Il nostro mondo è pieno di microplastiche. La California sta guidando gli sforzi per cambiarlo

Gli esseri umani hanno prodotto molta plastica: “Puoi impilare bottiglie di plastica dalla Terra alla luna e ritorno 14 volte ed è approssimativamente quanta plastica hanno creato gli esseri umani”, ha affermato il dott. Scott Coffin, ricercatore presso il Consiglio statale per il controllo delle risorse idriche della California. Nel corso di lunghi periodi di tempo, tutto quel materiale plastico si rompe, diventando infine una microplastica. Guarda lo speciale completo di Forecasting Our Future qui. Le microplastiche sono abbastanza piccole da poter essere ingerite loro senza nemmeno accorgersene. I singoli granelli di plastica sono più piccoli della larghezza di un capello umano. Alcuni possono essere piccoli quanto i globuli rossi. Coffin ha detto che quelle particelle sono quelle di cui dobbiamo preoccuparci: “Mentre la maggior parte di esse viene rimossa dal nostro corpo, alcune di esse possono rimanere in giro e sarebbero distribuite attraverso il nostro flusso sanguigno e possono accumularsi in diversi organi dove continuano a causare infiammazione, stress ossidativo e altre interazioni a livello cellulare”, ha detto Coffin. Gli effetti specifici a lungo termine sulla salute delle microplastiche sono ancora oggetto di ricerca, ma la California non sta aspettando conclusioni per iniziare ad apportare alcune modifiche. All’inizio di quest’anno, lo stato è stato il primo negli Stati Uniti ad adottare una strategia ufficiale per eliminare le microplastiche dall’ambiente. La strategia della California è un duplice approccio: concentrarsi sulla rimozione dei materiali che producono microplastica mentre si conduce più ricerca su alternative in plastica che potrebbero essere più sicure. Coffin afferma che come scienziato, la parte di ricerca del piano è enorme. “di quali tipi di plastica possono essere più o meno tossici l’uno dall’altro. E torna dai produttori di quei materiali e lavora con loro per creare alternative più sicure “, ha detto Coffin. Alcuni modi in cui lo stato prevede di rimuovere la microplastica includono la limitazione della plastica monouso nell’industria alimentare, il divieto di vendita di determinati imballaggi in plastica e il divieto di vendita di filtri per sigarette e sigarette elettroniche. Ma la maggior parte della nostra “impronta plastica” individuale può essere sorprendente. Sono i nostri vestiti. La maggior parte dei tessuti che indossiamo sono realizzati con materiali sintetici che perdono durante il lavaggio. Coffin dice che puoi installare un filtro su lavatrici e asciugatrici per raccogliere quei brandelli o semplicemente indossare i tuoi vestiti il ​​più a lungo possibile per limitare la frequenza con cui acquisti vestiti nuovi. Coffin ha detto che spera che la strategia statale per le microplastiche della California possa aiutare a dare l’esempio per il resto del paese e del mondo. “In California, abbiamo realizzato grandi cose per l’ambiente”, dice, “e questo è il sogno più grande di uno scienziato essere in grado di rendere il proprio lavoro di impatto diretto”. prodotto nell’ambito dello speciale Forecasting Our Future che va in onda su KCRA 3 e online venerdì 22 aprile alle 19:00. Stiamo esaminando più a fondo l’impatto del clima locale su di noi, analizzando fatti e dati per comprendere i cambiamenti dei modelli.

Gli esseri umani hanno prodotto molta plastica.

“Puoi impilare bottiglie di plastica dalla Terra alla luna e ritorno 14 volte ed è approssimativamente quanta plastica hanno creato gli esseri umani”, ha affermato il dott. Scott Coffin, ricercatore presso il Consiglio statale per il controllo delle risorse idriche della California.

Per lunghi periodi di tempo, tutto quel materiale plastico si rompe, diventando infine una microplastica.

  • Guarda lo speciale completo di Forecasting Our Future qui.

Questo contenuto è importato da Facebook. Potresti essere in grado di trovare lo stesso contenuto in un altro formato o potresti essere in grado di trovare maggiori informazioni sul loro sito web.

Le microplastiche sono abbastanza piccole da poterle ingerire senza nemmeno accorgercene. I singoli granelli di plastica sono più piccoli della larghezza di un capello umano. Alcuni possono essere piccoli quanto i globuli rossi. Coffin ha detto che quelle particelle sono quelle di cui dobbiamo preoccuparci.

“Mentre la maggior parte di essi viene rimossa dal nostro corpo, alcuni di essi possono rimanere in giro e sarebbero distribuiti attraverso il nostro flusso sanguigno e possono accumularsi in diversi organi dove continuano a causare infiammazione, stress ossidativo e altre interazioni a livello cellulare”, ha detto la bara.

Gli effetti specifici a lungo termine sulla salute delle microplastiche sono ancora oggetto di ricerca, ma la California non sta aspettando conclusioni per iniziare ad apportare alcune modifiche. All’inizio di quest’anno, lo stato è stato il primo negli Stati Uniti ad adottare una strategia ufficiale per eliminare le microplastiche dall’ambiente.

La strategia della California è un duplice approccio: concentrarsi sulla rimozione dei materiali che producono microplastica mentre si conduce più ricerca su alternative in plastica che potrebbero essere più sicure.

Coffin dice che come scienziato, la parte di ricerca del piano è enorme.

“Ci dà una comprensione di quali tipi di plastica possono essere più o meno tossici l’uno dall’altro. E torna dai produttori di quei materiali e lavora con loro per creare alternative più sicure”, ha detto Coffin.

Alcuni modi in cui lo stato prevede di rimuovere la microplastica includono la limitazione della plastica monouso nell’industria alimentare, il divieto di vendita di determinati imballaggi in plastica e il divieto di vendita di filtri per sigarette e sigarette elettroniche.

Ma la maggior parte della nostra “impronta plastica” individuale può essere sorprendente.

Sono i nostri vestiti.

La maggior parte dei tessuti che indossiamo sono realizzati con materiali sintetici che perdono durante il lavaggio. Coffin dice che puoi installare un filtro su lavatrici e asciugatrici per raccogliere quei brandelli o semplicemente indossare i tuoi vestiti il ​​più a lungo possibile per limitare la frequenza con cui acquisti vestiti nuovi.

Coffin si è detto fiducioso che la strategia statale per le microplastiche della California aiuterà a dare l’esempio per il resto del paese e del mondo.

“In California, abbiamo realizzato grandi cose per l’ambiente”, dice, “e questo è il sogno più grande di uno scienziato essere in grado di dare al proprio lavoro un impatto diretto”.


Questa storia è stata prodotta come parte dello speciale Forecasting Our Future che va in onda su KCRA 3 e online venerdì 22 aprile alle 19:00. Stiamo esaminando più a fondo l’impatto del clima locale su di noi, analizzando fatti e dati per comprendere i cambiamenti modelli.

.

Leave a Comment