STX restante studio indipendente, Divorce Eros, chiude affare Najafi – Scadenza

ESCLUSIVO: Ci sono state molte voci pungenti su STX Entertainment negli ultimi quattro mesi, da una potenziale vendita a Lionsgate alla possibile presentazione del Capitolo 11. Queste non si stanno concretizzando in quanto il Imbroglioni e Mamme cattive lo studio ora può tirare un sospiro di sollievo, dopo aver chiuso completamente la vendita a The Najafi Companies, con Birch Grove LP e 777 Partners che ora forniscono anche finanziamenti.

La Forest Road Company faceva originariamente parte del consorzio Najafi nell’assumere il debito di STX, ma non fa più parte dello studio rianimato in futuro.

Tutto ciò mette STX Entertainment nella posizione di rimanere indipendente, ora completamente separata da Eros International, che abbiamo sentito ha avuto il suo bagaglio finanziario, complicando ulteriormente le cose per lo studio di Burbank. Tutto ciò è positivo per la più ampia ecosfera cinematografica indipendente poiché STX non sarà un distributore cinematografico a mordere la polvere in un settore ancora ossessionato dallo streaming mentre la pandemia si attenua.

Robert Simonds ricoprirà il ruolo di presidente di STX e l’attuale presidente Noah Fogelson diventerà il nuovo CEO. Adam Fogelson continuerà a ricoprire il ruolo di presidente del Motion Picture Group, Andrew Warren continuerà a ricoprire il ruolo di chief financial officer e John Friedberg continuerà a supervisionare le divisioni internazionali e acquisizioni per il Motion Picture Group fuori dalla sede londinese della società.

La transazione di venerdì mette STX nella posizione di sviluppare ulteriormente, commercializzare e distribuire contenuti a livello globale attraverso più canali di distribuzione, comprese le uscite cinematografiche, servizi internazionali e direct-to-streaming, nonché video on demand. STX si sta allontanando da ciò che era stato originariamente concepito come 12 uscite cinematografiche all’anno. Lo studio sta ora pianificando 15 film all’anno, cinque dei quali destinati al grande schermo e l’equilibrio diviso tra titoli PVOD diretti allo streaming o distribuiti nelle sale internazionali o titoli diretti allo streaming.

Come altri studi, STX ha avuto un ruolo fondamentale durante la pandemia, con uscite cinematografiche ibride o licenze redditizie direttamente per lo streaming. STX ha inviato la Groenlandia al PVOD negli Stati Uniti, ha saltato le sale (quando i cinema di New York e Los Angeles erano chiusi) e ha venduto in streaming a HBO Max quel film di Gerard Butler nell’estate 2020. Ha concesso in licenza quella che doveva essere un’uscita nelle sale, la mia spia, ad Amazon. Ha gestito Il mauritano, che ha vinto un Golden Globe.

Recentemente, STX ha venduto Il contraente a Showtime e Queenpins a Paramount +. STX si è espansa in televisione con il debutto del reality show L’isola dei ragazzi su HBO Max.

“In un momento in cui la domanda di contenuti globali non è mai stata così grande, siamo molto entusiasti di questa rara opportunità di acquisire STX Entertainment, uno degli unici studi indipendenti rimasti”, ha affermato Jahm Najafi, fondatore e CEO di The Najafi Companies. “Come investitori, abbiamo una mentalità a lungo termine e crediamo nel potere della narrazione e nella promozione di uno studio amichevole con i narratori. Abbiamo il massimo rispetto per questo ecosistema che ha più di 100 anni e non vediamo l’ora di supportare questa partnership e il modo in cui i moderni studi di intrattenimento si stanno evolvendo in futuro”.

Simonds ha affermato: “La chiusura di questo accordo significa la posizione di leadership di STX e il suo futuro promettente all’interno dell’industria cinematografica e televisiva. Siamo entusiasti di lavorare al fianco di questa società di investimento altamente rispettata e siamo grati per il loro continuo supporto mentre espandiamo la nostra libreria di contenuti stellari. Finora abbiamo consolidato la nostra reputazione internazionale e le nostre straordinarie ambizioni e non vediamo l’ora di metterci alla prova continuamente con ogni progetto che portiamo avanti. ”

Noah Fogelson ha aggiunto: “In un lasso di tempo relativamente breve, STX ha contribuito a creare e distribuire oltre 70 film, molti dei quali con star e registi che hanno realizzato più progetti con noi. A partire dal Il regalo, cattive mamme e Imbroglioni a Il rialzo, Il gioco di Molly, Groenlandia e in arrivo Operazione Fortuna, lo studio, nonostante molti venti contrari, ha consolidato un posto nel settore. Siamo entusiasti che un investitore esperto come Jahm [Najafi] e The Najafi Companies vedono il valore della piattaforma oggi e anche ciò che è possibile fare domani. ”

A dicembre è stato annunciato che STX era stata acquisita dalla società Najafi con sede a Phoenix per $ 173 milioni, seguito da un periodo di “go-shop” di 45 giorni in cui STX poteva presentare offerte da altri corteggiatori; è allora che è stata presa in considerazione l’offerta di Lionsgate. Quell’accordo, abbiamo sentito, ha coinvolto non solo l’assorbimento della biblioteca ma anche il personale di STX. Lionsgate ha offerto un prezzo che STX riteneva fosse troppo basso per essere inserito nel suo consiglio di amministrazione.

Negli ultimi tempi, riorganizzando i suoi dati finanziari, STX ha dichiarato bancarotta due film sotto società di comodo per proteggere i titoli: Groenlandia 2 e il film di Chris Pine-Ben Foster Il contraente. Mentre Il Contraente è stato venduto a Showtime per una stima di $ 15 milioni +, il finanziere della foto 30West ha presentato una denuncia presso un tribunale fallimentare degli Stati Uniti a New Orleans chiedendo l’archiviazione del caso Chapter 11 e sostenendo che STX non ha pagato $ 8,4 milioni in termini di pagamenti del contratto. La dichiarazione di fallimento ha automaticamente vietato a 30West di porre fine al suo accordo inadempiente con STX. 30West stava cercando di rescindere il suo contratto e reclamare il film.

La scorsa settimana, Deadline ha riferito che STX ha apportato alcuni tagli ai livelli esecutivi di livello inferiore, nonché nel marketing e nella distribuzione mentre cambia il suo modello. Dato l’annuncio di oggi, STX dovrebbe essere in una posizione migliore per conciliare tutti i dilemmi di cui sopra; abbiamo sentito che è anche assunzione.

The Najafi Companies è una società di investimento privata guidata dall’imprenditorialità con partecipazioni significative in marchi di consumo, media, e-commerce, sport e tecnologia.

Leave a Comment