The Sky Questa settimana dal 22 al 29 aprile

Venerdì 22 aprile
L’annuale pioggia di meteoriti Lyrid raggiunge il picco stasera. Il suo radiante, situato vicino alla luminosa Vega nella Lira la Lira, sorge intorno alle 20:00 ora locale. Per la migliore visione notturna della doccia, ti consigliamo di lasciare che quel radioso si alzi il più possibile, quindi aspetta fino a tarda sera prima di uscire a guardare le stelle cadenti.

Sfortunatamente, il radiante non aumenterà molto prima di mezzanotte; se sei disposto a rimanere fuori nelle prime ore di domani mattina o in alternativa alzarti qualche ora prima del sole il 23, le tue prospettive saranno un po’ migliori. La mattina presto è sempre la cosa migliore per vedere gli sciami meteorici, poiché è allora che la rotazione terrestre si traduce in sciami meteorici più veloci con scie più lunghe. Le meteore liridi in genere si muovono attraverso la nostra atmosfera a velocità di circa 30 miglia (50 chilometri) al secondo, non particolarmente veloci, per quanto riguarda le meteore.

La Luna non interferirà con la tua visione in tarda serata, aumentando le tue possibilità di avvistare più meteore. Tuttavia, la velocità massima delle Liridi al picco è solo di circa 18 meteore all’ora – e quel numero sarà in realtà inferiore, poiché il radiante non si troverà direttamente sopra la testa.

Alba: 6:12
Tramonto: 19:46
Alba lunare: 01:52
Tramonto della luna: 10:55
Fase lunare: Gibboso calante (59%)
* Gli orari per l’alba, il tramonto, il sorgere della luna e il tramonto della luna sono indicati nell’ora locale da 40 ° N 90 ° O. L’illuminazione della Luna è data alle 12:00 ora locale dalla stessa posizione.

Sabato 23 aprile
L’ultimo quarto di luna si verifica alle 7:56 EDT. Questa fase lunare è caratterizzata da tempi di alba mattutini, il che significa che la notte è ora l’ambiente perfetto per osservare gli oggetti più deboli del cielo profondo.

Oggi, però, il tuo obiettivo serale è una luminosa magnitudine -0,4: il pianeta Mercurio. Questo mese ci porta la migliore apparizione serale del minuscolo pianeta del 2022 e raggiungerà il massimo allungamento dal Sole in pochi giorni. Ma prima, questa sera offre un’occasione unica per fare un salto indietro nel tempo e vedere il mercurio come lo vide Giovanni Schiaparelli 140 anni fa.

Schiaparelli iniziò a studiare Mercurio nel 1882 e vide immediatamente quella che credeva fosse una gigantesca figura 5 sulla superficie oscura del pianeta. Oggi Mercurio ci presenta una visione quasi identica a quella che vide Schiaparelli all’inizio del 1882.

Inizia individuando Mercurio, che si trova a quasi 20° sopra l’orizzonte occidentale al tramonto. È il primo punto luminoso che apparirà dopo il tramonto, rendendolo facile da trovare. Il pianeta tramonta intorno alle 21:30 ora locale e le migliori viste arriveranno prima piuttosto che dopo, poiché il crepuscolo sta svanendo e Mercurio è più alto sopra l’aria turbolenta all’orizzonte.

Ingrandisci Mercurio con qualsiasi telescopio e vedrai che il disco del pianeta da 6,8 pollici è illuminato al 56 percento, rispetto al pianeta Schiaparelli largo 7,0 pollici e illuminato al 53 percento visto lo scorso febbraio. 6, 1882. La longitudine del meridiano centrale di Mercurio stasera è di 85°, rispetto agli 86° del 1882. E se hai un telescopio più grande (da 6 a 10 pollici), uno sguardo attraverso l’oculare ti trasporterà nei panni di Schiaparelli, offrendoti lo stesso livello di dettaglio. Fare Voi vedi la figura scura 5, o il punto luminoso del cratere Kuiper, che si trova vicino al lembo, appena a sinistra del 5?

Alba: 6:10
Tramonto: 19:47
Alba lunare: 2:43
Tramonto della luna: 12:06
Fase lunare: Mezzaluna calante (48%)

.

Leave a Comment