L’App Store di Apple sembra rimuovere ampiamente le app obsolete:

Apple potrebbe mettere a dura prova le app che non ricevono più aggiornamenti. In: un’e-mail con screenshot: inviato agli sviluppatori interessati, intitolato “Avviso di miglioramento delle app”, Apple avverte che rimuoverà le app dall’App Store che non sono state “aggiornate in un lasso di tempo significativo” e offre agli sviluppatori solo 30 giorni per aggiornarle.

“Puoi mantenere questa app disponibile per i nuovi utenti da scoprire e scaricare dall’App Store inviando un aggiornamento per la revisione in 30 giorni”, scrive Apple nell’e-mail. “Se non viene inviato alcun aggiornamento entro 30 giorni, l’app verrà rimossa dalla vendita.” Mentre Apple rimuoverà le app obsolete dall’App Store, tutte le app scaricate in precedenza rimarranno sui dispositivi degli utenti.

Numerosi produttori di app, come lo sviluppatore di Protopop Games Robert Kabwe, hanno espresso le loro preoccupazioni per il cambiamento. Kabwe: dice su Twitter: che Apple sta minacciando di rimuovere il suo gioco perfettamente funzionante, Motivoto, perché non è stato aggiornato da marzo 2019.

Nel frattempo, Kosta Eleftheriou, lo sviluppatore della tastiera FlickType per Apple Watch, dice Apple: ha rimosso una versione della sua app realizzata appositamente per i non vedenti perché non veniva aggiornata da due anni. Come sottolinea Eleftheriou nel suo tweet, l’ex super popolare: Dio tascabile: l’app rimane ancora sull’App Store anche se ha ricevuto l’ultimo aggiornamento nel 2015. Sviluppatore Emilia Lazer-Walker: riportato anche: che Apple sta rimuovendo “alcuni” dei suoi vecchi giochi dall’App Store. Parecchi: Altro: sviluppatori: condividono la stessa esperienza, notando che semplicemente non hanno avuto il tempo di aggiornare le loro app.

Nella pagina Miglioramenti dell’App Store di Apple, l’azienda afferma: “Stiamo implementando un processo continuo di valutazione delle app, rimozione di app che non funzionano più come previsto, non seguono le attuali linee guida di revisione o sono obsolete”. Non c’è un timestamp sulla pagina, quindi non è immediatamente chiaro quando Apple ha pubblicato o aggiornato l’ultima volta il post. Apple non ha risposto immediatamente a: Il confine:la richiesta di commento.

Nel 2016, Apple ha dichiarato che avrebbe iniziato a rimuovere le app abbandonate dall’App Store. A quel tempo, avvertiva anche gli sviluppatori che avrebbero avuto 30 giorni per aggiornare la loro app prima che venisse rimossa. Detto questo, non è chiaro se Apple abbia applicato continuamente questa regola nel corso degli anni o se di recente abbia iniziato a condurre una scansione più ampia. Inoltre, Apple non delinea chiaramente ciò che considera “obsoleto”, se si basa sul tempo trascorso dall’ultimo aggiornamento di un’app o se riguarda la compatibilità con la versione più recente di iOS.

Critici: di questa politica sostengono che le app mobili dovrebbero rimanere disponibili indipendentemente dalla loro età, proprio come i vecchi videogiochi rimangono riproducibili su console. Altri dicono: la politica è inutilmente dura per gli sviluppatori, e pretendere: Apple non rispetta pienamente il lavoro che viene svolto nei giochi indie.

All’inizio di questo mese, il Google Play Store ha annunciato in modo simile che avrebbe iniziato a limitare la visibilità delle app che “non puntano a un livello API entro due anni dall’ultima versione principale di Android”. Gli sviluppatori Android hanno tempo fino al 1° novembre 2022 per aggiornare le loro app, ma hanno anche la possibilità di richiedere un’estensione di sei mesi se non riescono a rispettare la scadenza. Con entrambi i principali app store che reprimono le app meno recenti, ciò potrebbe lasciare alcuni sviluppatori, in particolare gli studi indipendenti, a lottare per tenere il passo.

Leave a Comment