorsa settimana di $ 73 milioni raccolti in un round di serie B per Sweep, che produce software di monitoraggio delle emissioni.
  • Altre aziende in questo spazio includono Supercritical, Cleartrace e Patch.

Nel frattempo … Google sta cercando di essere l’azienda con cui questi nuovi arrivati, tra molti altri, collaborano per ospitare i loro dati e fornire loro strumenti per raggiungere i loro obiettivi di sostenibilità, ha affermato Keeble.

.

Leave a Comment