Justin Bieber e Gwyneth Paltrow investono nella startup crittografica MoonPay

Ivan Soto-Wright, CEO e co-fondatore di MoonPay, parla alla conferenza Bitcoin 2021 a Miami, Florida.

Eva Marie Uzcategui | Bloomberg | Getty Images

Cosa hanno in comune Justin Bieber, Gwyneth Paltrow, Snoop Dogg e Ashton Kutcher? Oltre ad essere celebrità di serie A, sono tra gli oltre 60 nuovi investitori nella startup fintech MoonPay.

Altri investitori famosi includono Chainsmokers, Drake, Eva Longoria, Jason Derulo, Kate Hudson, Paris Hilton, Matthew McConaughey, Mindy Kaling, Questlove e Shawn Mendes, tra gli altri. I nuovi investitori stanno contribuendo con 87 milioni di dollari collettivi a un round di finanziamento da 555 milioni di dollari precedentemente annunciato guidato da Tiger Global e Coatue, valutando MoonPay a 3,4 miliardi di dollari.

Fondato nel 2018, il software dell’azienda con sede a Miami consente agli utenti di acquistare e vendere criptovalute utilizzando metodi di pagamento convenzionali come carte di credito, bonifici bancari o portafogli mobili, come Apple Pay e Google Pay.

MoonPay vende la sua tecnologia anche ad altre aziende, tra cui il sito web di criptovalute Bitcoin.com e il mercato di token non fungibili (NFT) OpenSea, un modello CEO Ivan Soto-Wright chiama “crypto-as-a-service”.

Gli NFT sono risorse digitali che rappresentano oggetti del mondo reale, come arte, musica e immobili, e non possono essere replicati. Solo negli ultimi mesi, grandi marchi di ogni settore, tra cui Coca-Cola, McDonald’s, Nike, Gucci e la National Football League, hanno portato gli NFT nelle loro iniziative di marketing.

“Molte aziende potrebbero aprire una piccola parte dei loro round, ma volevamo assumere controlli significativi da queste persone, perché vogliamo che facciano parte di questa storia e plasmino la direzione del prodotto”, ha detto Soto-Wright alla CNBC.

In particolare, quando si tratta di artisti, non vogliono andare in tour per sempre, quindi si stanno sempre più diversificando, ha detto.

“Molti di loro hanno portafogli di capitale di rischio, molti di loro hanno le proprie iniziative indipendenti e siamo venuti da loro dicendo ‘possiamo aiutarti a capire le opportunità intorno a Web3, cripto e metaverso'”, ha detto Soto-Wright. “Non abbiamo praticamente rifiutato. Tutti volevano farne parte”.

MoonPay afferma di essere stato redditizio dal lancio della sua piattaforma nel 2019. Il suo servizio è ora utilizzato da oltre 10 milioni di clienti in 160 paesi.

Tuttavia, gli investitori hanno lottato per vedere il valore dell’arte digitale e sono perplessi dalle grandi vendite, come il pezzo di Beeple, venduto da Christie’s per $ 69 milioni.

Guardando al futuro, l’azienda prevede di spendere i soldi raccolti in nuovi prodotti e ampliamenti. Ha anche l’ambizione di rendere pubblico il business.

“Abbiamo aspirazioni a diventare una società per azioni”, ha detto Soto-Wright alla CNBC a novembre.

Le criptovalute sono notoriamente volatili, tuttavia, e ciò ha colpito anche i giocatori più famosi dello spazio. Bitcoin è sceso sotto $ 40.000 all’inizio di questa settimana per la prima volta da marzo.

—Cnbc Ryan Browne contribuito a questo rapporto.

.

Leave a Comment