La società di Los Angeles avrebbe falsificato i risultati del test COVID; accetta di pagare $ 22,5 milioni

UN Los Angeles, California basato COVID-19 la società di test ha accettato di sborsare un accordo di $ 22 milioni dopo essere stata accusata di falsificare i risultati dei test e di essersi impegnata in pubblicità ingannevole.

Una denuncia sosteneva che la società, che operava sotto il nome di “Sameday Health”, avrebbe falsamente pubblicizzato che avrebbe potuto fornire i risultati dei test in 24 ore pur sapendo di non essere in grado di farlo, secondo un comunicato stampa dal procuratore della città di Los Angeles Mike Feuer.

I kit per i test domestici, in particolare i test domestici Celltrion DiaTrust COVID-19 Ag, impilati per la consegna a Boston il 10 gennaio 5, 2022. (Photo by Lane Turner / The Boston Globe via Getty Images / Getty Images)

FAUCI VUOLE IN BREVE RITIRARE GLI ESPERTI DI SANITÀ PUBBLICA PER LE “DECISIONI DI SALUTE PUBBLICA”

Quando quella promessa non è stata mantenuta, la società avrebbe falsificato i risultati per almeno 500 clienti manomettendo i vecchi rapporti di laboratorio PDF e in alcuni casi ha inviato i risultati falsi ai clienti prima ancora che i loro campioni fossero stati consegnati a un laboratorio per i test.

In alcuni casi, i clienti avrebbero ricevuto risultati di test “negativi” senza che l’azienda avesse modo di sapere se fosse effettivamente così.

GLI AMERICANI CRITICANO LA SPINTA DELL’AMMINISTRATORE DI BIDEN PER RESTITUIRE IL MANDATO DELLA MASCHERA

“È oltremodo scandaloso che qualcuno falsifichi i test COVID, come affermiamo sia successo qui. Se ottieni un test negativo, presumi che sia sicuro andare al lavoro, visitare la famiglia e gli amici o fare una vacanza”, ha detto Feuer in una dichiarazione. “Ma le vittime di questo presunto schema potrebbero inconsapevolmente aver diffuso il COVID ad altri o non aver ricevuto cure tempestive e adeguate”, ha affermato Feuer. “Ho appena superato il COVID e so quanto sia essenziale avere risultati accurati dei test. Questa risoluzione storica fermerà questo presunto schema, darà risarcimenti a consumatori e assicuratori e imporrà sanzioni severe”.

L’infermiera registrata Dave Ballard, 47 anni, usa un tampone nasale per testare una persona per la malattia di coronavirus (COVID-19) (Reuters/Cheney Orr/Reuters)

La società, guidata dal CEO Felix Huttenbach, ha accettato di pagare alla città di Los Angeles $ 22,5 milioni per andare avanti con un accordo di $ 3,9 milioni tra la città e il Dr. Jeff Toll che sarebbe stato un partner nel presunto schema.

Le denunce affermano anche che Sameday Health e Huettenbach hanno cospirato con Toll per commettere una frode assicurativa colpendo le compagnie assicurative che stavano già pagando per i test COVID-19 con un costo aggiuntivo per consultazioni mediche non necessarie.

Una persona riceve un tampone faringeo da un operatore sanitario in un sito di test drive-thru all’interno del Bismarck Event Center mentre l’epidemia di coronavirus (COVID-19) continua a Bismarck, North Dakota, USA, 26 ottobre 2020. Reuters / Bing Guan (Reuters / Bing Guan / Foto Reuters)

Sameday Health gestisce 55 sedi di test in tutto il paese, di cui 16 nella contea di Los Angeles e ha realizzato “decine di milioni” di entrate dall’inizio della pandemia di coronavirus, secondo il comunicato stampa.

OTTIENI FOX BUSINESS IN MOVIMENTO FACENDO CLIC QUI

Sameday Health ha rilasciato il proprio comunicato stampa riconoscendo di non essere riuscita a soddisfare lo “standard di eccellenza” che i suoi “clienti meritavano”.

“Sameday Health è stata fondata nel settembre 2020 nel tentativo di rendere disponibili a tutti test Covid veloci e affidabili”, si legge nella dichiarazione dell’azienda. “All’inizio, in mezzo al caos dei massicci aumenti della domanda di servizi e della carenza di forniture, non siamo riusciti a soddisfare gli standard di eccellenza che i nostri clienti meritano. Abbiamo corretto i problemi sorti nel 2020 e abbiamo fatto investimenti significativi in conformità e sistemi per garantire che soddisfiamo le aspettative dei nostri clienti. “

La dichiarazione continuava: “Abbiamo deciso di accordarci con il procuratore della città e il procuratore distrettuale di Los Angeles per andare avanti e consentire ai 1200 uomini e donne di Sameday di concentrarsi sulla fornitura di servizi di alto livello alle comunità che serviamo”.

Leave a Comment