Recensione Outer Range: un miscuglio quando Twin Peaks arriva a Yellowstone

Con i suoi vasti spazi vuoti sotto cieli crepitanti abbastanza grandi da mantenere un segreto, il West americano è un ambiente naturale per un’elevata stranezza. Roswell e Skinwalker Ranch occupano entrambi il polveroso deserto a sud-ovest. Ma la nuova serie di Amazon Intervallo esterno sposta l’azione più a nord, nel Wyoming, per un western di fantascienza che si fonde Yellowstone e I limiti esterni con solo un pizzico di Cime gemelle. Ora, i toni mutevoli implicati da una tale miscela non sempre si connettono. In effetti, possono sentirsi abbastanza sconnessi. Ma dato questo Intervallo esterno è molto simile alla misteriosa scuola di fantascienza, che rielabora i classici tropi del western – il misterioso vagabondo, la sparatoria nella strada principale – con fini enigmatici, forse alcune qualità scoraggianti sono appropriate.

Intervallo esterno arriva su Amazon con un pedigree impeccabile: è la seconda serie realizzata nell’ambito del primo accordo tra la società di produzione vincitrice di Oscar Plan B e Amazon, la prima è quella di Barry Jenkins La Ferrovia Sotterranea. Gli aspetti più woo-woo di Intervallo esterno sono presumibilmente influenzati dalla produttrice consulente ed EP Amy Seimetz, il cui film del 2020 Lei muore domani è altrettanto imperscrutabile. (Sebbene non fossero coinvolti nella produzione, nello show ci sono anche sfumature di un concept di Justin Benson e Aaron Moorhead.) Il creatore della serie e showrunner Brian Watkins, nel frattempo, è un celebre drammaturgo, il cui 2015 Wyoming allo stesso modo si è occupato di indicibili segreti di famiglia nella gamma aperta.

E prima che possa tuffarsi a faccia in giù nell’imperscrutabile, Intervallo esterno ha un dramma di allevamento di prestigio di cui occuparsi. Josh Brolin interpreta Royal Abbott, il laconico patriarca di un clan di ranch e rodeo. Gli Abbott sono il tipo di famiglia in cui nessuno dice mai cosa significano veramente, ma sono comunque legati strettamente dal sangue e dagli intrighi. E nell’apertura della serie, Royal riceve la notizia che il suo vicino di casa, il altrettanto ottuso Wayne Tillerson (Will Patton), sta facendo delle mosse per impadronirsi del suo pascolo occidentale approfittando di un errore cartografico risalente al 1870.

Foto: Richard Foreman / Amazon Prime Video

Il patriarca di Tillerson seduto e guardando una roccia

Foto: Richard Foreman / Amazon Prime Video

Le due famiglie di ranch di Outer Range stanno negoziando sul recinto

Foto: Richard Foreman / Amazon Prime Video

Sebbene siano entrambe famiglie di allevatori di spicco nella stessa piccola città, gli eccentrici Tillerson non potrebbero essere più diversi dagli abati devoti e schietti. E come principali antagonisti della serie, contribuiscono alla maggior parte del surrealismo comico. Il figlio più giovane di Tillerson, Billy (Noah Reid), ad esempio, è un cowboy che canta. E in uno di Intervallo esternoè il massimo Twin Peaks-esque momenti, si esibisce al karaoke sulla tomba a un funerale mentre sua madre Patricia (Deirdre O’Connell), il tipo di donna che bacia i suoi figli adulti sulle labbra più a lungo di quanto dovrebbe, apre la bara in modo che possa vedere chi tra le persone in lutto riunite sembrano le più colpevoli.

Gli allevatori del Wyoming, ovviamente, prendono molto sul serio la loro terra. Quindi la disputa si trasforma rapidamente in un omicidio e l’intera famiglia Abbott, fatta eccezione per la nipote preadolescente di Royal, Amy (Olive Abercrombie), è coinvolta. La matriarca Cecilia Abbott (Lili Taylor) cerca, e fallisce, di darlo a Dio in una delle trame meno soddisfacenti della serie. Il figlio maggiore Perry (Tom Pelphrey) è preoccupato per la moglie scomparsa. Il fratello minore Rhett Abbott (Lewis Pullman) ha la sua carriera da rodeo e una storia d’amore in erba da considerare. E il vice sceriffo Joy (Tamara Podemski) ha molto da dimostrare, dato che sta cercando di diventare il primo sceriffo indigeno della città – e il suo primo omosessuale. Aggiungi l’hippy backpacker, Autumn (Imogen Poots), che si sta accampando nella terra di Abbott, e avrai molti potenziali testimoni quando Royal lascia cadere un corpo lungo il portale temporale cosmico sul merlato pascolo occidentale.

