Il progresso climatico rimane sfuggente per Biden nella Giornata della Terra

SEATTLE (AP) – Con uno sfondo di alberi in fiore, è stata una cornice adatta per la firma di importanti normative ambientali. Anche le famigerate nubi di Seattle si sono aperte quando il presidente Joe Biden si è fatto avanti per parlare venerdì.

Ma quando si è seduto a una piccola scrivania con il sigillo presidenziale che era stato istituito per l’occasione, non c’era una nuova legge da firmare, solo un ordine esecutivo che ordinava ai funzionari federali di tenere meglio traccia degli alberi nelle foreste nazionali.

Il divario tra la portata della crisi del riscaldamento globale e le iniziative del presidente sembrava più ampio che mai in occasione della Giornata della Terra. Sebbene la legislazione sulle infrastrutture dell’anno scorso prevedesse alcune politiche climatiche, come la costruzione di più stazioni di ricarica per le auto elettriche, molte delle proposte più ambiziose di Biden rimangono bloccate al Congresso.

Biden sembrava ansioso di firmare qualcosa di diverso dal suo ordine esecutivo.

“La mia penna è pronta”, ha detto Biden al Seward Park di Seattle. “Porta alcuni di questi conti sulla mia scrivania.”

Ha criticato i repubblicani per essersi opposti all’azione per il clima e ha accennato alla sua frustrazione per Sens. Joe Manchin del West Virginia e Kyrsten Cinema dell’Arizona, anche se non li ha menzionati per nome. All’interno del caucus democratico, ha detto, “ci sono solo due senatori che ogni tanto non votano con me”.

La mancanza di unanimità tra i democratici e la ferma resistenza dei repubblicani nel Senato equamente diviso ha bloccato centinaia di miliardi di dollari in crediti d’imposta per l’energia pulita. I sostenitori dell’ambiente si chiedono se il paese possa raggiungere gli ambiziosi obiettivi di Biden per la riduzione delle emissioni di gas serra senza tali politiche, e gli scienziati avvertono che il mondo deve affrontare il caldo estremo, la siccità e le intemperie a meno che i combustibili fossili non vengano gradualmente eliminati.

Con così tanti dubbi sulla sua agenda, Biden ha invece tracciato un netto contrasto con il suo predecessore, l’ex presidente Donald Trump, che spesso ha deriso il cambiamento climatico mentre svelava la lotta del Paese contro il riscaldamento globale durante il suo mandato.

“Siamo arrivati ​​al punto in cui la crisi ambientale è diventata così evidente, con la notevole eccezione dell’ex presidente, che abbiamo davvero l’opportunità di fare cose che non avremmo potuto fare due, cinque, 10 anni fa, ” disse Biden.

Biden ha detto che stava riponendo le sue speranze in una generazione emergente.

“Ogni volta che mi sento un po’ giù… accendo la televisione o do un’occhiata a tutti i giovani”, ha detto. “Questa generazione più giovane non sopporterà tutta questa roba. No, non lo sono. “

Biden ha parlato con alcuni di quella generazione alla sua seconda tappa della giornata, il Green River College, appena a sud di Seattle. L’auditorium comprendeva decine di studenti, oltre a docenti e funzionari eletti locali, e Biden ha sfruttato il momento per promuovere un’agenda che va ben oltre l’ambiente.

Il discorso era un collage di leggi che ha approvato e di ciò che ha ancora bisogno del sostegno del Congresso per ottenere. Ha discusso dei finanziamenti per il college, dei prezzi dell’assistenza sanitaria, delle spese per l’assistenza all’infanzia, delle tasse aziendali, di Internet ad alta velocità e dell’importanza dell’assistenza infermieristica.

Biden ha anche avvertito che i repubblicani rimangono determinati ad abrogare l’Affordable Care Act più di un decennio dopo che è stato firmato in legge dal presidente Barack Obama.

“Dobbiamo continuare questa lotta”, ha detto.

Biden ha individuato l’alto costo dell’insulina per il trattamento del diabete, che vuole limitare attraverso una nuova legislazione.

“Non ci sono scuse. Nessuno”, ha detto. “Non stiamo chiedendo alle compagnie farmaceutiche di fare qualcosa che non possono permettersi”.

