La siccità in California continua nonostante la pioggia e la neve di aprile

La California del Nord sta ricevendo un bel periodo di pioggia, l’ultimo di una serie di tempeste in quello che si sta trasformando in un aprile piuttosto piovoso.

Ma un rimedio alla siccità? Lasci perdere.

“Qualsiasi acqua è buona, a questo punto”, ha affermato Benjamin Hatchett, climatologo del Desert Research Institute di Reno.

La situazione a lungo termine è un’epica siccità che è al suo terzo anno, e anche un robusto aprile non sarà abbastanza per compensare il triste inverno che ha attanagliato la California.

“Non c’è modo che le piogge primaverili possano compensare la quantità di pioggia che non si è presentata a gennaio, febbraio e marzo”, ha affermato Michael Anderson, climatologo statale.

Anderson ha detto che la California ha avuto una media di 1,75 pollici di precipitazioni in tutto lo stato da gennaio a marzo. In un anno normale, quei tre mesi producono circa 11,5 pollici, ha detto.

Anche con la tempesta più recente, che si è attenuata venerdì, le condizioni di siccità sono generalmente pessime.

Il manto nevoso è solo il 31% più spesso di quanto lo sia normalmente per questo periodo dell’anno. Anche i principali bacini idrici sono in cattive condizioni: il lago Shasta è pieno meno della metà di quanto lo sia normalmente. Il lago Oroville contiene un terzo in meno d’acqua del solito. A partire da giovedì, il settimanale US Drought Monitor ha affermato che il 95% della California sta vivendo una “grave siccità”. Circa il 40% dello stato è in “estrema siccità”.

Sebbene il gov. Gavin Newsom ha rifiutato di ordinare tagli obbligatori all’uso dell’acqua – a differenza del suo predecessore Jerry Brown – i funzionari statali e locali stanno rafforzando la presa sulla scarsa fornitura della California. L’amministrazione di Newsom sta riducendo le consegne del progetto idrico statale e ha avvertito le città e le fattorie con diritti storici sull’acqua che non sarà loro consentito attingere da fiumi o torrenti. Newsom ha anche ordinato a tutti i distretti idrici urbani di passare alla fase 2 dei loro piani per la siccità.

Per la città di Sacramento, ciò significa sanzioni più elevate per ripetute violazioni dei limiti due volte a settimana della città sull’irrigazione all’aperto.

In alcune parti della Bay Area, è probabile che quest’anno significhi tariffe idriche più costose.

Il Contra Costa Water District sta valutando un “supplemento temporaneo per siccità” che costerebbe al cliente residenziale medio altri 28 centesimi al giorno.

Il consiglio di amministrazione del distretto municipale di East Bay voterà la prossima settimana su un supplemento dal 2 all’8% per pagare l’acqua acquistata dal distretto dall’US Bureau of Reclamation. Il distretto sta anche valutando un “uso eccessivo della sanzione dell’acqua” nei confronti delle famiglie che consumano molto acqua, ha affermato la portavoce Andrea Pook.

Anderson ha affermato che le tempeste primaverili aiuteranno almeno la California a evitare la debacle incontrata la scorsa primavera, quando una prima striscia di caldo ha causato l’evaporazione di gran parte del manto nevoso nell’aria o l’infiltrazione nel terreno. Il risultato è stato che la California ha perso circa 800.000 piedi acri di deflusso della Sierra che avrebbe dovuto defluire nei bacini idrici. Sarebbe stato quasi sufficiente per riempire fino all’orlo il lago Folsom.

Ciononostante, il deflusso di quest’anno sarà ancora piuttosto ridotto, data la sottile superficie del manto nevoso, ha affermato. “Ma grazie al cielo siamo tornati a mostrare che la pioggia può effettivamente cadere”, ha detto.

Hatchett ha detto che aprile è stato circa l’80% più nevoso del normale, come misurato dalla National Oceanic and Atmospheric Administration a Tahoe City.

“Non potresti davvero chiedere un aprile migliore”, ha detto.

Questa storia è stata originariamente pubblicata 22 aprile 2022 7:26

Dale Kasler copre i cambiamenti climatici, l’ambiente, l’economia e il contorto mondo dell’acqua della California. Si occupa anche di importanti storie d’impresa per i giornali occidentali di McClatchy. È entrato a far parte di The Bee nel 1996 dal Des Moines Register e si è laureato alla Northwestern University.

.

Leave a Comment