L’omicidio, a quanto pare, è l’ultimo dei tanti segreti che Royal sta mantenendo. Il portale – o, come lo chiamano i personaggi, semplicemente “il buco” – appare e scompare secondo i propri capricci. Quando è presente, turbina di luce stellare e nebbia planetaria. E se ci salti (o vieni spinto) dentro, cadrai nello spazio come Alice nel paese delle meraviglie prima di sbucare da qualche parte nel ranch di Abbott. Il problema è che non puoi controllare per quanto tempo starai via. (Nella stagione 1, questi intervalli di tempo vanno da poche ore a 82 anni.) In breve, è una manifestazione tangibile della natura inspiegabile dello spazio-tempo – che, come dice Autumn, è “caos fino in fondo”.

Royal e Autumn si fissano;  lui è in ombra ma lei è illuminata

Foto: Richard Foreman / Amazon Prime Video

Intervallo esterno è ancorato da alcune grandi esibizioni e da una grande interazione tra di loro. Brolin è caldo e freddo nei panni di Royal, i cui segreti si manifestano fisicamente come le vene del collo gonfie e le esplosioni inzuppate di saliva che di tanto in tanto interrompono le sue rassicurazioni grugnite che tutto va bene. L’arco autunnale, invece, è in continua escalation. E Poots è magnetica nella sua evoluzione da eccentrico hippie di fondi fiduciari a violento leader di una setta messianica (ha solo un seguace, ma ancora). Con l’intensificarsi della rivalità tra i personaggi, Brolin e Poots si impegnano in una serie di potenti scontri, ognuno dei quali guarda l’altro come se non fosse sicuro se questa persona sia un pericoloso rivale o il prodotto della propria inaffidabile immaginazione. Podemski, nel frattempo, adotta un approccio più misurato per scoprire le complessità del complotto dell’omicidio dello show. Ma è altrettanto feroce, anche se più sottile nei suoi metodi.

Nonostante la recitazione avvincente, tuttavia, una domanda incombe su tutta la prima metà del film Intervallo esterno: E il buco, però? La serie si trasforma in qualcosa di più avvincente e avvincente quando Seimetz si mette dietro la telecamera per gli episodi cinque e sei. E da lì, la valanga è inarrestabile. Ma ci vuole un po’ per arrivarci, e la prima metà Intervallo esterno si appoggia un po’ troppo alla languida da cowboy da cowboy, con una stranezza non abbastanza alta per bilanciarla. Alcune delle trame non sono affatto soprannaturali e ne risentono: ad esempio, se Rhett andrà bene al rodeo o se avrà un secondo appuntamento con il suo vecchio amico che è tornato in città, semplicemente non è una posta in gioco così alta o interessante come la natura del tempo. Chi se ne frega di litigare con le famiglie quando c’è il buco considerare?

C’è la sensazione che la colonna sonora stia cercando di unire le due parti dello spettacolo. La colonna sonora, dei compositori televisivi veterani Danny Bensi e Saunder Jurriaans, evolve insieme alla storia da percussioni jazz a corde inquietanti e travolgenti direttamente da un film di fantascienza degli anni ’50. Altrove ascoltiamo evocative canzoni country e rock classico di artisti come Dolly Parton, Robert Plant e Alison Kraus, Lee Hazlewood e i Rolling Stones. Ma alla fine, molte di queste canzoni sembrano essere state scelte perché sono belle, non perché si adattano al momento dal punto di vista dei testi o musicalmente. Ciò riflette Intervallo esterno ‘Il problema più grande è che le sue mosse tonali più ambiziose non sempre si uniscono. La direzione di ogni episodio è nel complesso abbastanza buona, specialmente quando lo spettacolo prende una svolta per gli strani nella metà posteriore. Ma quando si tratta di un arco di stagione generale, Intervallo esterno non è sicuro se vuole essere arcaico e ironico, grintoso e drammatico, o un maestoso fantascienza mentale. Uno spettacolo può, ovviamente, essere tutti e tre allo stesso tempo. Ma, forse perché questa è la prima incursione di Watkins in TV, l’equilibrio tra questi toni mutevoli è spento tutte le volte che funziona.

Tuttavia, una volta che i personaggi iniziano a sniffare ciò che può essere descritto solo come sporcizia del tempo, Intervallo esterno diventa abbastanza bizzarro che qualsiasi cosa sembra plausibile. All’inizio della stagione, un personaggio minore dice che la città è piena di misteri bizzarri, un’osservazione che il vice sceriffo Joy liquida come divagazione impazzita dalla droga. Avrà più difficoltà a cancellarlo Intervallo esterno tornare per una seconda stagione, tuttavia. Una volta che hai visto il bufalo del tempo, non si torna indietro.

I primi due episodi di Intervallo esterno uscirà su Amazon Prime Video il 15 aprile. Successivamente, due nuovi episodi escono ogni venerdì.

Leave a Comment