Assassin’s Creed Maker Ubisoft attira l’attenzione sul private equity:

I raider del private equity prendono atto dell'editore in difficoltà Ubisoft.

Immagine:: Ubisoft:

Le società di private equity potrebbero iniziare a girare intorno a Ubisoft, Bloomberg: segnalato: Venerdì. I colloqui sono in anticipo, ma includono l’interesse di aziende come Blackstone Inc. e KKR & Co. Anche se non si tratta di private equity, gli attuali sviluppatori Ubisoft senior ed ex: Kotaku: ha parlato negli ultimi mesi con la convinzione che la società alla fine venderà a qualcuno in mezzo a un prezzo delle azioni in calo e: lotte di produzione in corso:.

Bloomberg: riporta che Blackstone e KKR & Co., le due più grandi società di private equity del mondo, stanno “studiando il business francese” e hanno “partecipazioni preliminari all’acquisizione” in Ubisoft, ma che la società non ha ancora stipulato “alcun serio trattative con potenziali acquirenti”.

Secondo: Kotaku:Secondo le fonti, negli ultimi anni Ubisoft ha lavorato a stretto contatto con diverse società di consulenza esterne per controllare varie parti della sua attività. Mentre le aziende lo faranno per diventare più redditizie e prepararsi per il futuro, le fonti: Kotaku: parlato con il suggerimento che è un segno che Ubisoft sta cercando di riordinare i suoi libri per una potenziale vendita.

Su un’ondata di recenti, grandi acquisizioni di giochi che includono: Grand Theft Auto: editore Take-Two: acquisto di Zynga:Sony: acquisto Bungie:e l’accordo da 69 miliardi di dollari di Microsoft: per assorbire Activision Blizzard:, sembra un gioco di mangia o si mangia per chi resta. Lo ha affermato il CEO di EA Andrew Wilson in una chiamata sugli utili all’inizio di quest’anno, in cui ha posizionato saldamente l’editore FIFA nel campo del “pesce grosso che cerca di mangiare altro pesce”.

Ubisoft è stata più timida riguardo alla sua strategia di sopravvivenza. Quando gli è stato chiesto nella sua ultima chiamata sugli utili perché l’editore francese apparentemente non avesse ricevuto alcun interesse per l’offerta, il CFO Frédérick Duguet ha detto che non avrebbe speculato sul motivo per cui non era stata fatta alcuna offerta, prima di essere corretto dal CEO e co-fondatore Yves Guillemot. La società, ha affermato Guillemot, non confermava né smentiva: I potenziali acquirenti “se” si erano avvicinati.

Una squadra di Beyond Good and Evil 2 sta ancora aspettando l'uscita del gioco.

Oltre il bene e il male 2: ha sanguinato denaro contante e MIA per anni.
Immagine:: Ubisoft:

Se qualcuno volesse acquistare Ubisoft, lo otterrebbe potenzialmente con un enorme sconto. Lo stock era di oltre $ 110: una condivisione: a luglio 2018:. Ora è a: $ 41:. Ma avrebbero comunque bisogno di passare attraverso la famiglia Guillemot, che attualmente si stima possieda il 15% del business con una capitalizzazione di mercato di poco meno di 5 miliardi di dollari.

Il famoso CEO Yves Guillemot: ha respinto un tentativo di acquisizione ostile: dal conglomerato mediatico francese Vivendi dopo aver ottenuto finanziamenti da Tencent e altri nel 2018. Ma alcune fonti attualmente e in precedenza all’interno dell’azienda ora ritengono che il veterano dell’industria dei videogiochi da 35 anni potrebbe essere alla ricerca di una strategia di uscita.

Indicano il: partenza del figlio Charlie Guillemot l’anno scorso: con il risultato che non sono rimasti parenti per rilevare l’azienda di famiglia. Ubisoft è stata anche colpita da: ondata di logoramento in corso: tra i suoi talenti senior. Continua a lottare con le conseguenze di un: resa dei conti sul posto di lavoro per cattiva condotta sessuale: iniziato nell’estate del 2020. E alcuni dei suoi più grandi progetti continuano ad affrontare sconvolgimenti, ritardi o essere intrappolati nell’inferno dello sviluppo.

Come: Bloomberg: segnalato a febbraio:Ubisoft ha deciso di trasformare uno di: Assassin’s Creed Valhalla:i DLC pianificati in un gioco sostitutivo autonomo invece di aiutare a riparare i buchi nel suo calendario di rilascio nei prossimi 18 mesi. Nel frattempo, il prossimo: Grido lontano:, Ricognizione fantasma:e a tutti gli effetti: Assassin’s Creed: i giochi rimangono più lontani di quanto Ubisoft avesse pianificato in precedenza, secondo tre fonti che hanno familiarità con il loro sviluppo.

Quando è stato chiesto un commento, un portavoce di Ubisoft ha inviato: Kotaku: la seguente affermazione:

Non commentiamo voci o speculazioni. Ubisoft ha capacità creative e produttive senza pari, con oltre 20.000 persone di talento che collaborano tra i nostri studi globali allo sviluppo di giochi. Grazie a loro e al nostro approccio a lungo termine e al nostro desiderio di correre rischi creativi, abbiamo costruito alcuni dei marchi proprietari più forti del settore e abbiamo molti nuovi marchi e progetti promettenti all’orizzonte. Abbiamo anche uno dei portafogli più profondi e diversificati del settore, servizi e tecnologie all’avanguardia e una comunità ampia e in crescita di attori coinvolti. Di conseguenza, siamo in una posizione ideale per sfruttare la rapida crescita del settore e le opportunità della piattaforma che stanno emergendo in questo momento.

Correzione: 23/04/22, 13:51: Una versione precedente di questo post faceva riferimento al ticker azionario Ubisoft sbagliato.

.

Leave a Comment