In una rara intervista, i designer di Monkey Island raccontano ad Ars il tanto atteso Ritorno:

Ingrandire: / Ben tornato. Ti stavamo aspettando.

Nove anni fa, Il segreto di Monkey Island: il creatore e designer Ron Gilbert ha scritto un post sul blog in cui spiegava cosa avrebbe fatto se avesse realizzato un altro gioco di Monkey Island. Ma ora su cui Gilbert sta effettivamente lavorando: Ritorno a Monkey Island:—Il suo primo lavoro sul franchise in oltre tre decenni — ha detto ad Ars che il post del blog del 2013 sembra essere stato scritto da una persona completamente diversa.

“Quell’articolo era solo questo strano flusso di coscienza”, ha detto Gilbert ad Ars in una recente intervista. “Non ricordo l’incidente esatto, ma ricordo che mi sentivo un po’ depresso per il fatto che non sarei mai riuscito a fare un altro Monkey Island e questo ha davvero generato quell’articolo”.

“Penso che se potessi rifare quell’articolo, probabilmente lo ingabbiare in modo leggermente diverso perché queste non sono cose che accadranno assolutamente o assolutamente cose che farò”, ha continuato Gilbert. “Chiunque sia coinvolto in qualsiasi processo creativo sa che non appena inizi, tutto cambia. Quando vengono fuori le idee, cambi la storia, cambi i personaggi, cambi gli enigmi. Non tutto è scritto sulla pietra”.

Tanto tempo in arrivo:

Oggi, Gilbert descrive il processo che alla fine lo ha riportato a Monkey Island come “una cosa di allineamento delle stelle”. Mentre Gilbert ha detto di aver preso in considerazione un ritorno alla serie molte volte nel corso degli anni, è stato solo con un lancio dell’editore Devolver Digital di alcuni anni fa che “la palla ha iniziato ad andare avanti”.

Prima di tornare a Monkey Island, però, Gilbert ha detto che voleva assicurarsi che qualsiasi nuovo gioco potesse essere all’altezza delle aspettative che sono aumentate alle stelle dopo tre decenni in cui i primi due giochi di Monkey Island sono stati salutati come l’apice del design classico dei giochi di avventura . “Questa era la mia preoccupazione numero 1 quando Devolver mi ha contattato per la prima volta su questo – solo il peso di: [expectations]”, ha detto. Era qualcosa che volevo davvero affrontare? “

Per superare queste paure, Gilbert si è consultato con il collega programmatore e scrittore di Monkey Island Dave Grossman per discutere se rivisitare l’ambientazione sarebbe stato effettivamente prezioso. La coppia si è posta una serie di domande prima di impegnarsi: “Abbiamo una buona idea? Possiamo andare avanti? Abbiamo… una storia che si adatta all’eredità?”

La nave di LeChuck viene caricata per salpare.
Ingrandire: / La nave di LeChuck viene caricata per salpare.

Devolver digitale:

“Per me, [the prospect of] lavorare con Ron è stato sicuramente una grande attrazione, “Grossman ha detto ad Ars”.[But] solo per controllare noi stessi, ci siamo incontrati prima di dire definitivamente di sì per assicurarci di avere qualcosa da dire con: [a new game], che saremmo stati in grado di portarlo in alcune direzioni interessanti. Quindi ci siamo incontrati per un fine settimana e abbiamo deciso che, sì, era così, e avremmo dovuto fare un gioco”.

Una volta risolto ciò, Gilbert ha affermato che Devolver ha preso l’iniziativa nella gestione della conclusione dell’affare con la Disney, che possiede i diritti di proprietà intellettuale del franchise di Monkey Island attraverso l’acquisizione di LucasArts nel 2012. Da allora, Gilbert ha detto di aver avuto alcune “lunghe conversazioni” con la Disney e di essere rimasto “molto contento delle risposte” e delle assicurazioni che ha ottenuto che il suo team avrebbe avuto piena libertà creativa sul progetto. Mentre la Disney “ha sicuramente avuto feedback, buoni feedback, [and] abbiamo raccolto alcuni dei loro feedback, “Gilbert ha detto che è stato felice che la società gli abbia permesso di” costruire il gioco che volevo costruire. ”

Leave a Comment