“Una recessione nei prossimi 12 mesi non è nel nostro caso di base”: le azioni sono state colpite venerdì. Perché gli investitori intelligenti si concentrano sul gioco lungo

Il mercato azionario ha chiuso una settimana volatile con una nota cupa venerdì, con i tre principali indici statunitensi che sono crollati mentre gli investitori sono inciampati in preoccupazioni come l’inflazione, la lotta della Fed contro di essa e i timori di una recessione dura.

Poiché anche la fiducia è stata presa a pugni, gli esperti finanziari hanno raccomandato agli investitori di non farsi prendere dal panico, ma di pensare invece a strategie a lungo termine.

Il Dow Jones Industrial Average DJIA,
-2,82%
ha chiuso in calo di 981 punti, o del 2,8%, a 33.811,40. La performance di venerdì è stata la peggiore diminuzione percentuale giornaliera dell’indice da ottobre. 28, 2020, secondo i dati del mercato Dow Jones.

Nel frattempo, l’indice Nasdaq Composite COMP,
-2,55%
si è ridotto del 2,6% e l’S&P 500 SPX,
-2,77%
ha perso il 2,8%.

TGIF, appunto.

Guarda anche: ‘Aspettare il momento perfetto potrebbe non essere la strategia migliore’: 3 cose che gli investitori dovrebbero fare in questo momento mentre le azioni crollano (di nuovo)

Naturalmente, alcuni investitori al dettaglio sconvolti avrebbero già potuto dire che è lì che le cose sono andate.

Quasi il 44% delle persone afferma che il mercato si sta muovendo in una direzione ribassista, secondo l’ultimo indicatore settimanale del sentiment dell’American Association of Individual Investors. Questo è quasi 14 punti percentuali al di sopra della media storica del 30,5% sul sentimento ribassista nel tracker in corso.

D’altra parte, quasi il 19% ha dichiarato di essere rialzista nella settimana terminata il 20 aprile. Questo dato è in aumento rispetto al 15,8% letto una settimana prima. Ma è stato maggio 2016 da quando la sensazione rialzista nel tracker in corso non ha superato il 20% per due settimane consecutive.

Nel frattempo, sei investitori su 10 prevedono un aumento della volatilità del mercato e sette su 10 affermano di essere preoccupati per una recessione, secondo un sondaggio nazionale pubblicato all’inizio di questa settimana.

Nello stesso sondaggio, circa quattro investitori su 10 (44%) hanno affermato di sentirsi più fiduciosi nella propria capacità di proteggere le proprie finanze in caso di imminente recessione e il 38% ha affermato di sentirsi fiducioso nella propria capacità di investire nel mercato azionario.

Non è che gli investitori al dettaglio abbiano il monopolio della visione stravagante del mercato. Secondo Bank of America, gli investitori hanno prelevato $ 17,5 miliardi dalle azioni globali durante la scorsa settimana. Quel deflusso è la più grande mossa settimanale per le uscite quest’anno, hanno notato.

La differenza è che gli investitori regolari che sono nuovi sui mercati – e forse hanno iniziato durante la pandemia – potrebbero non avere le stesse risorse o tolleranza al rischio per tenersi lo stomaco durante i momenti traballanti rispetto agli investitori più sofisticati o agli investitori istituzionali.

È qui che è importante prendere fiato ed evitare di fare qualcosa di drastico, dicono gli esperti, soprattutto con il continuo parlare di recessione.

Prima di tutto, c’è la storia a breve termine.

“Sebbene l’inflazione sostenuta e una Fed più aggressiva rappresentino un rischio per l’economia e i mercati finanziari, una recessione nei prossimi 12 mesi non è nel nostro caso di base”, ha scritto Solita Marcelli, Chief Investment Officer per le Americhe presso UBS Global Wealth Management.

L’economia può crescere anche con la serie di aumenti dei tassi a cui gli investitori si stanno preparando e i risultati degli utili del primo trimestre sono stati “generalmente buoni”, ha affermato Marcelli in una nota.

C’è generalmente un’eccezione, come Netflix NFLX,
-1,24%
questa settimana ha riportato una perdita netta di 200.000 abbonati quando gli analisti speravano in un’aggiunta di 2,5 milioni di abbonamenti.

Inoltre, c’è la storia a lungo termine da ricordare. Pensa in grande e pensa al gioco lungo sull’investimento durante le flessioni e gli attacchi di volatilità, ha affermato Scott Bishop, direttore esecutivo delle soluzioni di ricchezza presso Avidian Wealth Solutions, con sede a Houston, in Texas.

L’umore negativo degli investitori al dettaglio espresso nei sondaggi e nei sentiment tracker corrisponde a ciò che sta ascoltando dai suoi clienti in questo momento.

Tuttavia, Bishop dice che se le persone sentono che è ora di modificare le strategie o ridurre le perdite, “È ora di apportare modifiche al tuo portafoglio. Non dovresti apportare modifiche all’ingrosso. ” Ad esempio, ciò significa che potrebbe essere il momento di riconsiderare le allocazioni, prendere perdite per la raccolta delle perdite fiscali. “Se investi il ​​tuo portafoglio in base ai titoli, perderai sempre”, ha detto.

La pandemia sembra protrarsi molto più a lungo, ma sono passati solo due anni dal minimo del mercato del COVID-19. Poi c’è la seconda parte della storia per le persone che hanno bloccato il mercato invece di incassare.

In un momento come questo, vale sicuramente la pena ricordare il prossimo capitolo di quella storia, ha detto Bishop. In definitiva, le persone che subiscono il maggior dolore finanziario sono quelle che ” intraprendono azioni estreme, azioni binarie, sono dentro o sono fuori”.

.

Leave a Comment