New York a votare sulla legge sul mining di criptovalute, potrebbe diventare il primo stato degli Stati Uniti a vietare il mining di Bitcoin

Presa rapida:

  • L’Assemblea dello Stato di New York dovrebbe votare su una proposta di divieto delle attività di cripto mining nello stato
  • La votazione si svolgerà lunedì 25 aprile
  • In caso di successo, il disegno di legge proposto con il numero A7389C renderà New York il primo stato a vietare le reti proof-of-work come quelle di Bitcoin ed Ethereum
  • Il Bitcoin Advocacy Group sta chiedendo alla comunità cripto di New York di opporsi al disegno di legge

Lo Stato di New York è ancora una volta sul punto di vietare le attività di mining di criptovalute di reti proof-of-work come Bitcoin ed Ethereum. Lunedì 25 aprile i membri dell’Assemblea dello Stato di New York voteranno su un disegno di legge che propone di vietare tutte le attività di cripto-mining nello stato.

Il disegno di legge, depositato con il numero A7389C, prevede di modificare la legge sulla conservazione ambientale dello Stato di New York ‘in relazione all’istituzione di una moratoria sulle operazioni di mining di criptovaluta che utilizzano l’autenticazione proof-of-work per convalidare le transazioni blockchain e per richiedere un generico completo revisione della dichiarazione di impatto ambientale.’

In termini di giustificazione, il disegno di legge afferma quanto segue sul presunto impatto ambientale disastroso del mining di criptovalute.

La tecnologia Blockchain è una tecnologia innovativa che consente la registrazione e il trasferimento efficiente delle informazioni. Le informazioni in ogni questione ambientale così come una questione di giustizia sociale. Non dobbiamo tornare indietro sul nostro impegno, di diritto, di prevenire questi disastrosi impatti sui residenti di New York.

Lo stato di New York che vieta il mining di criptovalute potrebbe creare un precedente per altri stati

Se approvato, New York diventerà il primo stato degli Stati Uniti a vietare il mining di criptovalute.

Al momento in cui scrivo, c’è una campagna pubblica online del Bitcoin Advocacy Project che chiede alla comunità crittografica di New York di contattare il proprio rappresentante locale e spiegare perché sono contrari. Il gruppo di advocacy avverte che vietare il mining di criptovalute a New York potrebbe creare un precedente per altri stati statunitensi a fare lo stesso. Continuano a riassumere la campagna come segue:

Se questo disegno di legge diventa legge, New York perderà le opportunità uniche che il mining di Bitcoin offre per la crescita economica e la proliferazione delle energie rinnovabili. Ciò potrebbe costituire un precedente per gli stati di tutto il paese per fare lo stesso errore. Non solo questa politica escluderebbe New York dai vantaggi economici dell’estrazione mineraria, ma non farà nulla per ridurre le emissioni poiché i minatori stabiliranno semplicemente operazioni da qualche altra parte.

Il sindaco di New York è noto per essere Bitcoin e Crypto-Friendly

Le azioni dell’Assemblea dello Stato di New York sono in contraddizione con quelle del sindaco di New York, Eric Adams, che ha fatto notizia per essere stato cripto-friendly in particolare durante la sua campagna dello scorso anno. In un Tweet del novembre 2021, il sindaco Adams si è impegnato a ricevere i suoi primi tre stipendi in Bitcoin quando è diventato sindaco.

Leave a Comment