Il commerciante veterano Peter Brandt afferma che il prezzo del bitcoin “potrebbe arrivare a $ 27.000”

Mercoledì (20 aprile), il leggendario trader veterano Peter L. Brandt, che è uno dei grafici classici più rispettati al mondo, ha commentato l’ultima azione sui prezzi di Bitcoin.

Nel 1990 Brandt, commerciante di materie prime dal 1976, ha pubblicato il libro Trading di futures su materie prime con schemi grafici classici. Poi, nel 2011, John Wiley and Sons ha pubblicato il suo secondo libro, Diario di un commerciante di materie prime professionistache “è diventato il libro n. 1 di Amazon sul trading per 27 settimane”.

Questo è ciò che Raoul Pal, co-fondatore e CEO di Real Vision, dice di Brandt:

Peter è semplicemente uno dei migliori e più esperti graficisti classici al mondo. Il suo approccio analitico e puramente grafico al trading e alla gestione del rischio è chiaro, comprensibile e perseguibile. Real Vision ha avuto l’onore di presentare il lavoro di Peter e il suo contenuto rimane uno dei più discussi e apprezzati dai nostri abbonati. Non posso raccomandare abbastanza il suo lavoro.

In un tweet pubblicato il 20 aprile, Brandt – che rispetta Bitcoin ma non vede come religione alcuni massimalisti di Bitcoin – ha lasciato intendere che potrebbero esserci ulteriori correzioni nel prezzo di Bitcoin nei giorni a venire.

Più tardi quel giorno, Brandt ha twittato che il prezzo di Bitcoin potrebbe arrivare fino a $ 27.000.

Il 2 marzo, Brandt ha affermato di non essere un HODLer di BTC poiché aveva più senso utilizzare l’analisi tecnica per riconoscere i massimi di Bitcoin e quindi vendere in quei punti piuttosto che detenere BTC in ogni caso e “rischiare” 80% di drawdown. E il 3 marzo ha sottolineato che ciò non significava che stesse sostenendo il “trading a breve termine” di BTC.

Poi, ieri (22 aprile), ha detto che guardare il grafico del Nasdaq 100 gli dà una sensazione di déjà vu.




E il motivo per cui questo è un commento preoccupante per gli investitori in criptovalute è la correlazione apparentemente altamente positiva tra i titoli tecnologici statunitensi e Bitcoin e l’elevata correlazione positiva tra Bitcoin e altri criptoasset.

Come ha detto il popolare analista di criptovalute Jason Pizzino all’inizio di questa settimana – in un video di YouTube che ha pubblicato il 19 aprile – affinché Bitcoin vada molto più in alto, deve disaccoppiarsi dal Nasdaq.

Secondo un rapporto del The Daily Hodl, Pizzino ha dichiarato:

  • Un 25x potrebbe sembrare un po’ inverosimile. Ma come possiamo vedere da dicembre 2018 al massimo attuale nel 2021 a novembre, è stato fondamentalmente un ritorno di 22 volte. Quindi 2.100% qui. Quindi non è troppo fuori questione. Ma penso solo che ci vorrà molto più tempo di quanto la gente si aspetti.
  • Alcune delle sfide che dobbiamo superare sono il disaccoppiamento dal Nasdaq Il problema risiede nel fatto che il Nasdaq stesso è che potremmo trovarci più al ribasso nel Nasdaq, il che significa più ribasso in Bitcoin ed Ethereum e, naturalmente, criptovalute.
  • Bitcoin ha bisogno di disaccoppiarsi dalla tecnologia. Deve disaccoppiarsi dal settore tecnologico e deve essere più in linea con l’oro se vuole diventare un asset di riserva mondiale.

Il 7 aprile, Catherine Wood – Fondatrice, CIO e CEO di ARK Investment Management, LLC – ha affermato che la sua azienda si aspetta che il prezzo di Bitcoin raggiunga $ 1 milione entro il 2030 mentre parlava a un panel con Michael J. Saylor, co-fondatore, Presidente e CEO di MicroStrategy Inc., società di business intelligence quotata al Nasdaq. (NASDAQ: MSTR), a Miami, in Florida, il secondo giorno della conferenza di quattro giorni su Bitcoin 2022.

Legno ha detto:

Come molti di voi sapranno, nelle nostre grandi idee 2022… abbiamo un obiettivo di prezzo nel 2030 per Bitcoin di oltre $ 1 milione di dollari per bitcoin… Se entri e vedrai come costruiamo quel caso… tutto ciò che ci aspettiamo nei prossimi otto anni è che circa il due e mezzo per cento degli asset istituzionali sarà allocato in bitcoin.

DISCLAIMER

I punti di vista e le opinioni espresse dall’autore, o da qualsiasi persona menzionata in questo articolo, sono solo a scopo informativo e non costituiscono consulenza finanziaria, di investimento o di altro tipo. Investire o fare trading di criptovalute comporta il rischio di perdite finanziarie.

CREDITO IMMAGINE

Immagine in primo piano di “Pexels” tramite Pixabay

.

Leave a Comment