Saturno, Marte, Venere e Giove si allineeranno nel cielo prima dell’alba questo mese

Saturno, Marte, Venere e Giove si allineeranno ordinatamente nel cielo prima dell’alba alla fine di questo mese in un raro spettacolo celeste, dicono gli astronomi.

A partire dal 17 aprile, i quattro pianeti appariranno in diagonale, con Giove più vicino all’orizzonte e Saturno il più alto.

Nell’emisfero settentrionale, saranno più visibili a sud-est il 20 aprile, proprio accanto al sole nascente a est, anche se Giove potrebbe essere protetto dalla luce del sole fino all’ultima settimana del mese, secondo la NASA dice.

Nell’emisfero australe, i pianeti saranno visibili alla stessa ora del mese ma più a est e con un angolo più ripido.

Unendosi ai quattro pianeti nella loro linea ordinata nell’ultima settimana di aprile ci sarà la luna, che apparirà più a sud, appena a destra di Saturno.

I membri del pubblico non avranno bisogno di un telescopio per vedere i pianeti, che saranno visti al meglio in cieli limpidi e privi di nuvole.

A partire da metà mese, i quattro pianeti appariranno in diagonale, con Giove più vicino all’orizzonte e Saturno il più alto

La luna continuerà ad aumentare per tutta la fine di aprile poiché i quattro pianeti sono allineati nel cielo

La luna continuerà ad aumentare per tutta la fine di aprile poiché i quattro pianeti sono allineati nel cielo

In un cielo pieno di stelle, i pianeti possono essere identificati dalla loro netta mancanza di luccichio. Le stelle brillano, mentre i pianeti di solito brillano costantemente.

L’ultima volta che Saturno, Giove, Marte e Venere si sono allineati in questo modo è stato nel 2020 e, prima ancora, nel 2016 e nel 2005.

I PIANETI ALLINEANO: DATE CHIAVE

17 aprile: Inizia a formarsi l’allineamento

20 aprile: L’allineamento è più visibile

23 aprile: Anche la luna si allinea

29 aprile: La luna si avvicina troppo al sole per essere visibile

Fonte: Scienza in diretta

Jake Foster, un ufficiale di educazione astronomica presso i Royal Museums Greenwich, ha detto a MailOnline che l’allineamento sarà visibile fino all’inizio di maggio.

Tutto il pubblico del Regno Unito dovrà fare “faccia a est prima dell’alba” e cercare quattro punti luminosi. basso all’orizzonte.

“I quattro pianeti saranno visibili al mattino presto appena prima dell’alba, che sarà poco prima delle 6:00 BST del 20 aprile”, ha detto Foster.

‘L’alba si insinua sempre prima con l’avanzare dei giorni, quindi è meglio vedere questo allineamento prima piuttosto che dopo.

“La parte difficile sarà catturare i pianeti nello spazio di tempo relativamente breve tra quando si alzano sopra l’orizzonte e quando il Sole li segue.

“Questo ci consente una finestra temporale tra le 5 e le 6 del mattino BST quasi tutte le mattine dal 20 aprile in poi per vedere i pianeti in una linea netta attraverso il cielo.”

Dire i pianeti a parte ad occhio nudo è relativamente semplice da fare, ha aggiunto Foster.

‘Venere sarà notevolmente il più luminoso di tutti e quattro i pianeti, e risplenderà di una brillante luce bianca. Giove sarà il secondo più luminoso, anche di colore bianco brillante. Saturno sarà chiaramente più debole degli altri tre, a causa della sua distanza molto maggiore dal Sole.

“Marte avrà la differenza più distintiva dagli altri a causa della sua colorazione, che appare come un punto luminoso arancione brillante ad occhio nudo.”

Secondo la NASA, anche i due pianeti più luminosi del cielo, Venere e Giove, sono fissati per la loro congiunzione ultraravvicinata alla fine del mese, il 30 aprile.

Questo sarà simile all’incontro di Marte e Saturno avvenuto all’inizio di questo mese il 4 aprile, dove sono apparsi “a distanza di un paio di dita”.

Unendosi ai quattro pianeti nella loro linea ordinata nell'ultima settimana di aprile ci sarà la luna, che apparirà più a sud, appena a destra di Saturno

Unendosi ai quattro pianeti nella loro linea ordinata nell’ultima settimana di aprile ci sarà la luna, che apparirà più a sud, appena a destra di Saturno

Dal 4 aprile, Saturno ha aumentato la sua separazione da Marte ogni giorno, proprio come Giove si fa vedere spuntando all’orizzonte poco prima dell’alba, portando a quello che è destinato a essere uno straordinario allineamento planetario.

“Entro la metà del mese, Giove sta iniziando a sorgere nell’ora prima dell’alba, creando un quartetto di pianeti, disposti in fila nel cielo mattutino”, afferma la NASA.

COME INDOSSARE I PIANETI

I pianeti sembreranno stelle luminose, tranne per il fatto che non “brillano”. Le stelle brillano, mentre i pianeti di solito brillano costantemente.