L’ordine esecutivo firmato da Biden venerdì dirige i gestori federali del territorio a definire e inventariare le foreste mature e secolari a livello nazionale entro un anno. L’ordine richiede che il servizio forestale e il Bureau of Land Management identifichino le minacce agli alberi più vecchi, come incendi e cambiamenti climatici, e sviluppino politiche per salvaguardarli.

Gli alberi secolari sono ammortizzatori chiave contro i cambiamenti climatici e forniscono importanti pozzi di carbonio che assorbono quantità significative di anidride carbonica e altri gas serra che contribuiscono al riscaldamento globale.

L’ordine non vieta il disboscamento di alberi maturi o secolari, ha affermato la Casa Bianca.

Biden ha usato i suoi eventi della Giornata della Terra per riaffermare le sue credenziali ambientaliste quando la sua amministrazione è stata preoccupata dagli alti prezzi del petrolio e della benzina dopo l’invasione russa dell’Ucraina. Costi del gas sono stati un freno alla popolarità di Biden e hanno creato pressioni politiche a breve termine in vista delle elezioni di medio termine di quest’anno.

Ha anche incoraggiato più perforazioni petrolifere domestiche, facendo arrabbiare alcuni attivisti ambientali, per compensare il problema.

Allo stesso tempo, Biden si è concentrato sugli incendi che si stanno intensificando a causa del cambiamento climatico. Le fiamme che sono abbastanza intense da uccidere gli alberi un tempo considerati praticamente ignifughi hanno allarmato i gestori del territorio, gli ambientalisti e gli amanti degli alberi di tutto il mondo. Un pianeta in riscaldamento che ha creato siccità più lunghe e più calde, combinato con un secolo di soppressione degli incendi che ha soffocato le foreste con un fitto sottobosco, ha alimentato fiamme che hanno estinto alberi risalenti a civiltà antiche.

Il rappresentante dell’industria del legno Nick Smith ha affermato prima che l’ordine fosse reso pubblico che i taglialegna sono preoccupati che aggiungerà più burocrazia, minando l’obiettivo dell’amministrazione Biden di raddoppiare la quantità di disboscamento e di bruciare controllati nel prossimo decennio per assottigliare le foreste nell’arido Occidente.

“Il governo federale ha urgente bisogno di ridurre le massicce emissioni di gas serra dovute a gravi incendi, che possono essere raggiunti solo gestendo attivamente le nostre foreste federali malsane e sovraffollate”, ha affermato.

Ma l’ex vice capo del servizio forestale degli Stati Uniti Jim Furnish ha affermato che i rischi di incendi boschivi e il cambiamento climatico sarebbero affrontati meglio rimuovendo gli alberi più piccoli che possono alimentare incendi incontrollati lasciando al loro posto alberi maturi.

Per molti anni il servizio forestale ha consentito di abbattere alberi più vecchi che valgono di più per ottenere denaro per la rimozione di alberi più piccoli, ha affermato Furnish. Ma questo non è più necessario dopo che il Congresso ha approvato più di 5 miliardi di dollari per ridurre i rischi di incendi nel disegno di legge sulle infrastrutture dell’anno scorso, ha affermato. La legge include denaro per assumere 1.500 vigili del fuoco e assicurarsi che guadagnino almeno $ 15 l’ora.

Le vendite di legname delle foreste federali a livello nazionale sono più che raddoppiate negli ultimi 20 anni, poiché Repubblicani e Democratici hanno spinto a un diradamento più aggressivo dei popolamenti per ridurre i piccoli alberi e la vegetazione che alimentano gli incendi.

I critici, inclusi molti scienziati forestali, affermano che i funzionari stanno consentendo la rimozione di troppi alberi più vecchi che possono resistere al fuoco.

Una lettera firmata da 135 scienziati invitava Biden a proteggere le foreste mature e secolari come soluzione climatica critica.

“Lasciati vulnerabili al disboscamento, tuttavia, non possono svolgere queste funzioni vitali”, hanno scritto gli scienziati giovedì. L’ex capo del servizio forestale Mike Dombeck e Norman Christensen, preside fondatore e professore emerito alla Nicholas School of the Environment della Duke University, erano tra coloro che hanno firmato la lettera.

___

Lo scrittore dell’Associated Press Matthew Brown di Billings, nel Montana, ha contribuito a questa storia. Megerian e Daly hanno riferito da Washington.

.

Leave a Comment