Anche i pianeti hanno colori diversi: Mercurio è bianco-ish mentre Venere è bianco brillante.

Marte può essere riconosciuto dal suo caratteristico colore rosso ruggine.

Giove è un colore marrone chiaro e Saturno è un colore marrone chiaro giallastro.

Fonte: Planetario Adler

“Dirigendosi verso l’ultima settimana di aprile, Giove sarà abbastanza alto sopra l’orizzonte nell’ora prima dell’alba da renderlo più facilmente osservabile”.

Sebbene sembrino vicini se visti dalla Terra, i pianeti sono ovviamente ancora a milioni di miglia di distanza durante un allineamento.

Sembrano solo avvicinarsi, o allontanarsi, nel cielo mentre la nostra visione di loro attraverso il sistema solare cambia di mese in mese.

Inoltre, l’allineamento planetario dipende dal nostro punto di vista, quindi se tre pianeti si trovano nella stessa regione del cielo dal punto di vista della Terra, non sono necessariamente nella stessa regione del cielo dal punto di vista del sole.

“L’allineamento è quindi un artefatto di un punto di vista e non qualcosa di fondamentale sui pianeti stessi”, ha affermato il dottor Christopher S. Baird, assistente professore di fisica presso la West Texas A&M University.

Il dottor Baird ha anche affermato che i pianeti nel nostro sistema solare non si allineano mai su una linea perfettamente retta “come mostrano nei film”.

‘Se guardi una trama bidimensionale dei pianeti e delle loro orbite su un pezzo di carta, potresti essere indotto a credere che tutti i pianeti alla fine gireranno intorno alla stessa linea.

‘In realtà, i pianeti non orbitano tutti perfettamente sullo stesso piano. Invece, oscillano su orbite diverse nello spazio tridimensionale. Per questo motivo, non saranno mai perfettamente allineati.’

I pianeti del nostro sistema solare non si allineano mai su una linea perfettamente retta

I pianeti del nostro sistema solare non si allineano mai su una linea perfettamente retta “come mostrano nei film”. Molto raramente compaiono

Un allineamento ancora più impressionante – soprannominato il “più spettacolare dell’anno” – si svolgerà tra un paio di mesi.

Il 24 giugno, tutti gli altri pianeti del nostro sistema solare – Mercurio, Venere, Marte, Giove, Saturno, Urano e Nettuno – allineeranno la stessa regione del cielo prima dell’alba.

Mentre Mercurio, Venere, Marte, Giove e Saturno saranno visibili ad occhio nudo in buone condizioni, potrebbe essere necessario un telescopio per discernere Nettuno e Urano, secondo Vito Technology, sviluppatore dell’app Star Walk.

L’ALLINEAMENTO PLANETARIO HA UN EFFETTO SULLA TERRA?

I pianeti del nostro sistema solare non si allineano mai in una linea perfettamente retta come mostrano nei film.

Se osservi una trama bidimensionale dei pianeti e delle loro orbite su un pezzo di carta, potresti essere indotto a credere che tutti i pianeti alla fine gireranno intorno alla stessa linea.

In realtà, i pianeti non orbitano tutti perfettamente sullo stesso piano. Invece, oscillano su orbite diverse nello spazio tridimensionale. Per questo motivo, non saranno mai perfettamente allineati.

L’allineamento planetario dipende dal tuo punto di vista. Se tre pianeti si trovano nella stessa regione del cielo dal punto di vista della Terra, non sono necessariamente nella stessa regione del cielo dal punto di vista del sole.

L’allineamento è quindi un artefatto di un punto di vista e non qualcosa di fondamentale sui pianeti stessi.

Anche se i pianeti si allineassero tutti in una linea perfettamente retta, ciò avrebbe effetti trascurabili sulla Terra.

Ad autori di fantasia e pseudoscienza piace affermare che un allineamento planetario significherebbe che tutti i campi gravitazionali dei pianeti si sommano per creare qualcosa di enorme che interferisce con la vita sulla Terra.

In verità, le spinte gravitazionali dei pianeti sulla Terra sono così deboli che non hanno alcun effetto significativo sulla vita terrestre.

Ci sono solo due oggetti del sistema solare con una gravità sufficiente per influenzare in modo significativo la Terra: la luna e il sole.

La gravità del sole è forte perché il sole è così massiccio. L’effetto gravitazionale della luna sulla Terra è forte perché la luna è così vicina.

La gravità del sole determina l’orbita annuale della Terra e quindi, combinata con l’inclinazione della terra, determina le stagioni.

La gravità della luna è la principale responsabile delle maree oceaniche quotidiane. Il vicino allineamento del sole e della luna ha un effetto sulla Terra, perché i loro campi gravitazionali sono così forti.

Questo allineamento parziale si verifica ad ogni luna piena e luna nuova e porta a maree extra forti chiamate “maree primaverili”.

La parola “primavera” qui si riferisce al fatto che l’acqua sembra saltare sulla riva con le maree extra forti ogni due settimane, non che si verifichino solo nella stagione primaverile.

Fonte: Dr Christopher S. Baird / Università A&M del Texas occidentale

.

Leave a Comment